Aziende, atenei e studenti protagonisti di racconti d'innovazione

Il contest che vede protagoniste imprese innovative e importanti università e accademie per raccontare l’innovazione del nostro territorio.

Visioni d'impresa 2019

All’interno del progetto Genio & Impresa, ideato e realizzato da Assolombarda in occasione del quinto centenario dalla morte di Leonardo Da Vinci, si sono messi alla prova gli studenti di alcune delle più importanti università e accademie del nostro territorio, per sviluppare un progetto che racconti l’innovazione delle imprese attraverso linguaggi differenti: fotografia, video, graphic design, installazioni, scrittura.

IMPRESE PROTAGONISTE >

STUDENTI E UNIVERSITA' ...E I PROGETTI>


GiuriaLa Giuria

Dei 20 progetti in gara, solo 3 saranno i premiati dalla Giuria che sarà composta da:

  • Alessandro Scarabelli, Direttore Generale Assolombarda e Presidente della Giuria
  • Emilio Bellini, Co-Founder LEADIN'Lab Politecnico di Milano
  • Mauro Belloni, Autore
  • Alberto Damiani, amministratore Delegato Adverteam - Comunicare around the line
  • Carlo Furgeri Gilbert, Fotografo
  • Luca Lucini, Regista
  • Franco Rolle, Architetto Neo - Narrative Environments Operas

Vincitori del concorso 2019

1° POSTO

Francesco Magni di NABA racconta la Fondazione Un Futuro per L’Asperger Onlus
È Francesco Magni di NABA Nuova Accademia di Belle Arti di Milano con il progetto “Menti differenti” dedicato a Fondazione Onlus Un Futuro per l’Asperger – ILLCA S.M.I. S.r.l. il vincitore del contest Visioni d’Impresa, perché ha raccontato l’innovazione di questa realtà in modo estremamente efficace e senza cadere in retorica, usando linguaggi differenti in modo coerente: perché la comunicazione è innanzitutto semplicità.

Sciotta

2° POSTO

Silvia Sciotta di NABA racconta Hibye
Al secondo posto Silvia Sciotta di NABA Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, con il progetto “Lascia una traccia di te” dedicato all’azienda Hibye, perché ha avuto la capacità di gestire linguaggi espressivi diversi passando con leggerezza da analogico a digitale e viceversa.

3° POSTO

Erica Regalin dell’Università Studi di Milano racconta Diapason Consortium
Il terzo posto, a pari merito, va a Erica Regalin dell’Università degli Studi di Milano con il progetto “EX NOVO?” nato dall’incontro con Diapason Consortium, perché ha saputo raccontare l’innovazione innovando anche i linguaggi, essendo profonda ma mai pesante. 
Insieme a lei, Giorgio Muzzupappa dell’Università IULM di Milano con il progetto “X, L’Incognita” dedicato a Rexite, per aver raccontato con un punto di ironia il prodotto dell’azienda.

Regalin