Alternanza scuola-lavoro: i servizi per facilitare le aziende

Chiamaci subito.

Ti risponderanno i nostri esperti Formazione

02 58370510

Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza mette a disposizione delle associate una gamma di supporti per favorire il dialogo con le scuole sull'alternanza.

Obiettivo

Dalla realizzazione di un toolkit alla partnership con le Agenzie per il Lavoro: Assolombarda a fianco delle aziende associate per far decollare l’alternanza.
Da più voci nell’opinione pubblica è stato lanciato l’allarme rispetto alla possibilità di rendere effettiva l’alternanza scuola-lavoro, introdotta dalla legge “La Buona Scuola” come obbligatoria per gli studenti di licei, istituti tecnici e professionali. Si parla infatti di un milione e mezzo di studenti a regime, per circa 150 milioni di ore all’anno. Sono numeri che non aiutano certo a rasserenare le scuole; capita quindi sempre più spesso che si rivolgano alle aziende in modo destrutturato,  chiedendo loro di “farsi carico” delle ore di alternanza senza che ci sia alle spalle un percorso che accompagni l’ingresso di questi studenti in impresa.
Cosa fare allora per creare un contatto virtuoso tra due mondi – quello della scuola e quello del lavoro – che per troppo tempo si sono guardati con diffidenza e preoccupazione? Come trasformare un obbligo in un’opportunità per scuole e imprese?
Partire da una progettazione condivisa del percorso…
Anzitutto, in Lombardia e nel territorio milanese in particolare, non siamo all’anno zero. Se è vero che i numeri a regime saranno sicuramente significativi, è da sottolineare come le sperimentazioni già realizzate in modo volontaristico da scuole e aziende hanno permesso di segnare alcuni punti fermi. Il primo passo è la condivisione delle competenze da sviluppare attraverso la collaborazione tra scuole e aziende, su cui costruire insieme un progetto di alternanza con respiro triennale. Secondo, precisare che l’alternanza non è solo tirocinio in azienda. È piuttosto un intero percorso didattico, che comprende anche attività svolte a scuola, progettato in sinergia con le richieste del mondo del lavoro e che prevede il tirocinio come momento complementare alla didattica.
Per facilitare la costruzione di questo percorso Assolombarda mette a disposizione sul proprio sito un prezioso summary di queste attività, contenente i diversi passaggi per disegnare un’alternanza efficace e vantaggiosa per tutti gli attori coinvolti: azienda, scuola, studente.
Se per le imprese più strutturate può risultare sufficiente un tool in grado si supportare la fase di progettazione e gestione delle attività, per le aziende di minori dimensioni è importante mettere a disposizione “qualcosa in più”. È per questo che Assolombarda ha sottoscritto un accordo con alcune Agenzie per il Lavoro (Gi Group, Manpower, Randstad, Umana) che si sono attivate su questo tema, così da individuare una gamma di servizi funzionali a facilitare i rapporti tra scuole e aziende. Le Agenzie in questione hanno da tempo costruito relazioni stabili con diverse scuole del territorio, per accompagnarle nelle attività di orientamento degli studenti al mercato del lavoro e nello sviluppo di un servizio di placement dei diplomati, anche in risposta alle opportunità offerte da Garanzia Giovani. I servizi oggetto dell’accordo sono rivolti sia alle scuole, alle quali il Ministero assegna contributi ad hoc per l’alternanza, sia alle aziende, secondo un approccio da partner strategico per organizzare e gestire le attività previste dal progetto di alternanza.
Sono iniziative attraverso le quali Assolombarda intende creare sul territorio le condizioni favorevoli affinché l’alternanza scuola-lavoro possa davvero garantire al sistema educativo un salto di qualità nella formazione di giovani più pronti all’ingresso nel tessuto produttivo.Obiettivo

La legge n. 107/2015 (cd. "La Buona Scuola") ha introdotto l'obbligo dell'alternanza scuola-lavoro per gli studenti dell'ultimo triennio degli istituti tecnici e professionali, per 400 ore complessive, e per gli studenti dei licei, per 200 ore complessive.

Si tratta di un provvedimento che investe la responsabilità delle scuole, ma che ha delle ricadute anche sul sistema delle imprese, alle quali gli istituti scolastici si rivolgono per l'accoglienza degli studenti da coinvolgere in alternanza.

Per supportare le aziende interessate a collaborare con le scuole sul tema, Assolombarda ha definito alcuni strumenti al fine di facilitare la gestione del processo e delle relative attività, con l'obiettivo di delineare un contatto virtuoso tra due mondi – quello della scuola e quello del lavoro – che per troppo tempo si sono guardati con diffidenza e preoccupazione.

Anzitutto, è stata attivata una sezione specifica nel sito, denominata "Alternanza Scuola-Lavoro", contenente i diversi passaggi per disegnare un’alternanza efficace e vantaggiosa per tutti gli attori coinvolti (azienda, scuola, studente) e articolata nelle diverse attività che possono concorrere alla definizione del percorso: accogliere una visita in azienda, orientare al lavoro, realizzare un progetto di apprendimento "on the job". La sezione comprende anche la descrizione delle modalità di partecipazione ai Poli Tecnico Professionali per i diversi indirizzi di studio e alcuni esempi di alternanza nei percorsi di formazione terziaria (lauree e istituti tecnici superiori).

In secondo luogo, Assolombarda ha sottoscritto un accordo (cfr. Contenuti correlati) con le Agenzie per il Lavoro Gi Group, Manpower, Randstad e Umana che si sono attivate su questo tema, nel quale è individuato un pacchetto di servizi funzionali a facilitare i rapporti tra scuole e aziende. I servizi oggetto dell’accordo sono rivolti sia alle scuole, alle quali il Ministero assegna contributi ad hoc per l’alternanza, sia alle aziende, secondo un approccio da partner strategico per organizzare e gestire le attività previste dal progetto di alternanza. Per le informazioni di dettaglio è possibile visitare la sezione "Alternanza Scuola-Lavoro".

Contatti

Per informazioni è possibile rivolgersi all'Area Sistema Formativo e Capitale Umano: tel. 02.58.370.241/291/504/648, form@assolombarda.it

Contenuti correlati

Azioni sul documento

Appuntamenti
Scadenze
Febbraio 2020
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Marzo 2020
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Aprile 2020
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •