22. La mobilità e le infrastrutture

22.1. L’Osservatorio OTI NordOvest

Attraverso OTI NordOvest Osservatorio territoriale infrastrutture, a cui ha dato vita insieme all’Unione Industriale di Torino e a Confindustria Genova, Assolombarda si propone di effettuare il monitoraggio delle opere infrastrutturali necessarie al rafforzamento del sistema dei trasporti del Nordovest.

Nel 2011 l’Osservatorio ha realizzato:

  • il Rapporto OTI NordOvest 2010, articolato in approfondimenti che analizzano lo stato di avanzamento e le criticità più significative rilevate nel corso dell’anno sui principali sistemi infrastrutturali del territorio, realizzato con la collaborazione della Fondazione Nord Est per fornire un quadro conoscitivo sui progetti infrastrutturali che interessano l’intero Nord Italia;
  • il documento “Le infrastrutture per il Nordovest: 2001-2011, dove eravamo dove siamo, realizzato in occasione del decennale di OTI NordOvest, che propone un’analisi critica dello stato di avanzamento dei progetti monitorati nel decennio;
  • 9 dossier sui sistemi infrastrutturali che compongono il quadro dei principali interventi che interessano il Nordovest: nodi infrastrutturali di Milano, Genova e Torino; sistema dei porti liguri; sistema delle infrastrutture di accessibilità a Malpensa; sistema delle infrastrutture di accessibilità all’area Expo 2015; asse pedemontano; Corridoio V; Corridoio dei due Mari;
  • 4 newsletter trimestrali “NordOvest Infrastrutture” con le principali novità sui temi delle infrastrutture, dei trasporti e della mobilità.

 

22.2. MCE – Mobility Conference

Nel 2011 Assolombarda ha organizzato, insieme alla Camera di Commercio di Milano, la nona edizione della Mobility Conference, manifestazione dedicata ai temi dello sviluppo delle infrastrutture, della mobilità e dei trasporti in Italia. La MCE – che ha registrato la presenza di circa 1.000 partecipanti – ha dedicato sei diversi convegni e seminari all’approfondimento di temi specifici:

  • “Muoviamo l’Italia: politiche, reti e infrastrutture per il rilancio del Sistema Paese” ha fatto il punto sulle infrastrutture e le reti di cui l’Italia ha bisogno, sui nodi che ne frenano la realizzazione e sui rischi che corre l’intero sistema nazionale a causa dei ritardi nel potenziamento infrastrutturale;
  • “Presente e futuro della mobilità sostenibile: prodotti e soluzioni per i veicoli aziendali” ha permesso di illustrare l’offerta industriale e tecnologica su cui le imprese possono contare per dotarsi di veicoli puliti;
  • “Logistica e intermodalità merci in Lombardia: le condizioni per lo sviluppo” ha puntato i riflettori sulla situazione lombarda e sulle proposte utili a sciogliere i nodi che ancora frenano lo sviluppo della logistica e dell’intermodalità merci nel territorio. Un tema che sta particolarmente a cuore all’Associazione, e al quale è rivolta anche la sua partecipazione ai lavori del Tavolo sulla mobilità delle merci varato dalla Regione Lombardia;
  • “Finanziare le infrastrutture: strumenti e proposte per superare i vincoli della finanza pubblica” ha proposto una riflessione sulle modalità e gli strumenti che possono liberare risorse per gli investimenti infrastrutturali necessari allo sviluppo del Paese;
  • “Politiche e azioni per dare energia al Paese” ha fotografato le esigenze delle imprese e ha indicato le priorità da affrontare per costruire un orizzonte strategico chiaro, definito e condiviso rispetto alle politiche energetiche nazionali;
  • “Governo del territorio e infrastrutture per la Milano del futuro” ha richiamato l’attenzione sugli scenari relativi allo sviluppo infrastrutturale di Milano, sulle modalità con cui si intende passare dai piani e dai programmi alle realizzazioni, e sui relativi obiettivi, tempi e risorse.

 

22.3. Le partnership e le collaborazioni in campo infrastrutturale

Accanto all’Osservatorio OTI NordOvest, sono diverse le partecipazioni e le partnership strutturate attraverso le quali Assolombarda favorisce lo sviluppo infrastrutturale e il miglioramento della mobilità di merci e persone:

  • Autostrade Lombarde S.p.A.: attraverso la partecipazione societaria, l’Associazione promuove la realizzazione dell’Autostrada diretta Brescia-Milano Brebemi;
  • il Comitato Promotore Transpadana che nel 2011 ha promosso la realizzazione dell’Alta Capacità ferroviaria Lione-Torino-Venezia-Trieste-Ljubljana attraverso la realizzazione di incontri con interlocutori istituzionali e referenti politici a livello europeo, nazionale e locale, con la sua testimonianza diretta nell’ambito di iniziative convegnistiche e seminariali, e con la realizzazione di uno spot TV andato in onda su diverse emittenti nazionali e locali;
  • l’Osservatorio I Costi del Non Fare, al quale si deve l’organizzazione del convegno “Il rilancio delle infrastrutture. Siamo ad una svolta?”;
  • l’Osservatorio Infrastrutture e Sviluppo Sostenibile della Camera di Commercio di Milano, finalizzato a individuare problematiche connesse alle tematiche infrastrutturali e ambientali, a mettere in rete conoscenze e opportunità, a monitorare lo stato di attuazione dei principali progetti infrastrutturali sul territorio milanese e a svolgere azioni di sensibilizzazione su iniziative specifiche.

 

22.4. La mobilità urbana e sostenibile

Assolombarda dedica un’azione sistematica anche al tema della mobilità urbana e sostenibile. Fanno capo a quest’area di intervento:

  • il convegno “E-car: grande domanda, offerta adeguata?”, organizzato insieme a Deloitte e Unindustria in occasione della presentazione del 2° Osservatorio Deloitte dell’Auto elettrica per fare il punto sulle novità del settore dell’auto elettrica in Italia e nel mondo, analizzando le iniziative messe in atto dal sistema nel suo complesso (fornitori di componenti, distributori di energia e istituzioni nazionali e locali);
  • il monitoraggio delle politiche di mobilità di Milano finalizzate all’introduzione della congestion charge nella Cerchia dei Bastioni (Area C), la partecipazione ai relativi tavoli di lavoro, la definizione di un position paper condiviso con altre dodici Associazioni territoriali e di categoria, e la realizzazione di uno studio comparativo con altre città italiane ed europee sulle politiche di mobilità;
  • il monitoraggio delle politiche di mobilità urbana comunali attraverso la predisposizione di pareri e osservazioni nell’ambito del processo di realizzazione dei piani generali del traffico urbano e dei PGT.

Altre azioni e iniziative relative al tema delle infrastrutture e della mobilità sono riconducibili all’attività dell’Organizzazione Zonale e, più in generale, all’azione di dialogo con i ‘decisori’ e con le Amministrazioni del territorio. Per rafforzare questo tipo di intervento, l’Associazione esprime il proprio posizionamento sui diversi temi oggetto di confronto attraverso la diffusione di documenti dedicati. Nel 2011: il position paper relativo alla logistica e dell’intermodalità in Lombardia, il documento “Infrastrutture e Mobilità nella regione urbana milanese” e l’approfondimento sui costi, i finanziamenti disponibili e le risorse mancanti in relazione alle principali opere stradali, ferroviarie e metropolitane dell’area milanese.

Azioni sul documento