CCNL Tessile-Abbigliamento-Moda: sottoscrizione contrattuale per lavoratori non iscritti alle oo.ss.

01 Giugno 2010


SETTORE GM TERZIARIO TRASPORTI ARREDO COMUNICAZIONE EDITORIA ESTRATTIVE MODA TURISMO VARIE VIDEOFONOGRAFICI E SREVIZI SINDACALI

CIRCOLARE GM SISTEMA MODA

Prot.2413/10/GUI/gb

Gentile Associato,

in relazione all’Ipotesi di accordo sottoscritta il 21 maggio 2010 per il rinnovo del CCNL Tessile Abbigliamento Moda, l'Associazione SMI (Sistema Moda Italia) e Femca-Cisl, Ficltem-Cgil, Uilta-Uil hanno convenuto le modalità seguenti di esecuzione della trattenuta e del versamento della quota di sottoscrizione contrattuale di 30 euro richiesta dalle Organizzazioni sindacali a carico dei lavoratori non iscritti:

  • entro il 31 maggio 2010 le Direzioni aziendali e le Organizzazioni sindacali , ciascuna per proprio conto, informeranno i lavoratori sulle modalità della sottoscrizione affiggendo in bacheca il comunicato inerente la procedura di attuazione della trattenuta e del versamento della quota di sottoscrizione contrattuale richiesta dalle Organizzazioni sindacali  (Allegato 1); 
  • con la busta paga di maggio 2010, l’Azienda metterà a disposizione di ogni lavoratore dipendente l’avviso ai lavoratori (Allegato 2); 
  • entro cinque giorni lavorativi dal ricevimento della busta paga di maggio 2010, i lavoratori che non vogliono aderire alla sottoscrizione lo comunicheranno per iscritto alla Direzione aziendale; 
  • l’Azienda effettuerà la trattenuta di 30 euro sul saldo della retribuzione di giugno 2010;
  • i lavoratori assenti dal luogo di lavoro per ferie, malattia, infortunio, congedo matrimoniale, missione o qualunque altro motivo nel periodo intercorrente tra la distribuzione della busta paga di maggio 2010 ed i cinque giorni lavorativi successivi, potranno comunicare la loro non adesione nel termine dei 5 giorni lavorativi successivi al rientro in azienda. Fino ad allora la trattenuta resta sospesa; 
  • la trattenuta non verrà effettuata ai lavoratori che dichiarino per iscritto di voler devolvere la quota di sottoscrizione ad altra e diversa Organizzazione sindacale firmataria del contratto nazionale; 
  • entro il 31 agosto 2010, l’Azienda dovrà versare le trattenute sul c/c IT 67 N 0100 5032 00000000045437, presso Banca Nazionale del Lavoro, via Bissolati 2, Roma, intestato a FILTA-CISL, FILTEA-CGIL e UILTA-UIL, a mezzo di bonifico bancario ordinario, specificando la denominazione dell’azienda versante ed il luogo in cui essa svolge la sua attività (Attenzione: il conto corrente è ancora intestato “Filta-Cisl” “Filtea-Cgil” e non “Femca-Cisl” e “Filctem-Cgil);
  • entro il 30 settembre 2010, le Direzioni aziendali comunicheranno alle R.S.U, o in mancanza alle Organizzazioni sindacali territoriali di Femca-Cisl, Filctem-Cgil e Uilta-Uil, esclusivamente l’ammontare complessivo trattenuto (allegando fotocopia della ricevuta del versamento delle quote di sottoscrizione effettuato tramite bonifico bancario), insieme al numero complessivo degli aderenti alla sottoscrizione e al numero dei dipendenti in forza;
  • l'azienda dovrà conservare i dati e la documentazione relativa alla sottoscrizione fino al 28 febbraio 2011, e poi li potrà distruggere. Entro il 15 maggio 2011, le Organizzazioni sindacali provinciali FEMCA-CISL, FILCTEM-CGIL e UILTA-UIL potranno richiedere alle Direzioni aziendali un atto notarile che, salvaguardando la segretezza dei nominativi dei lavoratori, attesti esclusivamente il numero complessivo dei non aderenti alla sottoscrizione.

Inoltre, che, in relazione ad analoga Ipotesi di accordo raggiunta il 21 maggio 2010 per il rinnovo del CCNL Tessile Abbigliamento Moda, l'Associazione SMI (Sistema Moda Italia) e l’Organizzazione sindacale UGL hanno convenuto la procedura esecutiva seguente per la trattenuta e il versamento della quota di sottoscrizione contrattuale di 30 euro richiesta da UGL a carico dei lavoratori non iscritti:

  • UGL Tessili informerà i lavoratori sulle modalità della sottoscrizione affiggendo nelle bacheche aziendali il comunicato inerente la procedura di attuazione della trattenuta e del versamento della quota di sottoscrizione contrattuale richiesta da UGL ai lavoratori non iscritti, comprensivo del modello di delega utilizzabile dai lavoratori (Allegato 3);
  • entro cinque giorni lavorativi dal ricevimento della busta paga di maggio 2010, i lavoratori che, non aderendo alla sottoscrizione di altre Organizzazioni sindacali, vogliono devolvere la quota di sottoscrizione a UGL, lo comunicheranno per iscritto alla Direzione aziendale, utilizzando il fac-simile predisposto (Allegato 3);
  • l’azienda effettuerà la trattenuta di 30 euro sul saldo della retribuzione di giugno 2010;
  • entro il 31 agosto 2010, l’Azienda dovrà versare le trattenute sul c/c n. 000001035635, presso Banca Monte dei Paschi di Siena, via Napoleone III° 2, 00185 Roma, IBAN IT25I0103003204000001035635, intestato a UGL Chimici a mezzo di bonifico bancario ordinario, specificando la denominazione dell’azienda versante ed il luogo in cui essa svolge la sua attività;
  • entro il 30 settembre 2010, le Direzioni aziendali comunicheranno a UGL esclusivamente l’ammontare complessivo trattenuto (allegando fotocopia della ricevuta del versamento delle quote di sottoscrizione effettuato tramite bonifico bancario), insieme al numero complessivo degli aderenti alla sottoscrizione;
  • l'azienda dovrà conservare i dati e la documentazione relativa alla sottoscrizione fino al 28 febbraio 2011, e poi li potrà distruggere. Entro il 15 maggio 2011, UGL potrà richiedere alle Direzioni aziendali un atto notarile che attesti esclusivamente il numero delle adesioni e gli importi raccolti, salvaguardando la segretezza dei nominativi dei lavoratori; le spese per gli atti notarili saranno a carico dell’Organizzazione sindacale richiedente.

Gli uffici del Settore Terziario (tel. 0258370.342/348/255/499, e-mail terziario@assolombarda.it) sono a disposizione per ogni eventuale ulteriore informazione.

Con i migliori saluti.

Elio Minicone
Direttore del Settore

Allegato 1: comunicato ai lavoratori;
Allegato 2: avviso ai lavoratori;
Allegato 3: comunicato ai lavoratori UGL.


Azioni sul documento