Imprese energivore: modalità per l'erogazione dell'agevolazione

Chiamaci subito.

Ti risponderanno i nostri esperti Energia e gas

02 58370431

Nuove modalità di erogazione dell'agevolazione per i grossi consumatori di energia elettrica: per ottenerla sarà necessaria una garanzia fideiussoria.

Premessa

Il decreto attuativo dell’art. 39 del Decreto Legge 22 giugno 2012 n. 83, ha introdotto il concetto di impresa a forte consumo di energia elettrica, dando la possibilità alle aziende di ottenere agevolazioni sugli oneri di sistema elettrico. Per accedere a tale beneficio, le imprese devono rispettare contemporaneamente i seguenti requisiti:

  • consumo di almeno 2,4 GWh/anno di energia elettrica;
  • rapporto tra costo effettivo dell'energia elettrica e fatturato non inferiore al 2%;
  • codice ATECO prevalente riferito ad attività manifatturiera.

Le agevolazioni non sono riconosciute per i punti di fornitura in BT, i cui consumi, però, concorrono alla determinazione dello status di impresa a forte consumo di energia elettrica. La deliberazione 340/2013/R/EEL ha poi stabilito nel 1° luglio 2013 la data di decorrenza degli effetti economici per le imprese beneficiarie.

Come ottenere l'agevolazione: le novità

La Cassa Conguaglio per il Settore Elettrico (CCSE), in data 31 marzo 2014, ha deliberato l'accredito degli importi delle agevolazioni alle imprese energivore. Tali importi potranno essere svincolati soltanto previa presentazione di una garanzia fideiussoria bancaria o assicurativa, che potrà essere presentata a partire dal 18 aprile. In allegato si riporta il testo del formato tipo indicato dalla CCSE.

Caratteristiche della fideiussione

La fideiussione, da inviare tramite raccomandata A.R., dovrà essere a prima richiesta, di durata biennale e di importo pari all’erogazione spettante alle singole imprese beneficiarie. Dovrà, inoltre, essere rilasciata da un primario istituto di credito o da una primaria compagnia assicurativa. Sugli importi spettanti decorreranno gli interessi (al netto delle imposte) ad un tasso pari a quello riconosciuto alla CCSE dal proprio istituto cassiere, ovvero Monte dei Paschi di Siena, che matureranno fino alla data di effettiva erogazione. Gli interessi matureranno a far data da:

  • 31 marzo 2014, per le imprese che beneficiano di un importo inferiore ai 150.000 € e per le imprese che hanno presentato la documentazione antimafia entro il 31 marzo 2014;
  • dalla data di presentazione della documentazione antimafia, per le imprese che beneficiano di un importo uguale o superiore a 150.000 €.

Le verifiche relative alle fideiussioni, a cura della MPS, saranno effettuate nei 15 giorni lavorativi successivi alla data di ricevimento, fatte salve eventuali cause interruttive. Qualora l'esito fosse positivo, MPS erogherà la cifra spettante tramite bonifico sul conto corrente indicato dall'impresa beneficiaria sul portale dedicato. Se l'esito dovesse, invece, essere negativo, MPS restituirà la fideiussione all'impresa.

Accedi per continuare a leggere
Appuntamenti
Scadenze
Novembre 2019
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Dicembre 2019
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Gennaio 2020
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •