Legge di Bilancio 2023: misure in ambito energetico

E' stata pubblicata la Legge di Bilancio 2023 che prevede, tra le diverse misure in campo energetico, l'estensione del Credito di Imposta per il I Trimestre 2023.

E' stata pubblicata il 29 dicembre 2022 la legge n. 197 (C.d. Legge di Bilancio 2023): "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2023 e bilancio pluriennale per il triennio 2023-2025", che prevede tra i diversi provvedimenti anche misure dedicate al tema energia.

Credito di Imposta Energia Elettrica e Gas Naturale

La Legge di Bilancio 2023 estende al I Trimestre 2023 la misura del credito di imposta per la spesa sostenuta per la fornitura di energia elettrica e gas.

Credito di Imposta Energia Elettrica

L'impresa può accedere a questa misura se:

  • dotata di contatori con potenza disponibile pari o superiore a 4,5 kW.
  • i costi per kWh della componente energia elettrica, calcolati sulla base della media del quarto trimestre dell'anno 2022 e al netto delle imposte e degli eventuali sussidi, hanno subito un incremento superiore al 30 per cento rispetto al medesimo periodo dell'anno 2019.

Credito di Imposta Gas naturale

L'impresa accede a questa misura se:

  • Il gas naturale consumato dall'impresa è per usi energetici diversi dagli usi termoelettrici.
  • Il prezzo di riferimento del gas naturale, calcolato come media, riferita al quarto trimestre dell'anno 2022, dei prezzi di riferimento del mercato infragiornaliero (MI-GAS) pubblicati dal Gestore dei mercati energetici, ha subìto un incremento superiore al 30 per cento del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell'anno 2019.

Tabella di sintesi:

  ENERGIA ELETTRICA GAS NATURALE
Periodo di riferimento aliquota per imprese
energivore
aliquota per imprese con potenza
disponibile pari o sup. 4,5 kW
aliquota per imprese
gasivore
aliquota per imprese
non gasivore
I Trimestre 2023 45% 35% 45% 45%

La Legge di Bilancio proroga anche la possibilità, per le imprese non energivore e non gasivore, di richiedere tramite pec, il calcolo dell'extra-costo del 30% e l'ammontare del Credito di Imposta, al proprio fornitore di energia elettrica o gas naturale nel caso in cui lo stesso risulti essere il medesimo nel quarto trimestre 2022, quarto trimestre 2019 e I trimestre 2023.

Il venditore, entro 60 giorni dalla scadenza del periodo per il quale spetta il credito di imposta, deve inviare al cliente una comunicazione scritta in cui vengono riportati il calcolo dell'incremento di costo e l'importo del Credito di Imposta.

I crediti d'imposta sono utilizzabili esclusivamente in compensazione.
I Crediti di Imposta relativo al I Trimestre 2023 dovranno essere fruiti entro il 31 dicembre 2023 e sono cumulabili con altre agevolazioni che abbiano ad oggetto i medesimi costi, a condizione che tale cumulo, tenuto conto anche della non concorrenza alla formazione del reddito e della base imponibile dell'imposta regionale sulle attività produttive, non porti al superamento del costo sostenuto.

I crediti d'imposta sono cedibili, unicamente per intero, dalle imprese beneficiarie ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari, senza facoltà di successiva cessione.

Energia Elettrica - Azzeramento Oneri di Sistema 

Per ridurre gli effetti degli aumenti dei prezzi nel settore elettrico, l'ARERA provvede ad annullare, per il I trimestre del 2023, le aliquote relative agli oneri generali di sistema elettrico applicate alle utenze domestiche e non domestiche in bassa tensione, per altri usi, con potenza disponibile fino a 16,5 kW.

Gas Naturale - Riduzione Oneri generali di sistema e Azzeramento altre aliquote

Al fine di contenere gli aumenti dei prezzi del Settore Gas naturale, sempre ARERA ha fissato una componente negativa degli oneri generali di sistema per il settore del gas naturale (si tratta di una riduzione, che si trova automaticamente in bolletta).

Per gli scaglioni di consumo fino a 5.000 metri cubi annui, fino a concorrenza dell'importo di 3.043 milioni di euro, mantenendo l'azzeramento di tutte le altre aliquote di tali oneri per un valore pari a 500 milioni di euro.

Aliquota IVA 5% per gas metano e forniture di servizi di teleriscaldamento

Le somministrazioni di gas metano, utilizzato come combustione per usi civili e industriali, contabilizzate nelle fatture emesse per i consumi stimati o effettivi riguardanti le mensilità del I trimestre 2023 (gennaio, febbraio, marzo) sono assoggettate all'aliquota IVA del 5%.
Queste stesse disposizioni vengono applicate anche a quelle somministrazioni di energia termica prodotta con gas metano in esecuzione di un contratto servizio energia.

Anche le somministrazioni di forniture relative al teleriscaldamento, contabilizzate nelle fatture emesse per i consumi stimati o effettivi dei mesi di gennaio, febbraio marzo 2023, sono assoggettate all'imposta sul valore aggiunto con aliquota 5%.

Documento di Approfondimento

E' disponibile, per le imprese associate ad Assolombarda, il documento di approfondimento.

Contatti

Ulteriori informazioni e chiarimenti possono essere richiesti agli esperti Energia:
Sede di Milano: tel. 02.58370.206/511, e-mail: energia@assolombarda.it.
Sede di Pavia: tel. 0382.37521, e-mail: pavia@assolombarda.it.

Azioni sul documento

Prima parte - Dalla diagnosi energetica alle misure di efficientamento nelle Piccole e Medie Imprese

Prima parte - Dalla diagnosi energetica alle misure di efficientamento nelle Piccole e Medie Imprese

Seconda Parte - Dalla diagnosi energetica alle misure di efficientamento nelle Piccole e Medie Imprese

Seconda Parte - Dalla diagnosi energetica alle misure di efficientamento nelle Piccole e Medie Imprese

Idrogeno: prospettive future e opportunità per il mondo dell’industria e della ricerca

Idrogeno: prospettive future e opportunità per il mondo dell’industria e della ricerca

Impianti fotovoltaici ed efficientamento energetico - Contributi regionali, un’opportunità per le PMI Lombarde

Impianti fotovoltaici ed efficientamento energetico - Contributi regionali, un’opportunità per le PMI Lombarde