Investimenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro - Modulo OT23 INAIL

Ogni anno le aziende possono adottare diversi interventi volontari per ottenere la riduzione del premio assicurativo.

L'INAIL, anche per quest'anno, mette a disposizione delle aziende risorse per interventi migliorativi delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro da adottarsi nel 2022.

Le aziende possono usufruire di questa possibilità per ottenere la riduzione del premio assicurativo annuale e migliorare allo stesso tempo la propria organizzazione di prevenzione adottando interventi mirati per eliminare e/o ridurre il rischio di infortuni e malattie professionali.

La concessione del beneficio è subordinata, oltre che all’attuazione degli interventi di miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene dei luoghi di lavoro, anche alla correttezza degli obblighi contributivi e assicurativi e all’osservanza delle norme di prevenzione infortuni e di igiene del lavoro.

E’ importante che le aziende si interfaccino con l'Area Salute e Sicurezza di Assolombarda per la corretta scelta degli interventi da adottare al fine di non rischiare di perdere questa opportunità loro riservata.

Assolombarda ha organizzato un incontro informativo con i tecnici INAIL per novembre 2022, ma è utile che le aziende comincino a verificare i progetti e le attività che devono essere effettuate nel corso dell’anno 2022, per poter presentare la domanda entro il 28 febbraio 2023: l’azienda dovrà indicare sul modulo di domanda per la riduzione del tasso medio per prevenzione (modulo OT23) gli interventi che ha attuato nell’anno solare precedente a quello di presentazione della domanda (2022). Per presentare il modulo occorre raggiungere il punteggio di 100 punti.

Gli interventi sono articolati nel modulo nelle seguenti sezioni:

A: PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI MORTALI (NON STRADALI), A-1: AMBIENTI CONFINATI E/O SOSPETTI DI INQUINAMENTO, A-2: PREVENZIONE DEL RISCHIO DI CADUTA DALL’ALTO, A-3: SICUREZZA MACCHINE E TRATTORI, A-4: PREVENZIONE DEL RISCHIO ELETTRICO, A-5: PREVENZIONE DEI RISCHI DA PUNTURE DI INSETTO, B: PREVENZIONE DEL RISCHIO STRADALE, C: PREVENZIONE DELLE MALATTIE PROFESSIONALI, C-1: PREVENZIONE DEL RISCHIO RUMORE, C-2: PREVENZIONE DEL RISCHIO CHIMICO, C-3: PREVENZIONE DEL RISCHIO RADON, C-4: PREVENZIONE DEI DISTURBI MUSCOLO-SCHELETRICI, C-5: PROMOZIONE DELLA SALUTE, C-6: PREVENZIONE DEL RISCHIO MICROCLIMATICO, D: FORMAZIONE, ADDESTRAMENTO, INFORMAZIONE, E: GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA: MISURE ORGANIZZATIVE, F: GESTIONE DELLE EMERGENZE E DPI

Esempi di interventi

Alcuni interventi importanti consentono di ottenere il massimo del punteggio (100 punti), ad es.:

  • adozione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro certificato secondo le norme UNI ISO 45001:18,
  • adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art. 30 D. Lgs. 81/2008.

Ma anche altri interventi possono arrecare un punteggio alto e comunque un valore aggiunto in termini di salute e sicurezza sul lavoro, ad es.:

  • Prevenzione degli infortuni mortali – ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento: es. l’azienda che ha acquistato e installato permanentemente sistemi per la rilevazione e l’analisi del livello di ossigeno e della concentrazione di gas tossici, esplosivi ed asfissianti, installati in postazione fissa negli ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento (DPR n. 177/2011) ottiene 80 punti;
  • Prevenzione del rischio di caduta dall’alto: es. l’azienda che ha installato, su edifici di cui ha la disponibilità giuridica, ancoraggi fissi e permanenti destinati e progettati per ospitare uno o più lavoratori collegati contemporaneamente e per agganciare i componenti di sistemi anti caduta, ottiene 80 punti;
  • Sicurezza macchine e trattori: es. l’azienda che ha sostituito con analoghe macchine conformi alla direttiva 2006/42/CE una o più macchine messe in esercizio anteriormente al 21 settembre 1996, ottiene 80 punti;
  • Prevenzione rischio elettrico: l’azienda che ha effettuato un’analisi termografica a una o più parti di impianto elettrico e ha conseguentemente attuato le opportune azioni correttive, ottiene 60 punti;
  • Prevenzione del rischio stradale: es. l’azienda che ha previsto per il personale, che durante l’attività lavorativa fa uso di veicoli a motore personalmente condotti, uno specifico corso teorico-pratico di guida sicura, ottiene 60 punti;
  • Prevenzione dei disturbi muscolo-scheletrici: es. l’azienda che ha realizzato un’attività di promozione della salute osteoarticolare e muscolare, ottiene 50 punti.
  • Etc.

 

Novità introdotte modulo OT23 2023

L'INAIL con una nota operativa illustra quali sono le novità rispetto al modulo precedente, ad es.: per gli interventi A-1.2 e A-1.4, della sezione “prevenzione degli infortuni mortali (non stradali), si avrà un punteggio maggiore pari a 70 punti rispetto ai 50 previsti precedentemente; oppure l'intervento A-3.2 della sezione “sicurezza macchine e trattori” è stato circoscritto all'acquisto o al leasing di macchine che sostituiscono macchine obsolete eliminando il ricorso al noleggio di macchine sostitutive (l'alienazione delle macchine avviene soltanto con la rottamazione), etc.

Contenuto riservato agli associati. Accedi

Azioni sul documento

Appuntamenti
18 Ott

L’Unità di Crisi della Farnesina presenta gli strumenti per supportare Sicurezza e Safety dei lavoratori all'estero

hh 10:00 - 12:00

28 Ott

Tutela del lavoratore all'estero: focus sul settore Metalmeccanico

hh 10:00 - 12:00

Agenti chimici: stato dell’arte e spunti per la valutazione del rischio

Agenti chimici: stato dell’arte e spunti per la valutazione del rischio

Gestire la Salute e Sicurezza dei Lavoratori dopo l'emergenza Covid-19

Gestire la Salute e Sicurezza dei Lavoratori dopo l'emergenza Covid-19

Prevenzione incendi: i nuovi decreti in vigore dal 2022

Prevenzione incendi: i nuovi decreti in vigore dal 2022

Salute e Sicurezza sul Lavoro: focus sulle novità in merito alla figura del preposto

Salute e Sicurezza sul Lavoro: focus sulle novità in merito alla figura del preposto