Milano*: ad aprile la fiducia del manifatturiero risale sui livelli massimi degli ultimi dodici mesi

Clima di fiducia del manifatturiero e dei consumatori.

Clima di fiducia del manifatturiero (aprile-maggio 2016)

Milano*: ad aprile la fiducia del manifatturiero risale sui livelli massimi degli ultimi dodici mesi

A Milano* il clima di fiducia del manifatturiero risale ad aprile sul massimo degli ultimi dodici mesi e si attesta su livelli positivi ed elevati: l’indice passa da 7,5 a marzo 10,3 ad aprile.

L’aumento dell’indice è dovuto ad un vistoso miglioramento delle attese di produzione che raggiungono il valore più alto da metà 2015, accompagnato da un recupero degli ordini sia interni (sul massimo da prima della crisi) sia esteri (sul saldo di febbraio). Di segno opposto invece, è il contributo delle scorte di prodotti finiti che tornano in accumulo, pur mantenendosi sui livelli considerati normali.
In termini di giudizi, la produzione recupera il calo di marzo raggiungendo il livello massimo da maggio 2011, mentre l’occupazione si mantiene sostanzialmente stabile.
Con riferimento invece alle prospettive per i prossimi 3-4 mesi, le previsioni sugli ordini interni salgono per il secondo mese consecutivo raggiungendo il picco da aprile 2015, mentre gli ordini esteri si confermano sui livelli elevati di metà 2015. Infine, le opinioni sulla tendenza generale dell'economia italiana si contraggono lievemente pur mantenendo un saldo positivo.

Benchmark europei: a maggio la fiducia è stabile in Italia e Francia, migliora in Germania, mentre diminuisce in Spagna sui minimi da inizio 2015

A livello di Paesi, a maggio il clima di fiducia del manifatturiero è stabile in Italia per il quinto mese consecutivo e si conferma su livelli inferiori alla media del 2015; invariato anche in Francia per il terzo mese, ma in questo caso su un saldo decisamente superiore alla media dello scorso anno. La fiducia migliora in Germania (recuperando i cali degli ultimi quattro mesi, all’interno comunque di un profilo piuttosto piatto), mentre diminuisce in Spagna dove tocca i minimi da inizio 2015.

Clima di fiducia del manifatturiero
(indice mensile destagionalizzato, ultimo dato per Milano* aprile 2016, per i Paesi maggio 2016)

* Milano, Lodi, Monza e Brianza 
Fonte: Tableau de bord Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza su dati Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza, Commissione Europea


Clima di fiducia dei consumatori (maggio 2016)

Il clima di fiducia dei consumatori è stabile a maggio nel Nord-Ovest e ancora in calo in Italia, ma ovunque su livelli inferiori ai massimi dell’inverno 2015
Nel Nord-Ovest il clima di fiducia dei consumatori è sostanzialmente stabile a maggio per il quarto mese consecutivo, mentre in Italia prosegue la progressiva discesa degli ultimi tre mesi. In entrambi i casi, la fiducia continua ad attestarsi su livelli positivi, ma inferiori ai massimi toccati nell’inverno 2015. In particolare, nel Nord-Ovest si segnala la componente sulla situazione economica del Paese, unica in calo a maggio e su livelli decisamente inferiori ai saldi storicamente elevati raggiunti a fine 2015.

Clima di fiducia dei consumatori
(indice mensile destagionalizzato, 2010=100)

Fonte: Tableau de bord Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza su dati Istat