MUD 2019 - Novità e incontri informativi

Chiamaci subito.

Ti risponderanno i nostri esperti Ambiente

02 58370204

Entro il 22 giugno andrà presentato il Modello Unico di Dichiarazione ambientale (MUD) all'interno del quale andranno inseriti i dati relativi all'anno 2018.

Con il DPCM del 24 dicembre 2018 vengono introdotte limitate modifiche alle informazioni da trasmettere per i soggetti che svolgono attività di recupero e trattamento dei rifiuti e i Comuni. 

Rimangono immutati rispetto al 2018:

  1. Struttura del modello, articolato in 6 Comunicazioni; 
  2. Soggetti obbligati alla presentazione del MUD;
  3. Modalità per l’invio delle comunicazioni: in particolare le Comunicazioni Rifiuti, RAEE, Imballaggi, Veicoli fuori uso vanno inviate via telematica tramite il sito www.mudtelematico.it; la comunicazione rifiuti semplificata va compilata tramite il sito mudsemplificato.ecocerved.it e trasmessa via PEC all’indirizzo comunicazionemud@pec.it;
  4. Diritti di segreteria: pari a 10 € per l’invio telematico e 15 € per l’invio via PEC. 

Incontri informativi

Assolombarda ha organizzato i seguenti incontri informativi:

  • presso la sede di Milano il 20 maggio ore 10.00. Per iscrizioni clicca qui
  • presso la sede di Monza il 22 maggio ore 10.30. Per iscrizioni clicca qui

Principali Novità:

  • Sono esclusi dalla possibilità di inviare Comunicazione rifiuti semplificata, i soggetti che esportano rifiuti all’estero . Il nuovo DPCM prevede nel caso in cui il rifiuto abbia destinazione non nazionale l’obbligo del dichiarante di specificare la quantità per singola attività svolta a destinazione;
  • Nella scheda SA-AUT, introdotta l’anno scorso per tutti i soggetti in possesso di autorizzazioni allo svolgimento di attività di recupero o smaltimento rifiuti, è stato inserito espressamente il caso in cui l’Ente che ha rilasciato l’autorizzazione sia diverso da quelli previsti. Il dichiarante dovrà riportare l’ente originario titolare della funzione di autorizzazione. Inoltre, per quanto attiene all’attività autorizzata, nel caso in cui l’autorizzazione rilasciata dall’impresa non riporti esplicitamente l’attività attraverso i codici previsti, le istruzioni prevedono che il dichiarante dovrà indicare il codice della relativa operazione alla quale nel modulo MG ha attribuito le quantità trattate;
  • Nella Comunicazione RAEE sono state inserite due nuove categorie PF (pannelli fotovoltaici) e LS (lampade a scarica), oltre alle 10 già esistenti. Per i pannelli fotovoltaici il dichiarante non deve indicare la categoria 4 ma barrare PF, lo stesso per le lampade a scarica per le quali barrerà solo la casella LS. Inoltre nel modulo RT-RAEE il dichiarante dovrà specificare relativamente ai rifiuti che riceve dall’estero, la tipologia di trattamento prevista;
  • Nella Comunicazione Veicoli fuori uso, Modulo RT-VEIC, il dichiarante dovrà indicare per i rifiuti che riceve dall’estero, la tipologia di trattamento prevista;
  • Nella Comunicazioni Imballaggi, sezione Gestori, scheda IMB, i soggetti che effettuano attività di gestione di rifiuti di imballaggio dovranno comunicare il rifiuto ricevuto da terzi distinguendo rifiuto ricevuto da superficie pubblica” e “rifiuto ricevuto da superficie privata”. Questa nuova indicazione sostituisce il riferimento al “circuito CONAI “ e “circuito extra CONAI”. 
    Il dichiarante, inoltre, da quest’anno dovrà distinguere la quantità di rifiuto prodotta a seguito del trattamento di imballaggi mono-materiale dalla quantità di rifiuto prodotta a seguito del trattamento di imballaggi multi-materiale;
  • Nel modulo RT, il dichiarante dovrà indicare per i rifiuti CER del subcapitolo 1912 e per i CER 190501 e 190503, se i rifiuti ricevuti sono di origine urbana. In riferimento ai CER 160601 a 160605, 200133 e 200134, il dichiarante dovrà indicare se la quantità è relativa a pile e accumulatori portatili. Sempre nel modulo RT il dichiarante dovrà indicare per i rifiuti che riceve dall’estero, la tipologia di trattamento prevista tra recupero di materia, recupero di energia, incenerimento, discarica e altre operazioni di smaltimento;
  • Nel modulo MG è stata aggiornato il riquadro “tipologia impianto” con la modifica di alcune descrizioni e l’inserimento di altre.

Contatti

Ulteriori informazioni possono essere richieste a:

Azioni sul documento

Telefono Email
Unità Ambiente 0258370204 amb@assolombarda.it

Appuntamenti
Scadenze
Maggio 2019
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Giugno 2019
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Luglio 2019
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •