Booklet Economia: 1° trimestre 2017 molto positivo per la Lombardia grazie a export e occupazione

L'andamento economico della Lombardia nel confronto nazionale ed europeo.

La sicurezza sul lavoro in Lombardia

Infortuni per occupato (al netto CIG) nel 1° trimestre 2017 rispetto al 1° trimestre 2016: +5,5% nelle fabbriche lombarde, +16,2% «al di fuori delle fabbriche». Nei mesi di aprile-maggio 2017 rispetto allo stesso periodo del 2016 il numero totale di infortuni si riduce del -9,7% nelle fabbriche, -6,2% «al di fuori delle fabbriche».

IN SINTESI - L’andamento economico della Lombardia rispetto ai benchmark

L’accelerazione recente della crescita economica lombarda è confermata anche dai dati di export: +8,6% nel primo trimestre 2017, in sensibile aumento dal (già sostenuto) +1,9% del quarto trimestre 2016 e in linea con i benchmark europei. Trainano sia i Paesi Ue (+7,4%) sia gli extra Ue (+10,3%, tra i quali spicca il +16,9% degli USA).

Considerata la fiducia elevata del manifatturiero, il permanere su livelli positivi di quella dei servizi innovativi e lo scenario previsivo italiano e globale, ci attendiamo una prosecuzione della fase espansiva nei prossimi mesi.

Segnali contrari dai consumatori, la cui fiducia scende sui livelli di fine 2015, con la componente del clima personale sostanzialmente piatta da un anno (in controtendenza rispetto al recupero del mercato del lavoro).

Gli occupati lombardi continuano a crescere: sono +145 mila nel primo trimestre 2017 rispetto al 2008. Il tasso di occupazione sale a 67,5%, superando il 2008 (unica regione tra i benchmark nazionali) e il tasso di disoccupazione scende al 7,0% (dal 7,8% di un anno fa). La CIG continua a ridursi in maniera consistente (-59% tra gennaio e maggio 2017). Gli andamenti divergenti tra le ore autorizzate (oggi più che doppie rispetto al pre crisi) e le ore effettivamente utilizzate (-20% rispetto al 2008) indicano il ritorno su livelli normali ma in un quadro economico ben più incerto del pre crisi.