Gli obiettivi sul clima, la COP 26. Le scelte del Continente Europeo e il Fit for 55

In corso la COP26, la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici del 2021 che mira a raggiungere un accordo su come affrontare i cambiamenti climatici

In questi giorni, i leader mondiali sono riuniti a Glasgow dove si sta svolgendo la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici del 2021, nota anche come COP26. Questa conferenza è la XXVI Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. Per questo appuntamento, l’obiettivo identificato è particolarmente sfidante: raggiungere un accordo su come affrontare i cambiamenti climatici.

La Conferenza, per raggiungere l’obiettivo, si articolerà su 4 tematiche di discussione:

    • MITIGAZIONE - Azzerare le emissioni nette a livello globale entro il 2050 e puntare a limitare l’aumento delle temperature a 1,5°C

Ogni paese si impegnerà con ambiziosi obiettivi di riduzione delle emissioni entro il 2030 con il traguardo del raggiungimento di un sistema a zero emissioni nette entro il 2050, da realizzare con l’accelerazione della transizione dal carbone all’energia pulita e verso i veicoli a zero emissioni.

    • ADATTAMENTO - Adattarsi per la salvaguardia delle comunità e degli habitat naturali

Mettere in atto operazioni di mitigazione degli effetti negativi derivanti dai cambiamenti climatici, predisponendo sistemi di difesa, di allerta, infrastrutture e agricolture più resilienti anche attraverso la protezione degli ecosistemi

    • FINANZA - Mobilitare i finanziamenti

Le istituzioni finanziarie internazionali lavoreranno per garantire priorità a finanziamenti pubblici e privati destinati all’obiettivo del raggiungimento delle “Net Zero Emissions

    • COLLABORAZIONE - Collaborare per ottenere risultati

La crisi climatica pone sfide che richiedono collaborazione e unità d’intenti per poter essere efficaci. Il dialogo potrà facilitare l’accelerazione della transizione dal carbone all’energia pulita e verso i veicoli a zero emissioni.

Anche a livello europeo, è stata formalizzata una chiara scelta verso la decarbonizzazione: l’ambizione del nostro Continente in questo ambito è quella di acquisire il ruolo di leadership nell’efficientamento e nella produzione verde di energia, per conseguire gli obiettivi orientati alla neutralità climatica al 2050.

In questa direzione si inserisce il pacchetto di misure “FIT for 55”: una serie di strumenti legislativi di supporto al raggiungimento degli obiettivi stabiliti dalla normativa europea sul clima. La sfida del Fit for 55 è aumentare l’obiettivo di riduzione delle emissioni di CO2 al 2030 al 55%. Questo segnale rimarca il forte impulso che l’Europa vuole attribuire alla transizione energetica, con un deciso riassetto del sistema economico verso la sostenibilità.

Assolombarda mette a disposizione informazioni e documenti per le imprese interessate ad approfondire il tema.

Contatti

Ulteriori informazioni e chiarimenti possono essere richiesti agli esperti energia:
Sede di Milano: tel. 0258370.206/511, e-mail energia@assolombarda.it.
Sede di Pavia: tel. 038237521, e-mail pavia@assolombarda.it.

Azioni sul documento

Prima parte - Dalla diagnosi energetica alle misure di efficientamento nelle Piccole e Medie Imprese

Prima parte - Dalla diagnosi energetica alle misure di efficientamento nelle Piccole e Medie Imprese

Seconda Parte - Dalla diagnosi energetica alle misure di efficientamento nelle Piccole e Medie Imprese

Seconda Parte - Dalla diagnosi energetica alle misure di efficientamento nelle Piccole e Medie Imprese

Idrogeno: prospettive future e opportunità per il mondo dell’industria e della ricerca

Idrogeno: prospettive future e opportunità per il mondo dell’industria e della ricerca

Impianti fotovoltaici ed efficientamento energetico - Contributi regionali, un’opportunità per le PMI Lombarde

Impianti fotovoltaici ed efficientamento energetico - Contributi regionali, un’opportunità per le PMI Lombarde