Comunicazione al Registro Imprese del domicilio digitale dell’impresa – Attribuzione d’ufficio e contestuale sanzione

Art. 37 del DL 76/2020 - DL “Semplificazioni”.

Come già reso noto con l’informativa allegata, l'art. 37 del DL 76/2020 (DL “Semplificazioni”) ha introdotto l’obbligo per le imprese (in forma societaria e in forma individuale) e per i professionisti di comunicare il proprio domicilio digitale al Registro delle imprese o all’albo o elenco di appartenenza, introducendo sanzioni per il caso di inadempimento.

Con particolare riferimento alle imprese, ricordiamo che tutte le imprese già iscritte al Registro, che non hanno ancora comunicato il proprio domicilio digitale, devono quanto prima regolarizzare la propria posizione tramite apposita comunicazione da presentare al Registro delle Imprese competente per territorio.

Le imprese che non adempiono all'aggiornamento:

  • saranno sottoposte al pagamento di una sanzione amministrativa [le imprese in forma societaria incorreranno nella sanzione ex art. 2630 c.c. raddoppiata (da 206,00 euro a 2.064,00 euro), mentre quelle in forma individuale nella sanzione ex art. 2194 c.c. triplicata (da 30,00 euro a 1.548,00 euro)];
  • alle stesse verrà assegnato d'ufficio dalla Camera di commercio un domicilio digitale, per il ricevimento di comunicazioni e notifiche, che sarà reso disponibile tramite il Cassetto digitale dell'imprenditore.

La Camera di Commercio avvisa che, presumibilmente entro la fine del mese di luglio 2022, avvierà il rilascio d'ufficio dei domicili digitali e, congiuntamente, provvederà all’applicazione delle relative sanzioni.

Per verificare la regolarità della propria posizione, per scoprire come comunicare la propria PEC e per maggiori informazioni, si invitano le imprese a consultare la pagina informativa di Unioncamere (https://domiciliodigitale.unioncamere.gov.it/home) dove è disponibile un canale di assistenza dedicato.

Contatti

Ulteriori informazioni e chiarimenti possono essere richiesti al Settore Fisco e Diritto d'Impresa, tel. 0258370.267/308, fax 0258370334 e-mail: fisc@assolombarda.it, sede di Pavia, tel. 0382-37521, e-mail pavia@assolombarda.it.

Azioni sul documento

Telefono Email
Elena Tiberio 0258370731 elena.tiberio@assolombarda.it

Appuntamenti
11 Ott

Come giudicare la qualità di un titolo di proprietà intellettuale

hh 09:30 - 11:30

25 Ott

I nuovi obblighi del responsabile amministrativo tra verifica degli adeguati assetti e controllo da parte di amministratori e sindaci

hh 10:00 - 12:00

8 Nov

L’importanza del contratto di licensing nella valorizzazione dei titoli di proprietà intellettuale

hh 09:30 - 11:30

28 Nov

Affrontare i titoli di proprietà intellettuale della concorrenza

hh 09:30 - 11:30