PNRR - M4C2, I3.1: bando per la realizzazione o ammodernamento di infrastrutture tecnologiche di innovazione

Il bando del MUR finanzia almeno 10 infrastrutture tecnologiche di innovazione, che offriranno strumentazioni, soluzioni e servizi tecnologici avanzati rivolti al mondo accademico e imprenditoriale, sostenendo prioritariamente lo sviluppo delle fasi di maggiore prossimità al mercato.

Con una dotazione di 500 milioni di euro, il bando del MUR prevede un contributo alla spesa fino al 49% per la creazione o il rafforzamento di almeno 10 infrastrutture tecnologiche di innovazione, che favoriscano una più stretta integrazione tra imprese e mondo della ricerca, per dispiegare il potenziale di crescita economica del Paese e conferire resilienza e sostenibilità economica e ambientale ai processi di sviluppo.  

L'intervento mira a rafforzare e completare, in sinergia con le altre misure previste dal MUR, la filiera del processo di ricerca e innovazione, potenziando i meccanismi di knowledge transfer, incoraggiando l’uso sistemico dei risultati della ricerca da parte del tessuto produttivo, sostenendo la diffusione di un approccio trasformativo all’innovazione, anche attraverso la mobilitazione di competenze e capitali privati, nonché l’introduzione di modelli gestionali innovativi.

I soggetti che possono presentare domanda (soggetti proponenti) sono soggetti pubblici e nello specifico università ed enti di ricerca. Nell'implementazione dell'iniziativa il soggetto proponente deve coinvolgere soggetti privati che cofinanzino l'iniziativa attraverso operazioni di partenariato pubblico-privato.

Le infrastrutture possono essere localizzate in un unico sito o distribuite e gli ambiti.
Devono essere coerenti con le priorità del Programma Nazionale per la Ricerca (PNR) 2021-2027 o nelle Strategie di Specializzazione Intelligente nazionale o regionali e avere preferibilmente carattere multifunzionale per coprire almeno tre settori tematici quali, ad esempio: 

  • quantistica;
  • materiali avanzati;
  • fotonica;
  • scienze della vita;
  • intelligenza artificiale;
  • transizione energetica.

Il progetto deve prevedere un totale di costi complessivi ammissibili:

  • tra 10.000.000 e 20.000.000 euro per interventi di ammodernamento di infrastrutture esistenti;
  • tra 20.000.000 e 40.000.000 euro per interventi finalizzati alla creazione di nuove infrastrutture.

Le domande potranno essere presentate in lingua inglese a partire dalle ore 12.00 del 26 gennaio 2022 e fino alle ore 12.00 del 10 marzo 2022, a cura del soggetto proponente (quindi dall'università o ente pubblico di ricerca).

La valutazione si svolgerà in due fasi: una fase di valutazione tecnico-scientifica ed economico-finanziaria e una fase negoziale.

Per approfondimenti, è possibile consultare la scheda bando.

Contatti

Area Industria, Energia e Innovazione, Elena Ghezzi, e-mail , tel. 02 58370.382

Azioni sul documento

Telefono Email
Area Industria, Energia e Innovazione 0258370227 innovazione@assolombarda.it