La gestione della salute e sicurezza sul lavoro: da cosa partire?

I principali destinatari degli obblighi in materia di salute e sicurezza sono i datori di lavoro, che hanno il dovere di organizzare il lavoro nella ''ragionevole certezza'' di rispettare le complesse norme di prevenzione: Assolombarda è a disposizione per fornire un qualificato supporto.

L'andamento degli infortuni sul lavoro e la crescente attenzione da parte degli Enti di controllo impongono ai datori di lavoro sempre più attenzione al rispetto delle norme in materia di salute e sicurezza sul lavoro: ogni datore di lavoro collabora con diverse figure della sicurezza (responsabile del servizio di prevenzione e protezione, medico competente, dirigenti, preposti ecc.) ma le responsabilità penali sono principalmente a suo carico (così come previsto dal D.Lgs n. 81/2008 e smi).

Quali sono gli step principali che le aziende devono considerare? Assolombarda dà il proprio supporto diretto sui seguenti item, che possono essere oggetto di integrazione da parte di Assolombarda Servizi.

Lettura della governance aziendale ai fini della salute e sicurezza sul lavoro

La corretta individuazione del datore di lavoro è il primo passo fondamentale per la corretta applicazione del Testo unico: in caso di dubbi, è possibile contattare l'Area Salute e Sicurezza sul Lavoro, anche per meglio comprendere temi come:

  • deleghe;
  • incarichi a preposti e dirigenti;
  • profili di responsabilità;
  • ecc.

Valutazione dei rischi

Il datore di lavoro è penalmente responsabile della valutazione dei rischi e del relativo documento (DVR): con il supporto del RSPP e della struttura aziendale, la valutazione dei rischi può essere impostata in varie modalità (es. anche usando check list, software o banche dati come quella degli agenti fisici).

Assolombarda è a disposizione per aiutare l'azienda a impostare la metodologia e il percorso valutativo che, in ogni caso, non può esaurirsi nella scelta degli strumenti (come, ad esempio, per la valutazione dello stress lavoro-correlato) ma deve partire:

  • dalla conoscenza della realtà aziendale;
  • dalla definizione di obiettivi, criteri ecc;
  • dal coinvolgimento delle figure previste dalla norma (es. l'RLS ecc.);
  • ecc.

fino ad arrivare alla adozione delle misure di prevenzione e protezione che consentono di valutare il rischio residuo, nell'ottica del miglioramento continuo.

Sulla base di questa metodologia (gestita da Assolombarda), Assolombarda Servizi può fornire consulenze ad hoc (es. rumore, marcatura CE macchine, rischio chimico ecc.).

Formazione, addestramento ecc.

La formazione è una delle misure che la norma richiede e che sono importanti (come percorso educativo) per migliorare i comportamenti dei lavoratori. Ogni datore di lavoro può impostare la formazione secondo le proprie esigenze ma si consiglia di contattare l'Area Salute e Sicurezza sul Lavoro prima di acquistare pacchetti formativi. Questo al fine di supportare le aziende nella individuazione dei fabbisogni formativi e nella progettazione della formazione per:

  • lavoratori, preposti e dirigenti (e datori di lavoro);
  • RSPP e ASPP;
  • RLS (N.B. la formazione erogata da Assolombarda Servizi è svolta in collaborazione con gli OPP);
  • addetti alle emergenze;
  • lavoratori che usano carrelli, che devono condurre generatori di vapore, PES/PAV ecc.

E' Assolombarda l'interfaccia per la condivisione obbligatoria dei progetti formativi e di aggiornamento per i lavoratori con gli OPP.

Assolombarda Servizi organizza ogni tipologia di corso di formazione, anche con riferimento a salute e sicurezza nel lavoro agile.

L'addestramento è stato ridefinito dalla normativa e deve essere correttamente svolto e documentato.

Rapporti con gli Enti di controllo

Per quanto riguarda i rapporti con:

  • ATS (es. prescrizioni a seguito di vigilanza ecc.);
  • INAIL (es. anche per OT23 e Bando ISI ecc.);
  • ITL (es. per sospensione della attività a seguito di inadempienze ecc.);
  • VVF (es. per attività a soggetto di controlli, CPI ecc.)

ogni azienda può contattare i funzionari dell'Area Salute e Sicurezza sul Lavoro.

COVID-19

L'applicazione delle misure di prevenzione da contagio resta come elemento importante, anche per evitare problemi di responsabilità per i datori di lavoro. L'Area è stata punto di riferimento sin dai primi momenti critici della pandemia (ancora in corso) e continua ad esserlo.

RSPPITALIA

La piattaforma raccoglie oltre 8.600 fra RSPP e ASPP e contiene articoli interessanti su questi temi.

Contenuto riservato agli associati. Accedi

Azioni sul documento

Tutela del lavoratore all’estero: focus sul settore Metalmeccanico

Tutela del lavoratore all’estero: focus sul settore Metalmeccanico

L’Unità di Crisi della Farnesina presenta gli strumenti per supportare Sicurezza e Safety dei lavoratori all'estero

L’Unità di Crisi della Farnesina presenta gli strumenti per supportare Sicurezza e Safety dei lavoratori all'estero

Agenti chimici: stato dell’arte e spunti per la valutazione del rischio

Agenti chimici: stato dell’arte e spunti per la valutazione del rischio

Gestire la Salute e Sicurezza dei Lavoratori dopo l'emergenza Covid-19

Gestire la Salute e Sicurezza dei Lavoratori dopo l'emergenza Covid-19