Pubblicato il nuovo Programma EIC Accelerator per le imprese a vocazione fortemente innovativa

Chiamaci subito.

Ti risponderanno i nostri esperti Incentivi e finanziamenti agevolati

02 58370.704

È stato ufficialmente lanciato il nuovo EIC Accelerator, lo strumento che supporta, tramite un mix di contributi a fondo perduto ed equity, le imprese innovative che intendono sviluppare e commercializzare nuovi prodotti, servizi e modelli di business ad alto rischio e potenziale non esistenti sul mercato internazionale.

Sommario

Soggetti ammissibili
Tipologia di progetti
Tematiche ammissibili: l'EIC Accelerator Open e le Challenges
Tipologia di contributo
Le novità
Presentazione delle domande
Tempistiche dell'iter di valutazione
Contatti

Soggetti ammissibili

Il programma, che è parte integrante di Horizon Europe, si rivolge a:

  • singole PMI innovative o start-up di qualunque settore, stabilite in uno stato membro o paese associato;
  • imprese mid-caps, ovvero con un numero di dipendenti non superiore a 500 addetti, stabilite in uno stato membro o paese associato. In questo caso, però, il finanziamento (solo sotto forma di equity) coprirà solo l'attività di scale-up sul mercato (TRL 9);
  • soggetti giuridici oppure una o più persone che vogliono dar vita ad una PMI in uno stato membro UE o paese associato.

Tipologia di progetti

L’European Innovation Council (EIC) Accelerator è particolarmente selettivo e si rivolge alle aziende con una forte propensione alla crescita ed all’internazionalizzazione, in possesso di un’innovazione tecnologica che possa impattare nel mercato europeo ed internazionale nel breve periodo (innovazioni cosiddette close to market).
Verranno prese in considerazione dai valutatori solo quelle innovazioni che:

  • rappresentano una novità assoluta sul mercato (almeno europeo) e in grado di dar vita a nuovi business (disruptive and breakthrough innovations) o di rivoluzionarne uno già esistente;
  • faticano ad attrarre finanziamenti perché il rischio dell’investimento è elevato e il periodo di tempo necessario per ottenere un rendimento spesso troppo lungo; 
  • si differenziano in quanto a qualità del business plan e del team di lavoro, nonché la conoscenza del mercato target. 

L’EIC Accelerator sostiene le aziende proponenti nello “scale up”, supportando le ultime fasi di sviluppo della scala di maturità tecnologica. La componente tecnologica dell’innovazione proposta deve, nel momento in cui si fa domanda, essere stata testata e convalidata in un laboratorio o in un altro ambiente pertinente (TRL 5 o superiore).

Per TRL , in inglese technology readiness level, si intende il livello di maturità tecnologica dell’innovazione (prodotto, servizio o modello di business), misurato secondo una scala che va dal livello 1 (prime osservazioni – ricerca di base) al livello 9 (sistema completo e pre-commercializzazione). Per avere maggiori informazioni ed avere una panoramica sull'intera scala del TRL cliccare sul seguente link.

Tematiche ammissibili: l'EIC Accelerator Open e le Challenges 

L'EIC Accelerator Open ha un approccio “bottom up”, è infatti aperto a innovazioni in qualsiasi campo tecnologico o applicativo, mentre l'EIC Accelerator Challenges ha un approccio top-down ovvero è aperto solo a quelle aziende che propongono un'innovazione tecnologica appartenente ai seguenti settori:

Tipologia di contributo

Il Programma prevede un finanziamento misto nella forma di blended finance (fondo perduto + equity) o la possibilità di richiedere solo il grant (contributo a fondo perduto) ma a copertura di importi inferiori.

In particolare la formula blended finance comprende:

  • una componente di investimento (investment component), gestita dall' EIC Fund, concepita per colmare il deficit di finanziamento per innovazioni ad alto rischio e attrarre investitori privati. Questa componente, sotto forma di direct equity o quasi-equity (ad es. i convertible loans), prevede un investimento minimo di 0,5 milioni di euro e massimo di 15 milioni di euro. Nel caso di equity, gli investimenti non supereranno il 25% delle azioni con diritto di voto dell’azienda;
  • una componente di sovvenzione (grant component) a fondo perduto per sostenere i costi sostenuti per le attività di innovazione, prototipazione, dimostrazione, test, nonché marketing e gestione della proprietà intellettuale (attività di TRL da 5/6 fino a 8). I costi ammissibili vengono rimborsati fino ad un massimo del 70% del monte spesa per un massimo di 2,5 milioni di euro.

Optando per la formula solo grant è possibile richiedere solo la componente a fondo perduto a copertura del 70% massimo dei costi per le attività di TRL dal 5/6 al 8 fino ad un massimo di 2,5 milioni di euro, senza richiedere una componente di investimento. In particolare l'azienda potrà scegliere tra:

  1. la modalità grant only: in questo caso l'azienda deve dimostrare di poter coprire i costi di pre-commercializzazione (TRL 9) autonomamente;
  2. la modalità grant firstl'azienda non sa ancora se riuscirà a coprire i costi di pre-commercializzazione, ma non esclude la possibilità di poter richiedere anche la componente di equity qualora dovesse essere necessario (previa valutazione positiva da parte dei valutatori del Programma). 

