Contributi per incentivare la prevenzione e la riduzione dell'inquinamento ambientale


La Regione Lombardia e il sistema camerale lombardo hanno stanziato per l'anno 2003  981.268,11 euro per incentivare, con contributi a fondo perduto, la prevenzione e la riduzione dell'inquinamento ambientale.

Possono presentare domanda di contributo:
· imprese artigiane, iscritte all'Albo Provinciale delle Imprese Artigiane presso le Camere di Commercio della Lombardia, con sede produttiva ubicata in Lombardia;
· consorzi, società consortili, cooperative, iscritte alla Sezione Separata dell'Albo Provinciale delle imprese artigiane presso le Camere di Commercio della Lombardia.

Sono agevolabili gli interventi , dall'importo minimo di  15.000,00 euro, finalizzati a:
- raggiungimento di certificazioni volontarie europee/internazionali: EMAS, ISO 14000, ECOLABEL;
- introduzione di tecnologie per la trasformazione di scarti/rifiuti in materie prime/seconde riutilizzabili all'interno dello stesso ciclo produttivo;
- introduzione di tecnologie che permettano la sostituzione di sostanze pericolose con altre a minor impatto ambientale;
- acquisto di nuovi impianti che consentano la riduzione degli scarti di lavorazione;
- acquisto di nuovi impianti per il trattamento delle acque reflue (civili ed industriali);
- interventi diretti alla rimozione, smaltimento e bonifica dell'amianto e alla nuova copertura dei locali;
- introduzione di tecnologie o sistemi idonei alla riduzione dell'inquinamento acustico e atmosferico;
- altre tipologie di investimento, purché sia chiaramente determinabile il grado di riduzione dell'inquinamento conseguente alla realizzazione dell'investimento stesso.

Saranno ritenute ammissibili le spese, sostenute nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2003 e il 30 giugno 2004, di seguito elencate:
1) acquisto di impianti di nuova fabbricazione destinati al miglioramento ambientale;
2) strutture e attrezzature, di nuova fabbricazione, connesse al ciclo produttivo atte a ridurre l'inquinamento nonché a recuperare e rigenerare energia;
3) oneri accessori necessari per garantire la funzionalità degli impianti, compresi i lavori effettuati direttamente dall'impresa;
4) lavori connessi alla rimozione, smaltimento e bonifica dell'amianto e alla nuova copertura dei locali;
5) consulenza tecnica e progettazione, se connesse al conseguimento di una certificazione.

L'agevolazione è un contributo a fondo perduto pari a :
· 25% della spesa ammissibile per le singole imprese artigiane;
· 30% della spesa ammissibile per i consorzi artigiani.

Tali contributi sono concessi secondo le modalità del regime "de minimis" e non possono essere cumulati con altri agevolazioni sullo stesso intervento.

Alla presentazione della domanda di contributo, l'impresa deve dimostrare di avere già realizzato l'investimento almeno nella misura del 30%.
L'investimento dovrà essere completato entro il 30 giugno 2004.

Le domande di prenotazione delle risorse, redatte su apposito modulo, devono essere presentate alle camere di commercio  territorialmente competenti entro il 31 dicembre 2003.
Ulteriori informazioni potranno essere richieste agli uffici dell'Area Finanza di Assolombarda ai seguenti numeri telefonici: 0258370.434/703.

La modulistica per presentare domanda, nonché ulteriori approfondimenti in merito all'iniziativa corrente sono accessibili dall'home del sito di Assolombarda (www.assolombarda.it), cliccando sul bottone giallo "Finanzamenti" , Sezione archivio.

Azioni sul documento

Per saperne di più