Le performance delle imprese europee: un'analisi benchmark

Indagine sulla competitività del manifatturiero lombardo nel confronto europeo. Edizione 2019.

Giunta alla terza edizione, l’Analisi benchmark raccoglie dati inediti, rappresentativi e comparabili a livello di impresa che descrivono un totale di 1.926 aziende (di cui 590 intervistate nell’edizione 2019) lungo tre rilevazioni che coprono un arco complessivo di sette anni, dal 2011 al 2017, e che indagano 7 ambiti tematici - innovazione, smart manufacturing, internazionalizzazione, struttura di impresa, forza lavoro, credito e burocrazia - in cinque regioni cardine del tessuto produttivo europeo: Lombardia (Italia), Baden-Württemberg e Bayern (Germania), Cataluña (Spagna) e Auvergne-Rhône-Alpes (Francia). 

Concentrandosi sui principali risultati per la nostra regione, la Lombardia mostra un particolare dinamismo per quanto riguarda le attività legate a ricerca e innovazione

Nel dettaglio, aumenta la diffusione dell’attività di R&S: il 60% delle imprese dichiara di aver svolto attività di R&S nel triennio 2015-2017 (rispetto al 50% nel 2013-2015 e al 40% nel 2011-2013), arrivando così a superare la media campione. Rispetto al passato, aumenta inoltre la propensione all’innovazione: ben il 50% delle imprese lombarde introduce innovazioni di processo (dal 44% nel 2013-2015 e dal 31% nel 2011-2013, rispetto a una media campione del 40%), e il 30% introduce innovazioni di prodotto e mercato, in linea con Baden-Württemberg (27%) e Cataluña (29%). Accelera infine la transizione verso il 4.0: la quota di imprese che in produzione seguono logiche avanzate di smart manufacturing quasi raddoppia dal 6% nel 2015 al 13% nel 2017, a fronte di una sostanziale staticità del resto del campione. Rimangono comunque dei punti di debolezza, soprattutto nel confronto con i top performer tedeschi, in termini di trasferimento tecnologico e investimenti 4.0.

La Lombardia conferma ancora una volta la sua spiccata vocazione internazionale. In particolare si evidenzia che nel complesso circa il 14% delle imprese lombarde risulta altamente integrato nelle catene del valore globali (in linea con la media campione insieme al Bayern, mentre il Baden-Württemberg eccelle con il 18%).

Si registra infine una graduale transizione verso una cultura maggiormente manageriale. Si diffondono infatti le politiche di remunerazione basate sulla performance, adottate dal 47% delle imprese nel 2017 rispetto al 38% nel 2013 e nel 2015. La Lombardia si ferma sotto la media campione, ma il trend è costantemente positivo: il 34% delle imprese nel 2017 rispetto al 30% del 2015 e al 20% del 2013.

Per approfondimenti, è disponibile online l'infografica e il rapporto completo in italiano e in inglese.