Booklet Economia: ripartono i prestiti all'industria, prosegue il calo dei fallimenti ma aumentano ancora le liquidazioni volontarie

L'andamento economico della Lombardia nel confronto nazionale ed europeo.

La sicurezza sul lavoro in Lombardia

Nel secondo trimestre 2017 in tutti i settori economici, gli infortuni in occasione di lavoro in Lombardia scendono del -1,7% per occupato al netto della CIG e del -0,2% in totale (+3,8% nel bimestre luglio-agosto 2017). Stringendo l’analisi al settore industriale lombardo, nello stesso trimestre gli infortuni in occasione di lavoro crescono del +6,5% per occupato al netto della CIG e del +2,8% in totale (+0,8% luglio-agosto 2017).

IN SINTESI - L’andamento economico della Lombardia rispetto ai benchmark

Sul fronte economico, le indagini sulla fiducia delle imprese segnalano anche per la seconda metà del 2017 una prosecuzione della fase espansiva registrata nei primi sei mesi dell’anno. Infatti, a Milano, Lodi, Monza e Brianza rimbalza verso l’alto la fiducia del manifatturiero ed è su massimi storici quella del terziario innovativo, in parallelo la fiducia dei consumatori del Nord-Ovest segna nuovi record.

Sul fronte del mercato del lavoro, prosegue il riassorbimento della CIG (-54% tra gennaio e agosto) e aumentano le assunzioni complessive (+12,7% tra gennaio e luglio, ma -5,6% quelle a tempo indeterminato).

In questo scenario, il credito rimane un rischio per la crescita futura, ma registra importanti segnali positivi.  A livello di prestiti, nel primo trimestre 2017 si inverte la tendenza negativa nell’industria (+0,4%, dopo oltre 5 anni di variazioni con segno meno) e i servizi si confermano su tassi positivi e consistenti (+2,7%). A livello di procedure, prosegue la diminuzione dei fallimenti (-9,4%), ma le liquidazioni volontarie segnano un nuovo e consistente aumento (+10,8%, dopo il +7,2% nel complesso del 2016).