Dati sanitari nell'UE: forte impegno della Commissione Europea

La Commissione Europea ha dichiarato il proprio impegno per aumentare la disponibilità dei dati e promuoverne la condivisione nel campo dell'assistenza sanitaria.

Data la rilevanza dell'innovazione guidata dai dati per lo sviluppo economico e occupazionale, per le imprese, PMI e start-up e per lo sviluppo di tecnologie innovative, ma consente anche ai cittadini un accesso e una gestione più agevoli dei propri dati sanitari e alle autorità pubbliche un migliore utilizzo dei dati nell'ambito della ricerca, della prevenzione e delle riforme concernenti il sistema sanitario.


Le proposte presentate dalla Commissione, si fondano sul regolamento generale sulla protezione dei dati (RGPD), che entrerà vigore dal 25 maggio 2018. 

Le proposte permetteranno di raggiungere i seguenti obiettivi:

  • accesso e un riutilizzo migliori dei dati del settore pubblico;
  • condivisione di dati scientifici nel 2018;
  • condivisione dei dati del settore privato in contesti di interazione tra imprese e tra imprese e pubblica amministrazione;
  • garanzia della sicurezza dei dati sull'assistenza sanitaria ai cittadini promuovendo al contempo la cooperazione a livello europeo.

 

La Commissione invita il Parlamento europeo e il Consiglio ad adottare le proposte odierne di norme rivedute sull'informazione del settore pubblico. 

Inoltre, nella seconda metà del 208 e per i primi sei mesi del 2019, la Commissione istituirà una tavola rotonda di alto livello per discutere la tematica della condivisione dei dati del settore privato nel contesto delle interazioni tra imprese e pubblica amministrazione.

 

Informazioni

Per maggiori informazioni è possibile accedere a:

Contatti

Le aziende interessate ad avere maggiori informazioni possono rivolgersi al Life Sciences Desk, tel. 0258370.409 per approfondimenti.

Azioni sul documento