Le novità

Con la nuova programmazione europea, dal 2021, sono previste delle importanti novità, ed in particolare:

  1. possibilità anche per le mid-caps di partecipare al Programma;
  2. abbassamento del TRL minimo, delle innovazioni ammissibili a contributo, a 5 (non più 6);
  3. il ritorno ad un iter di domanda su 2 steps: short application (fase 1) e full application (fase 2) in caso di superamento della fase 1;
  4.  la short-application (format scaricabile a questo link): si potrà presentare in qualunque momento trasmettendo alla Commissione una breve application di 5 pagine assieme ad un video-pitch di presentazione di 3 minuti (con motivazione della candidatura) e circa 10 slides.
  5. inoltre, chi supera la fase 1, potrà usufruire dei servizi offerti dall’AI Platform3 (visualizzabili a questo link) e di quelli volti a supportare l’azienda nella preparazione del business plan completo e dell’application.

Presentazione delle domande

L’8 aprile 2021 si è aperto lo sportello per l'invio della short application, dato che si tratta di una procedura a sportello, le aziende avranno la possibilità di poter applicare per la fase 1 in qualsiasi momento

Le scadenze (cuf-off datesper la full application (fase 2 della domanda) sono:
 16 giugno 2021 alle 17:00 ora locale di Bruxelles;
6 ottobre 2021 alle 17:00 ora locale di Bruxelles.

I colloqui face to face (fase 3 della domanda) saranno organizzati circa 8-9 settimane dopo la cut-off date relativa alla full proposal.

La documentazione necessaria per partecipare al programma è scaricabile sul portale: Link al portale Funding and tenders - sezione reference documents.

Data la complessità dello strumento2 ed i criteri di valutazione1 altamente selettivi del Programma, è consigliabile confrontarsi, prima di presentare domanda, con gli esperti dell’Area Credito e Finanza di Assolombarda.

Tempistiche dell'iter di valutazione

Per quanto concerne le tempistiche, il Programma prevede:

  • valutazione short application: circa 4 settimane dalla trasmissione della domanda (viene comunicato il risultato anche in caso di esito negativo);
  • valutazione full proposal: circa 5 o 6 settimane dalla scadenza (cuf-off date) ed eventuale invito al colloquio face to face;
  • risultato del colloquio face to face: 2 o 3 settimane dalla data del colloquio;
  • concessione del contributo: dai 2/3 mesi dal colloquio (in caso di richiesta del grant) fino ai 6 mesi dallo stesso (per la versione equity).

Contatti

Per maggiori informazioni, per un confronto sugli incentivi disponibili, sulla stima delle esigenze di liquidità, sulla costruzione di business plan, per un supporto nel dialogo con gli stakeholder finanziari e per un accompagnamento verso un'assistenza personalizzata di Assolombarda Servizi, può richiedere on line un appuntamento oppure la invitiamo a contattare l’Area Credito e Finanza (fin@assolombarda.it; tel. 02.58370704).

Note

1 )Valutazione della short application: le domande saranno valutate da remoto da quattro esperti EIC, i quali si concentreranno soprattutto su l’idea progettuale, il suo impatto ed il team.

  • se almeno due valutatori danno un GO per tutti i criteri, allora la short application riceverà una valutazione positiva e potrà essere presentata la full proposal;
  • se più di due valutatori danno un NO GO per almeno uno dei criteri di valutazione la candidatura non passa.

La valutazione della full proposal: viene effettuata da remoto da parte di tre valutatori esperti EIC selezionati sulla base dell'area tecnologica e di applicazione dell’innovazione proposta. Ogni valutatore valuterà se la full proposal soddisfa ciascuno dei criteri di valutazione (impatto, eccellenza, livello di rischio e bisogno del supporto da parte dell'UE) e darà un “GO” o “NO GO”:

  • se tutti e tre i valutatori danno un GO per tutti i criteri, allora la full proposal riceverà un parere positivo e l’azienda sarà invitata al colloquio face to face;
  • se uno o più valutatori danno un NO GO in base a uno qualsiasi dei criteri l’azienda non sarà invitata al colloquio ma potrà ripresentare il progetto.

Si ricorda che solo i progetti che superano entrambe le due fasi appena menzionate avranno l'opportunità di accedere all'intervista face to face  a Bruxelles dove la giuria del colloquio potrà valutare la proposta progettuale e dare un giudizio finale e concedere il contributo ( valutazione GO oppure NO GO).

(2) Elementi a cui prestare attenzione:

  • una volta passata la prima fase, le aziende selezionate dovranno inviare la full proposal in una delle cut off dei 12 mesi successivi;
  • il Programma prevede la possibilità per gli applicanti (per tutte e tre le fasi) di ricandidare, al netto di modifiche, il proprio progetto per la stessa fase in cui si è stati bocciati, ma in caso di seconda bocciatura l'azienda non potrà per i 12 mesi successivi inviare una nuova candidatura.

(3) Servizi offerti dall’AI Platform:

  • accesso ai servizi di coaching, mentoring sui fondi ottenuti, know-how e training + supporto specifico per le imprese “capitanate” da donne e per la riduzione dei gas serra;
  • la possibilità di fare business ed entrare in contatto con investitori, distributori, clienti;
  • l’opportunità di networking e di conoscere incubatori, acceleratori, helpdesk specifici, reti di esperti, agenzie ecc..

Azioni sul documento

Telefono Email
Area Credito e Finanza 0258370704 fin@assolombarda.it

Appuntamenti
Scadenze
Giugno 2021
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Luglio 2021
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Agosto 2021
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •