SISTRI: nuove regole operative in vigore dall'8 giugno 2016

Pubblicato il decreto ministeriale n. 78 del 30 marzo 2016 che sostituisce il decreto ministeriale n. 52 del 18 febbraio 2011 e s.m.i.

Assolombarda informa che è stato pubblicato il nuovo regolamento SISTRI che entrerà in vigore il prossimo 8 giugno 20161.

In sintesi il regolamento, conferma il novero dei soggetti obbligati all'adesione e dei relativi adempimenti, rimettendo però a futuri decreti la definizione di procedure operative necessarie per:

  • aderire al Sistri e dotarsi dei dispositivi;
  • comunicare le quantità/caratteristiche qualitative dei rifiuti;
  • gestire le procedure di emergenza;
  • definire le procedure e le tempistiche specifiche per le attività di microraccolta e di gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE);
  • definire le procedure da applicare nel caso di produttori che non sono tenuti alla compilazione telematica delle Schede Sistri;
  • definire le procedure per le comunicazioni da effettuare al Sistri;

Si segnala che fino all'adozione dei decreti, si applicheranno le disposizioni vigenti e le procedure indicate nei manuali e nelle guide rese disponibili nel portale informativo del Sistri e previo visto di approvazione del Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare.

Il decreto prevede inoltre che il futuro gestore del sistema2 provveda ad introdurre semplificazioni operative che riguardino:

  • l'abbandono dei dispositivi elettronici;
  • la tenuta in formato elettronico dei registri di carico e scarico e dei formulari di trasporto con compilazione in modalità off-line e trasmissione asincrona dei relativi dati;
  • la generazione automatica del modello unico di dichiarazione MUD;
  • gli obblighi informativi alle imprese attraverso l'interazione e il coordinamento con banche dati in uso alla pubblica amministrazione, garantendo l'acquisizione automatica delle informazioni disponibili;
  • l'interoperabilità con i sistemi gestionali utilizzati dalle imprese, dalle associazioni di categoria e loro società di servizi;
  • la sostenibilità dei costi;
  • la messa a disposizione di adeguati strumenti di assistenza e formazione per le imprese.

Note

1. decreto ministeriale n. 78 del 30 marzo 2016, "Regolamento recante disposizioni relative al funzionamento e ottimizzazione del sistema di tracciabilità dei rifiuti in attuazione dell'articolo 188-bis, comma 4-bis, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n.152" che abroga e sostituisce il precedente decreto ministeriale n. 52/2011".
2 Assolombarda ricorda che le procedure di affidamento ad un nuovo gestore sono attualmente ancora in corso.

Contatti

Ulteriori informazioni possono essere richieste a:

  • Vincenzo Mauro, tel. 0258370.483;
  • Ruggiero Colonna Romano, tel. 0258370344;
  • Alfredo Parodi, tel. 0258370.424;
  • Giuseppe Spina, tel. 0393638262 (Monza).

 

Azioni sul documento

Presentazione delle linee guida Assolombarda per l'applicazione della Tassonomia in azienda

Presentazione delle linee guida Assolombarda per l'applicazione della Tassonomia in azienda

Contravvenzioni ambientali e metodi di definizione alternativa del procedimento penale

Contravvenzioni ambientali e metodi di definizione alternativa del procedimento penale

Presentazione Dichiarazione MUD 2022 (Anno 2021)

Presentazione Dichiarazione MUD 2022 (Anno 2021)

Gestione sostenibile della risorsa idrica

Gestione sostenibile della risorsa idrica