Rapporto ISAE-Assolombarda sul settore manifatturiero e del terziario innovativo - III trimestre 2010


17 novembre 2010

Descrizione dell'indagine
Il "Rapporto ISAE-Assolombarda sul settore manifatturiero e del terziario innovativo" (1) è realizzato trimestralmente dal Centro Studi Assolombarda in collaborazione con l'Istituto di Studi e Analisi Economiche (ISAE) e propone un confronto tra gli andamenti congiunturali dell'Italia e dell'area milanese.
I dati del settore manifatturiero vengono confrontati anche con le indagini analoghe dell’Area Euro, della Francia e della Germania, armonizzate dalla Commissione Europea.

Principali risultati del rapporto relativo al III trimestre 2010
Nel terzo trimestre la ripresa della fiducia delle imprese manifatturiere europee si consolida: l’indice sale sia nella media dell’Area Euro sia in tutti i principali paesi (compresa l’Italia e Milano), tornando sui livelli della prima metà del 2008. Nel terziario innovativo, differenze notevoli emergono tra l’andamento nazionale e quello milanese: in Italia la fiducia subisce una battuta d’arresto; nell’area milanese, invece, l’indice balza sui massimi dal quarto trimestre 2009.

Più nel dettaglio, l’indice del clima di fiducia delle imprese manifatturiere nell’Area Euro passa da -7 a -3; analogamente, l’indicatore relativo all’Italia (espresso in base 2005=100) sale da 96,2 a 98,6 sui massimi dal secondo trimestre 2008. Nell’area milanese, infine, l’indice (espresso in base 2005=100) sale da 102,7 a 103,5, il valore più alto dal terzo trimestre 2007.

Sia in Italia che nella media dell’Area Euro, la ripresa è stata sino ad oggi guidata principalmente da un classico “ciclo delle scorte”: le imprese hanno gradualmente registrato una ripresa della domanda (intensa sui mercati esteri), che è stata soddisfatta riducendo i magazzini e aumentando le aspettative di produzione. Oggi, le scorte sono in prossimità o addirittura (come in Italia) al di sotto dei valori considerati normali: nel breve termine le prospettive produttive sono, quindi, favorite da un lato dal recupero della domanda e dall’altro (è appunto il caso del nostro paese) dalla necessità di ricostituire i magazzini. Una volta ultimato il ciclo delle scorte, la sostenibilità della ripresa si misurerà essenzialmente sull’andamento degli ordinativi, che seppur in forte recupero restano pur sempre su livelli di saldo negativi e lontani dai massimi del precedente ciclo. In anticipo rispetto a ciò, nell’area milanese “il ciclo delle scorte” mostra nel corrente trimestre i primi segnali di ritorno alla normalità ed è accompagnato da un recupero ulteriore degli ordini, il cui saldo è su livelli positivi da inizio 2010.

A livello nazionale, la situazione ciclica nel terziario innovativo appare più critica: le imprese italiane mostrano di essere meno fiduciose, con l’indice che diminuisce da 102,3 a 99 e si riporta poco al di sopra dei valori della fine del 2009: le imprese sono meno ottimiste circa l’andamento corrente e atteso degli ordini, mentre le aspettative generali sulla situazione economica del paese si stabilizzano su valori negativi.  Invece, a Milano le imprese sono nettamente più ottimiste sia circa l’andamento corrente degli ordini sia nelle attese a breve termine su ordini e situazione economica generale: la fiducia balza, quindi, da -28 a 8 allontanandosi dai minimi del corrente ciclo e riportandosi in prossimità dei livelli della fine del 2009.

clima_III_trim10


Il prossimo Rapporto, riferito al quarto trimestre 2010, sarà pubblicato a febbraio 2011.

Riferimenti e collegamenti
1. Rapporto ISAE-Assolombarda sul settore manifatturiero e del terziario innovativo (III trimestre 2010). English version: Isae-Assolombarda Quarterly Survey on the Manufacturing and on the Business Services Sectors (Third Quarter 2010).

Contatti
Per ulteriori informazioni è possibile contattare l'Area Centro Studi, tel. 0258370328/409, e-mail stud@assolombarda.it.

Azioni sul documento

Per saperne di più