Booklet Economia: manifatturiero lombardo in forte accelerazione nel primo trimestre 2017

L'andamento economico della Lombardia nel confronto nazionale ed europeo.

La sicurezza del lavoro in Lombardia

Gli infortuni per occupato (al netto CIG) diminuiscono nelle fabbriche lombarde del -37,2% nel 2016 rispetto al 2011 e «al di fuori delle fabbriche» del -35,5%.

IN SINTESI - L’andamento economico della Lombardia rispetto ai benchmark

Il fatturato nel 2016 risulta in crescita per ben il 46% delle imprese milanesi*, percentuale sostanzialmente allineata tra manifatturiero e aziende del terziario innovativo. Per il 2017 sono queste ultime quelle che mostrano maggior ottimismo, con una quota di imprese che prevede un fatturato in crescita del 55%, a fronte di un 44% - in ogni caso da leggere positivamente - del manifatturiero.

Nel totale lombardo la produzione manifatturiera accelera ancor di più nel primo trimestre 2017, registrando un +1,7% (+0,8% il Baden-Württemberg), che segue un già consistente +1,0% di fine 2016. Ci attendiamo un prosieguo del trend positivo anche per il trimestre in corso, alla luce delle indicazioni del clima di fiducia milanese (su massimi storici per il manifatturiero, in flessione ma comunque su valori positivi per i servizi del terziario innovativo).

Il quadro più recente del mercato del lavoro mostra luci ed ombre. Continua infatti a ridursi significativamente la CIG in Lombardia (-54%) nel primo trimestre del 2017. Nello stesso periodo la domanda complessiva di lavoro in somministrazione a Milano* si conferma in crescita (+5%). Ma tra gennaio e febbraio il numero di assunzioni complessive si contrae a livello lombardo (-3,1%), soprattutto con riferimento al tempo indeterminato (-14,9%).

*Milano, Lodi, Monza e Brianza