I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Assolombarda. Ulteriori informazioni.

Guida al Sito
Login
Non sei registrato?
Registrati Subito

Brianza: siglato accordo per l’anticipo della cassa integrazione straordinaria

E’ stato rinnovato presso la sede della Provincia di Monza e Brianza il Protocollo d’intesa per l’anticipazione sociale della Cassa Integrazione Straordinaria.

Monza, 6 dicembre 2011 - E’ stato rinnovato oggi presso la sede della Provincia di Monza e Brianza il Protocollo d’intesa per l’anticipazione sociale della Cassa Integrazione Straordinaria anche in deroga a favore dei lavoratori della Brianza, a cui ha aderito anche Assolombarda.

L’accordo, siglato per la prima volta il 16 maggio 2010, ha consentito di dare un sostegno concreto ai lavoratori in cassa integrazione straordinaria, che hanno così potuto disporre in tempi rapidi dell’indennità anticipata dalle banche firmatarie.

Hanno confermato l’adesione - oltre alla Provincia di Monza e Brianza – la Camera di Commercio di Monza e Brianza, il Comune di Monza, Cgil, Cisl, Uil, l’Apa Confartigianato Imprese Milano – Monza e Brianza, la Confapi, la Confcommercio Imprese per l’Italia – Milano Monza e Brianza, la Confindustria Monza e Brianza, l’Unione Artigiani della Provincia di Monza e Brianza e la Banca di Credito Cooperativo di Barlassina, la Banca di Credito Cooperativo di Carate Brianza, la Banca di Credito Cooperativo di Carugate, la Banca di Credito Cooperativo di Lesmo, la Banca di Credito Cooperativo di Triuggio e della Valle del Lambro, la Banca Popolare di Bergamo, la Banca Popolare di Lodi e Banca Intesa San Paolo. Hanno aderito ex novo il Credito Bergamasco e Assolombarda.

"Siamo partiti lo scorso anno con questo progetto pilota che coinvolgeva istituzioni, sindacati, associazioni di categoria e banche, per dare una risposta concreta ai tanti lavoratori  in attesa della cassa integrazione – hanno spiegato il Presidente della Provincia di Monza e Brianza Dario Allevi e l'Assessore al Lavoro Giuliana Colombo. Da un primo monitoraggio effettuato abbiamo constatato che le adesioni sono state inferiori alle aspettative, tanto che pensavamo di concludere la sperimentazione. Tuttavia, considerando che la congiuntura economica resta molto difficile, abbiamo deciso di non abbassare la guardia e, anche su richiesta delle Organizzazioni Sindacali, riproponiamo l'accordo con un miglioramento della comunicazione per dare maggiori informazioni agli interessati".

L’anticipazione dell’indennità Cigs spettante avverrà per un massimo di sette mensilità, ognuna non superiore all'80% della retribuzione mensile percepita in servizio al netto degli oneri sociali e fiscali (max 900 euro mensili) per un importo complessivo non superiore a 6.300 euro.

Il protocollo prevede, inoltre, che l’apertura di credito cessi con il versamento da parte dell’INPS dell’indennità spettante. L’anticipazione dell’indennità Cigs seguirà le modalità previste da ciascuna banca aderente, così come esplicitate dal Protocollo d’intesa.

Settore Comunicazione e Immagine
Tel. 02 58370.296-347 - stampa@assolombarda.it

archiviato sotto: