The Cultural and Creative Cities Monitor 2017

Report della Commissione Europea

In sintesi

Il “Cultural and Creative Cities Monitor” confronta 168 città europee, selezionate in base al loro impegno nella promozione della cultura e della creatività, attraverso 29 indicatori raggruppati in 9 dimensioni che descrivono la vitalità culturale (offerta culturale e partecipazione), la creatività economica (innovazione e creazione di lavoro nei settori creativi) e l’attrattività dell’ecosistema verso talenti creativi e verso iniziative culturali.

1 mappa indicatori

 

Milano in quarta posizione dopo Parigi, Monaco e Praga

• Tra le 21 città più grandi (oltre 1 milione di abitanti), Milano occupa la quarta posizione a livello generale.

• Scendendo nel dettaglio dei tre aspetti, Milano è terza in “Cultural Vibrancy”, dopo Parigi e Praga. In particolare, Milano si aggiudica il primo posto per numero di visitatori nei musei (per 1.000 abitanti). Dal lato di offerta culturale, Milano è in terza posizione per teatri, musei e monumenti. 

• Nel campo “Creative Economy”, Milano è seconda dopo Parigi per occupazione nei settori dell’arte, cultura e intrattenimento (per 1.000 abitanti).

• In riferimento all’“Enabling Environment”, Milano è in terza posizione dopo Parigi e Barcellona nel capitale umano e in particolare ottiene la seconda posizione nel numero di laureati in arte e materie umanistiche. Terza posizione anche nella mobilità locale e internazionale, dopo Londra e Colonia. In particolare, Milano è seconda dopo Londra nel numero di voli aerei accessibili in 90 minuti di viaggio via strada.

 

La Commissione Europea descrive Milano come una delle maggiori (e in crescita) destinazioni turistiche e un hub globale di economia creativa

Milano è riconosciuta a livello mondiale per la moda e il design; per i suoi eventi internazionali di alto livello (si ricordano la Milan Fashion Week, il Salone del Mobile e il Fuori Salone); per i casi di rigenerazione urbana come CityLife e i luoghi ex-industriali riconvertiti in spazi creativi, dove si incontrano arte, creatività, business e tecnologia.

 

Cultura e creatività non solo nelle capitali europee

• In Italia, così come accade in Germania e Spagna, la capitale non risulta essere la best performer tra le città nazionali. 

• Milano, infatti, è classificata come prima città italiana e, nell’indice generale della Commissione Europea, distanzia Roma di 10 punti. Un gap inferiore, ma pur sempre rilevante, per Berlino e Monaco e per Madrid e Barcellona. Parigi, invece, spicca come prima città culturale e creativa non solo della Francia ma anche dell’intero insieme di città analizzato.

 2 index score

Il report completo è disponibile al seguente link: report completo.

Azioni sul documento