Osservatorio Assolombarda Agenzie per il Lavoro - II trim. 2021

Il ranking delle professionalità nell'area milanese.

La somministrazione riparte

Secondo i dati forniti dalla Agenzie per il Lavoro nel I trimestre 2021 nel territorio di Milano, Monza Brianza, Pavia e Lodi le richieste di lavoratori in somministrazione da parte delle imprese aumentano del +74% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, trainate dal +107%% dei tecnici e dal +106% degli impiegati esecutivi. L’entità dell’aumento risente evidentemente dell’effetto confronto con il trimestre più negativo del periodo, quello del lockdown, ma il balzo consente di recuperare quasi la metà delle perdite dovute all’emergenza: l’indice (in base II trim 2013 = 100) - che nel periodo aprile-giugno 2020 era crollato dal 123,8 del II trimestre 2019 al 48,3 (-75,5 punti) - risale a 84,1 (+35,8 punti).

Si consolida la ripresa del manifatturiero ...

La graduatoria del II trimestre 2021 delle figure più ricercate dalle imprese del territorio vede nelle prime posizioni profili professionali funzionali alle attività produttive: dagli operatori robot industriali ai tecnici della produzione, ai non qualificati in imprese industriali. La repentina intensificazione della domanda accentua i problemi di reperimento di candidati per alcune professionalità tecniche (tecnici della produzione, tecnici informatici, tecnici in campo ingegneristico) e di operai specializzati (installatori attrezzature elettroniche, montatori/manutentori e fonditori/saldatori).

… e riparte anche l'accoglienza

Il gruppo professionale degli addetti al commercio, indubitabilmente il più penalizzato dalla crisi, registra nel II trimestre 2021 un sensibile rimbalzo: +59%. Il recupero dei livelli pre-Covid è molto lontano (l’indice in base II trim 2013 = 100 - che toccava quota 135,3 nel II trim 2019 - risale a 68,7 dal minimo di 43,2 toccato un anno fa, recuperando solo 25,5 dei 92,1 punti persi), ma è un segnale importante di un possibile riavvio del comparto dell’accoglienza, così importante nel territorio e in particolare nella città di Milano.

Il clima di incertezza generato dal lockdown ha spinto molti lavoratori del settore a cambiare lavoro, con la conseguenza quasi paradossale che la ripresa della domanda, tanto attesa, ora che è arrivata possa risultare frenata dallo shortage di candidati di professioni qualificate nelle attività ricettive e della ristorazione.