Disponibile la nuova nomenclatura combinata per l’anno 2016 da utilizzare negli scambi con l’estero

Chiamaci subito.

Ti risponderanno i nostri esperti Internazionalizzazione

02 58370321

 

Con Regolamento di Esecuzione (UE) 2015/1754 della Commissione del 6 ottobre 2015, è stata
predisposta la nuova nomenclatura combinata da utilizzare negli scambi di merci con l’estero.
Il nuovo Atto comunitario, infatti, modifica l’Allegato I del Regolamento (CEE) n. 2658/87 del
Consiglio relativo alla nomenclatura tariffaria e statistica ed alla tariffa doganale comune, utilizzata
per definire diversi fattori di rilevante interesse per le imprese, tra cui, ad esempio:
 dazi a cui sono soggette le merci all’atto della loro importazione nella Comunità Europea;
 divieti, restrizioni, dazi antidumping e compensativi applicati a merci fabbricate in determinati
Paesi extra comunitari;
 eventuali agevolazioni daziarie dovute agli accordi di origine preferenziale stipulati tra la
Comunità Europea e taluni Paesi extra comunitari.
Per verificare se i codici di nomenclatura doganale abitualmente utilizzati hanno subito cambiamenti,
sarà necessario controllare, sulla nuova Taric, l’eventuale presenza dei seguenti simboli:
che indica i nuovi numeri di codice doganale in vigore dal 1°
gennaio 2015;
che indica i numeri di codice già utilizzati nel 2014, ma che nella
nuova versione hanno un contenuto diverso.
Il Regolamento di Esecuzione (UE) 2015/1754 entrerà in vigore venerdì 1° gennaio 2016.

Con Regolamento di Esecuzione (UE) 2015/1754 della Commissione del 6 ottobre 2015, è stata predisposta la nuova nomenclatura combinata da utilizzare negli scambi di merci con l’estero. Il nuovo Atto comunitario, infatti, modifica l’Allegato I del Regolamento (CEE) n. 2658/87 del Consiglio relativo alla nomenclatura tariffaria e statistica ed alla tariffa doganale comune, utilizzata per definire diversi fattori di rilevante interesse per le imprese, tra cui, ad esempio:

  • dazi a cui sono soggette le merci all’atto della loro importazione nella Comunità Europea;
  • divieti, restrizioni, dazi antidumping e compensativi applicati a merci fabbricate in determinati Paesi extra comunitari;
  • eventuali agevolazioni daziarie dovute agli accordi di origine preferenziale stipulati tra la Comunità Europea e taluni Paesi extra comunitari.

Per verificare se i codici di nomenclatura doganale abitualmente utilizzati hanno subito cambiamenti, sarà necessario controllare, sulla nuova Taric, l’eventuale presenza dei seguenti simboli:

 

Contatti

 

Area Mercato e Internazionalizzazione, Chiara Fanali tel. 0258370.373, e-mail: chiara.fanali@assolombarda.it, Selena Pizzocoli tel. 039 3638237, e-mail: selena.pizzocoli@assolombarda.it.

Azioni sul documento

Telefono Email
Maria Chiara Fanali 0258370373 Chiara.Fanali@assolombarda.it

Appuntamenti
Scadenze
Maggio 2019
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Giugno 2019
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Luglio 2019
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •