Presentazione della "Strategia Cloud Italia"

Le sfide della strategia: assicurare l’autonomia tecnologica del Paese, garantire il controllo sui dati e aumentare la resilienza dei servizi digitali

L’evento in streaming del 7 settembre, è stato presieduto dal Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vittorio Colao, il Sottosegretario di Stato delegato alla Sicurezza, Franco Gabrielli, il Direttore generale dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale, Roberto Baldoni, e il Chief Technology Officer del Dipartimento per la Trasformazione digitale, Paolo de Rosa.

 La digitalizzazione della Pubblica Amministrazione è uno degli obiettivi principali del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e mira a garantire ai cittadini e alle imprese servizi pubblici di maggiore qualità, efficienza ed efficacia, oltre che per creare nuove opportunità di sviluppo per l’economia digitale del Paese.

Su questa direttrice si sviluppa la Strategia Cloud Italia che ha lo scopo di introdurre importanti novità al fine di digitalizzare e semplificare il lavoro delle amministrazioni pubbliche; grazie all’approccio cloud first, la strategia intende guidare e favorire l’adozione sicura, controllata e completa delle tecnologie cloud nella PA. Inoltre, grazie questa implementazione strategica, si intende assicurare un’autonomia tecnologica del Paese, ad oggi non garantita, e un maggior controllo sui dati.

La strategia ha 3 direttrici:

  1. Classificazione dei dati e dei servizi: definizione dei processi per guidare e supportare la migrazione dei dati. In quest'ottica la classificazione di dati e servizi, introdotta dalla strategia, li cataloga in base al danno che una loro compromissione potrebbe provocare al sistema Paese (strategici, critici e ordinari).
  1. Qualificazione dei servici cloud: processo di scrutinio e qualificazione dei possibili cloud utilizzabili. Gli aspetti presi in considerazione sono: la gestione operativa dei servizi, in particolare gli standard tecnico-organizzativi applicativi e le misure di controllo sui dati; i requisiti di sicurezza per la gestione dei dati, l’erogazione di servizi e le condizioni contrattuali relative all’erogazione e alla rendicontazione del servizio.
  2. Creazione di un polo strategico: realizzazione di un’infrastruttura nazionale, la cui gestione sarà autonoma da controlli extra UE. Il Polo sarà distribuito geograficamente sul territorio nazionale presso siti opportunamente identificati, per garantire adeguati livelli di continuità operativa e tolleranza ai guasti.

 

La Classificazione dei dati e cloud utilizzati:

  • Strategico: dati/servizi che impattano sulla sicurezza nazionale. Saranno accessibili esclusivamente mediante cloud privato/ibrido “su licenza” (IT) o privato qualificato (IT);
  • Critico: dati/servizi che impatto sul mantenimento di funzioni rilevanti per la società. saranno accessibili mediante cloud pubblico criptato (IT), cloud privato/ibrido “su licenza” (IT) o privato qualificato (IT);
  • Ordinario: dati la cui compromissione non comporta l’interruzione di un servizio rilevante per la società. ordinari saranno accessibili mediante cloud pubblico qualificato (UE) o pubblico criptato (IT);

Nel dettaglio:

 

I prossimi passaggi

  1. Fase 1: Entro il 2021 è prevista la conclusione di tale fase con la pubblicazione del bando di gara per la realizzazione del Polo Strategico Nazionale.
  2. Fase 2: Entro 2022, aggiudicazione e nella realizzazione fisica del PSN, dovrà finire, secondo il cronoprogramma.
  3. Fase 3: Dal 2022-2025: Classificazione e redazione piano di migrazione a cura dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale (ACN) e del Dipartimento per la Trasformazione Digitale (DTD) e successivamente Migrazione dei dati sulla tipologia di cloud scelta.

Contatti

Per ulteriori informazioni è possibile contattare Miriam Ieraci, tel 02 58370634, e-mail miriam.ieraci@assolombarda.it.

Azioni sul documento

Telefono Email
Area Industria, Energia e Innovazione 0258370227 innovazione@assolombarda.it

Appuntamenti
27 Set

Visita al Laboratorio Prove Materiali del Politecnico di Milano: esperienze e applicazioni

hh 11:15 - 13:30

28 Set

Il Cloud, opportunità tecnologica

hh 09:30 - 12:30