Finanziamento per l'uso razionale dell'energia e per la produzione di energia da fonti rinnovabili.


La Regione Lombardia, con D.G.R. n° 7/15703 del 18 dicembre 2003, ha stanziato 3.000.000 euro per promuovere l’acquisizione  di impianti e tecnologie a carattere innovativo e dimostrativo per la produzione di energia da fonti rinnovabili e per l’uso razionale della stessa ed ha approvato il relativo bando.

Possono richiedere le agevolazioni enti pubblici e imprese pubbliche o private.

Sono ammissibili gli investimenti finalizzati a:

  1. realizzare impianti di riscaldamento degli edifici attraverso l’utilizzo di pompe di calore, alimentate con acqua prelevata da corpi idrici superficiali, dalle falde idriche sotterranee o da scarichi idrici, ovvero impianti geotermici;
  2. realizzare o riattivare impianti idroelettrici, con potenza nominale non superiore a 3000 kW (piccole derivazioni);
  3. realizzare impianti eolici per la produzione di energia elettrica.

Non possono essere finanziati:

  • interventi già realizzati o avviati in data anteriore a quella di approvazione della graduatoria dei progetti presentati;
  • le opere il cui importo, per singola iniziativa, sia inferiore a € 15.000;
  • le opere per le quali la cantierabilità sia superiore ai 12 mesi dalla data di pubblicazione sul BURL dell’esito dell’istruttoria (salvo motivata proroga);
  • interventi di tipo manutentivo o di sostituzione di impianti già esistenti e funzionanti.

Sono ammissibili le spese direttamente connesse all’intervento oggetto della richiesta di contributo, quali:

  • spese strettamente legate all’acquisto, installazione e attivazione di impianti nuovi di fabbrica per la produzione di energia secondo le tipologie finanziate dal bando;
  • per la riattivazione di impianti idroelettrici esistenti, spese che attengono ai costi relativi alle opere necessarie alla riattivazione stessa, compresi quelli per l’acquisto, la installazione e l’allaccio delle nuove attrezzature, purché non classificabili come operazioni manutentive o sostitutive di impianti funzionanti;
  • spese tecniche di progettazione, direzione lavori e collaudo, nel limite del 7 % della somma degli importi riferiti ai precedenti punti.


Sono escluse dal beneficio economico le spese sostenute per l’acquisto di attrezzature e materiali usati.

L’agevolazione è un contributo in conto capitale, erogato in regime de mininis, pari al 60% del costo ritenuto ammissibile. Ai sensi delle legge finanziaria 2003 il 50% del contributo in conto capitale erogato è soggetto a rimborso.

Le domande, redatte su apposita modulistica, devono essere consegnate entro le ore 12.00 del 31 maggio 2004 al protocollo federato della Ragione Lombardia.

Le informazioni di tipo tecnico possono essere richieste al numero 02-58370.574 di  Assoutility srl, la società per l'energia di ASSOLOMBARDA.

Per ulteriori informazioni sull'iter procedurale delle domande è possibile contattare l'Area Finanza ai seguenti numeri: 02-58370.434/703.

Riferimenti e collegamenti

Il bando ufficiale e la modulistica per presentare domanda sono reperibili al sito Obiettivo Finanziamenti nella sezione dedicata alle News (vedi Regione: bando fonti rinnovabili).

 

Azioni sul documento

Per saperne di più