Lavoratori stranieri - Decreto Flussi 2023 - Prime istruzioni

E' stata pubblicata una circolare interministeriale, contenente le indicazioni operative relative al DPCM 27 settembre 2023 (Decreto Flussi 2023), di programmazione dei flussi d’ingresso legale in Italia dei lavoratori stranieri non comunitari.

03/11/2023

Il Decreto Flussi 2023, relativo alla programmazione transitoria dei flussi d'ingresso dei lavoratori non comunitari nel territorio dello Stato per il triennio 2023-2025prevede l'ingresso in Italia di 452.000 lavoratori non comunitari, di cui 136.000 per il 2023, così ripartiti:

  • 52.770 ingressi per lavoro subordinato non stagionale;
  • 680 ingressi per lavoro autonomo;
  • 82.550 ingressi per lavoro subordinato stagionale.

La circolare congiunta n. 5969 del 27.10.2023 illustra le novità per i datori di lavoro e fornisce le indicazioni per la precompilazione delle domande di nulla osta da parte dei datori di lavoro, da presentare alle scadenze previste dalla circolare medesima.

Contenuto riservato agli associati. Accedi

Non sei associato e ti servono informazioni?

Contattaci

Azioni sul documento

Appuntamenti
13 Giu

Il rapporto di agenzia: aspetti contrattuali e previdenziali

hh 10:00 - 11:30

18 Giu

L’Inail incontra le imprese

hh 10:00 - 12:30

2 Lug

L’assistenza sanitaria integrativa come opportunità per le aziende Metalmeccaniche - Secondo incontro

hh 10:00 - 11:30

11 Lug

Welfare e Smart Working - Come attrarre e fidelizzare le persone

hh 10:00 - 12:00

1 Ott

Tea Time con l'avvocato - Terzo incontro

hh 16:00 - 18:00

I principali congedi accessibili al lavoratore

I principali congedi accessibili al lavoratore

Trattamento di fine rapporto

Trattamento di fine rapporto

Infortuni sul lavoro, prevenzione e azione di rivalsa

Infortuni sul lavoro, prevenzione e azione di rivalsa

La multiculturalità in azienda

La multiculturalità in azienda

Il valore di un’idea sta nel metterla in pratica
[Thomas Edison]
Risparmio

Se stai leggendo questa frase significa che non stai navigando da qualche minuto e questa modalità di risparmio energetico ti permette di consumare meno quando sei inattivo.

Alle volte per fare bene basta un piccolo gesto: perché anche il poco, giorno dopo giorno, diventerà molto.

Fare impresa sostenibile è il nostro impegno di responsabilità:
significa creare valore per le generazioni future, per gli stakeholder e per l’ambiente.

Assolombarda