Booklet Economia: +36mila occupati in Lombardia nel 2016 rispetto al 2008

L'andamento economico della Lombardia nel confronto nazionale ed europeo.

La sicurezza del lavoro in Lombardia

Gli infortuni per occupato (al netto CIG) diminuiscono nelle fabbriche lombarde del -5,0% nel 2016 rispetto al 2015 e «al di fuori delle fabbriche» del -4,7%.

IN SINTESI - L’andamento economico della Lombardia rispetto ai benchmark

La Lombardia chiude il 2016 con un PIL in crescita del +1,3% sul 2015. La distanza dai livelli prima della crisi si riduce quindi al -3,1%.

Il rafforzamento dell’economia lombarda nel 2016 si riflette in un miglioramento del mercato del lavoro. Oggi gli occupati sono 4 milioni e 232 mila e, se scorporiamo i lavoratori equivalenti in CIG, sono 4 milioni e 217 mila. Rispetto al 2008, il saldo torna positivo: +36 mila, al netto della CIG +41 mila. Rispetto al pre crisi prosegue il trend evidenziato già un anno fa: ci sono più occupati donne e meno uomini, più laureati e diplomati e meno lavoratori con licenza media, più 45-64enni e più dipendenti.

Sui mercati internazionali la Lombardia raggiunge nel 2016 un nuovo record: 112 miliardi di export, +0,8% sul 2015, +7,8% rispetto al livello pre crisi. In linea con questo trend, anche la produzione manifatturiera aveva registrato nel 2016 una crescita del +1,3% sul 2015.

In questi primi mesi del 2017 si confermano i segnali positivi sul fronte manifatturiero. A Milano* il clima di fiducia sale infatti a febbraio ed è su livelli storicamente elevati.