I debiti commerciali delle amministrazioni pubbliche italiane: un problema ancora irrisolto

Questioni di Economia e Finanza - Banca d’Italia

 

Non esiste al momento una "contabilità ufficiale" dello stock dei debiti commerciali delle amministrazioni pubbliche (AP) verso le imprese. Banca d'Italia ha recentemente pubblicato una stima di tale fenomeno.

Un fenomeno rilevante per le nostre imprese, come lo stesso  presidente Gianfelice Rocca ha ricordato nella relazione dell'assemblea pubblica di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza del 26 ottobre 2015: «forte è la nostra richiesta alla Pubblica Amministrazione di pagare i 70 miliardi di debito commerciale ai privati che la Banca d’Italia ha ricordato nella sua ultima relazione annuale.»

I debiti commerciali delle AP sono  da noi notevolmente superiori a quelli che si registrano negli altri paesi europei e, a partire dalla crisi del 2008, sono stati oggetto di ampia attenzione mediatica e del governo, considerate le difficili condizioni di liquidità delle imprese fornitrici.

Secondo le stime di banca d'Italia l'ammontare totale dei debiti commerciali delle AP è nel 2014 di 71,6 miliardi, purtroppo in linea con il 2008 (68,4 miliardi), nonostante la diminuzione dal picco del 2012 (93,7 miliardi).

Dei 70 miliardi complessivi del 2014, 30 miliardi sono la componente fisiologica, cioè il valore delle loro consistenze coerente con il rispetto dai tempi di pagamento definiti contrattualmente. Se addirittura venissero applicate le direttive europee, il livello fisiologico scenderebbe a 22 miliardi.

Inoltre, secondo Banca d'Italia i debiti commerciali pesano a fine 2014 il 47% del fatturato annuo delle imprese nei confronti delle AP, in crescita rispetto al 43% del 2008. In aumento sono anche i tempi impliciti medi di pagamento che sono passati da 160 nel 2008 a 170 nel 2014 , con un picco  di 220 giorni nel 2012.

Debiti commerciali delle AP: stock complessivo e sue componenti (1)

(miliardi di euro e valori percentuali)

grafico debiti comm ap senza titolo

A quali imprese ci riferiamo parlando di debiti commerciali delle  AP? I due terzi di crediti commerciali verso le amministrazioni pubbliche pesano sulle  imprese di maggior dimensione.

 

Crediti commerciali v. le AP per classi dimensionali delle imprese

(quote)

Industria e servizi
Classe dimensionale 2012 2013 2014
20-49 0,17 0,12 0,12
50-199 0,25 0,24 0,20
200 e oltre 0,59 0,63 0,67
Totale 1,00 1,00 1,00

 

In allegato è riportato il report completo della Banca d’Italia.

Azioni sul documento

Per saperne di più