Credito d'imposta digitalizzazione

il DL n. 152 del 6 novembre 2021 ha introdotto nell'ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) un credito d’imposta per la digitalizzazione di agenzie di viaggio e tour operator.
Il credito è pari al 50% delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2024, entro l’importo massimo complessivo cumulato di 25.000 euro e, comunque, nel rispetto delle risorse stanziate per ogni anno. Ad oggi il credito ha esaurito le risorse a disposizione, si è in attesa di un eventuale ulteriore  stanziamento di fondi. 


Spese agevolabili 

I costi che danno diritto al credito d’imposta sono i seguenti:

  • impianti wi-fi e attrezzature informatiche;
  • siti web ottimizzati per il servizio di navigazione su rete mobile;
  • programmi e sistemi informatici per la vendita diretta di servizi e pernottamenti;
  • spazi e pubblicità per promuovere e commercializzare online servizi e pernottamenti turistici;
  • servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale;
  • strumenti per la promozione digitale di proposte e offerte innovative in tema di inclusione e di ospitalità per persone con disabilità;
  • formazione del titolare o del personale dipendente in riferimento alle attività elencate.

 

Per poter accedere al benefico è richiesta la presentazione di una specifica domanda di accesso e un'autorizzazione alla fruizione del credito.
L’agevolazione è concessa nell’ambito del massimale «de minimis» e nel rispetto delle condizioni e dei limiti di cui alle deroghe previste per il periodo di applicazione del Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato.

Appuntamenti
15 Giu

Somme corrisposte alla cessazione del rapporto di lavoro

hh 10:00 - 11:30

4 Lug

L’azienda SMART: welfare aziendale e lavoro agile

hh 10:00 - 12:00