Seconda relazione sullo stato di attuazione del PNRR

La Cabina di Regia sul PNRR, presieduta dal Presidente del Consiglio Mario Draghi, ha approvato la seconda Relazione sullo stato di attuazione del Piano.

La Cabina di Regia ha approvato il documento (consultabile qui) il 6 ottobre, e ne ha trasmesso il testo al Parlamento, perché possa esprimere i propri pareri (non vincolanti). Di seguito, potete leggere una breve sintesi della relazione, che si articola in due parti:

1. Progressi compiuti: la prima sezione illustra i progressi compiuti nell’attuazione del PNRR nel corso del 2022: dal pagamento della prima rata in aprile, conseguente al raggiungimento di traguardi e obiettivi in scadenza entro il 31 dicembre 2021, alla richiesta di pagamento della seconda rata a fine giugno 2022, con il raggiungimento dei risultati previsti per i primi sei mesi del 2022, certificato lo scorso 27 settembre con la valutazione positiva da parte della Commissione europea. Nella stessa sezione è analizzato lo stato di avanzamento del percorso per il conseguimento dei 55 risultati da raggiungere entro il 31 dicembre 2022.

2. Stato di avanzamento: nella seconda sezione sono contenute le indicazioni puntuali sullo stato di avanzamento di ciascuna misura del Piano, riforme e investimenti, come fornite dalle Amministrazioni titolari.

Le scadenze principali

Giustizia: completamento della riforma del processo civile e penale e della disciplina in materia di insolvenza126, con l’entrata in vigore di tutti gli atti delegati (M1C1-36);

Concorrenza: adozione dei decreti attuativi della legge annuale per il mercato e la concorrenza 2021, che è stata approvata in via definitiva dal Parlamento il 2 agosto scorso. Entro il 31 dicembre 2022 devono essere adottati la legge annuale sulla concorrenza per l’anno 2021.

Lavoro: 
1. GOL: è prevista l’adozione, a livello regionale e di provincia autonoma, dei Piani di attuazione del programma Garanzia di occupabilità dei lavoratori (GOL).
2. CPI e lotta lavoro sommerso – è previsto un primo potenziamento dei centri per l’impiego (CPI) e l’adozione del piano nazionale e della tabella di marcia attuativa per la lotta al lavoro sommerso in tutti i settori economici.

Certificazione parità di genere: l’entrata in vigore del Sistema di certificazione della parità di genere e la definizione dei relativi meccanismi di incentivazione per le imprese.

Turismo: a favore delle imprese turistiche, vi sono due traguardi relativi alla stessa misura del PNRR137. Il primo prevede l’attivazione del Fondo tematico della Banca europea per gli investimenti (BEI), con l’erogazione al Fondo di 350 milioni di euro (M1C3-30). Il secondo prevede l’erogazione al Fondo nazionale del turismo, gestito da CDP Immobiliare SGR Spa, di 150 milioni di euro (M1C3-31).

Ferroviario: è prevista l’aggiudicazione degli appalti per la costruzione della ferrovia ad alta velocità sulle linee Napoli-Bari e Palermo-Catania. Inoltre, vi è l’investimento per i sistemi di sicurezza e di segnalazione del trasporto ferroviario, che equipaggerà 3.400 km di ferrovia entro il 2026 dei sistemi di sicurezza ERTMS;

Idrico: si richiede l’adozione di iniziative per ridurre la frammentazione dei diversi attori, attraverso meccanismi di aggregazione per incentivare l'integrazione degli operatori di gestione attualmente autonomi nell'operatore unico per l'intero Ambito Territoriale Ottimale.

Transizione digitale: per la realizzazione del Polo strategico nazionale (PSN), l'infrastruttura ad alta affidabilità e con elevati standard di qualità destinata a ospitare i dati e i servizi strategici delle amministrazioni pubbliche167 , si prevede il completamento dell‘infrastruttura del Polo, nella quale dovranno trasferirsi i data center delle Pubbliche amministrazioni, con l’attestazione della conclusione delle verifiche di quattro data center. È inoltre è prevista l’aggiudicazione degli appalti pubblici per gli investimenti di ammodernamento del parco tecnologico e digitale ospedaliero. Entro la fine del 2022, si prevede la pubblicazione delle Procedure di gara e degli Accordi quadro Consip e la conclusione dei relativi contratti. I contratti devono prevedere l’acquisto di centri di elaborazione di dati necessari per realizzare l’informatizzazione della struttura ospedaliera e tecnologie hardware, software, elettromedicali e ausiliari per realizzare l’informatizzazione dei reparti ospedalieri.

Semplificazione: è prevista l’entrata in vigore delle misure che completano gli interventi di semplificazione per l'attuazione del Piano, con l’entrata in vigore di tutti gli atti delegati e della normativa secondaria necessaria all'efficace attuazione della semplificazione (M1C1-57).

Spending review: dovrà esser redatta una Relazione sull'efficacia delle pratiche utilizzate da amministrazioni selezionate per valutare l'elaborazione e l'attuazione di piani di risparmio174 (M1C1-102). La relazione sarà predisposta entro dicembre dalla Ragioneria generale dello Stato in collaborazione con amministrazioni selezionate al fine di valutare le pratiche di elaborazione e attuazione dei piani di risparmio e definire orientamenti comuni per tutte le amministrazioni pubbliche.

Sanità: dovrà essere approvata la legge Delega IRCCS a seguito del parere delle Commissioni parlamentari e successiva approvazione definitiva in CdM.

 

Visione complessiva traguardi e obiettivi

Per quanto riguarda i traguardi e gli obiettivi, Entro il secondo semestre 2022 dovranno essere realizzati 55 risultati (39 traguardi e 16 obiettivi), ai quali è collegata una rata di 21,8 miliardi di euro (19 miliardi di erogazione, al netto del prefinanziamento già corrisposto), da parte delle seguenti amministrazioni:

Ministro per l'Innovazione tecnologica e transizione digitale – 9 investimenti, 1 riforma;

Ministero della Transizione ecologica – 7 investimenti, 2 riforme;

Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili – 2 investimenti, 3 riforme;

Ministero del Lavoro e delle politiche sociali – 2 investimenti, 2 riforme;

Ministero dell'Economia – 1 investimento, 3 riforme;

Ministero dell'Università e ricerca – 1 investimento, 2 riforme;

Segretariato generale Presidenza del Consiglio dei Ministri – 3 riforme;

Ministero della Giustizia – 2 riforme, 1 investimento;

Ministero dell'Istruzione – 2 riforme;

Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali – 1 investimento; 1 riforma;

Ministero della Salute – 1 investimento, 1 riforma.

Ministero del Turismo – 2 investimenti;

Ministero dell'Interno - 2 investimenti;

Ministro per il Sud e la coesione territoriale – 1 investimento;

Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie – 1 investimento;

Ministro per la Pubblica amministrazione – 1 riforma;

Ministro per le Pari opportunità e la famiglia – 1 investimento.

Ricordiamo che la prima Relazione, del 23  dicembre 2021 scorso, può essere scaricata qui.

Azioni sul documento