Contributi ambientali: Docup Obiettivo 2 Misura 1.7


La Regione Lombardia ha stanziato 3.125.829 euro per iniziative atte a sostenere l'innovazione tecnologica finalizzata alla tutela ambientale.

I soggetti beneficiari sono le Imprese singole o in partnership ed i consorzi che operano nei settori manifatturieri (sezione D della classificazione delle attività economiche Ateco 91 operata dall'Istat, con esclusione delle attività dal punto 15.1 al 15.9) e nella manutenzione e riparazione di autoveicoli (sezione G limitatamente al punto 50.2) ubicate nelle aree Obiettivo 2 e nelle aree a sostegno transitorio.

Gli interventi devono realizzare la prevenzione e la riduzione dell'inquinamento ambientale derivanti da processi produttivi.
A tal fine verranno finanziati gli investimenti relativi a:

- tecnologie pulite nei cicli produttivi che riducano, alla fonte, le emissioni inquinanti e la produzione di rifiuti;
- tecniche di abbattimento delle emissioni e della produzione di rifiuti, finalizzate ad una tutela ambientale superiore ai limiti normativi di riferimento;
- recupero e riciclo dei residui della lavorazione;
- tecniche per l'utilizzo più efficiente delle risorse (come l'acqua e l'energia).


Sono ammissibili le spese realizzate a partire dal 24 novembre 2000, concluse entro 18 mesi dalla data di ricevimento della comunicazione di concessione del contributo e riguardanti:

a) Impianti generali;
b) Macchinari ed attrezzature;
c) Acquisizione di metodiche di intervento;
d) Acquisto di software e hardware;
e) Spese per l'implementazione di un sistema di gestione ambientale e per l'ottenimento della certificazione ambientale, solo in quanto collegate a spese per investimenti;
f) Spese per la progettazione, prototipizzazione e realizzazione di prodotti a basso impatto ambientale finalizzate all'ottenimento del marchio di qualità ambientale di prodotto (ecolabel) e della dichiarazione ambientale di prodotto (DAP, LCA, analisi);
g) opere murarie ed assimilate, funzionali alla installazione delle attrezzature e degli impianti, nel limite del 25% della spesa ammessa di cui ai punti a) e b);
h) studi preliminari, progettazione, direzione lavori, collaudo ed altri oneri tecnici e amministrativi nel limite del 10% della spesa ammessa di cui ai punti a) e b);
i) realizzazione degli allacciamenti alle reti esistenti.
 
Nel caso di locazione finanziaria, sono ammissibili solo i canoni pagati nel periodo di realizzazione del progetto, per i contratti stipulati non antecedenti la data del 24 novembre 2000.

L'agevolazione è un contributo in conto capitale fino ad un massimo del 30% dei costi ritenuti ammissibili al contributo, che è comunque limitato dalla norma comunitaria del "de minimis" che vincola ogni impresa a non percepire contributi pubblici oltre l'ammontare complessivo di 100.000 euro nell'ultimo triennio.

Le domande devono essere inviate alla Regione Lombardia entro e non oltre il 7 agosto 2003.

Ulteriori informazioni potranno essere richieste agli uffici dell'Area Finanza ai seguenti numeri telefonici 02.58370/434/703.  

La modulistica per presentare domanda, nonché ulteriori approfondimenti in merito all'iniziativa corrente sono presenti sull'homepage del sito di Assolombarda (www.assolombarda.it), cliccando su Finanziamenti, Sezione archivio, Documentazione, Regione Lombardia.

Azioni sul documento

Per saperne di più