Formazione trasversale in apprendistato – L’applicazione in Lombardia delle novità introdotte dal Job Act

La Regione Lombardia, in collaborazione con le Province alle quali compete la gestione dell’offerta formativa, ha definito le modalità di comunicazione dei corsi regionali per l’acquisizione delle competenze di base e trasversali.

 

L’approvazione del Job Act (legge n. 78/2014, di conversione del decreto Poletti) ha introdotto, per l’apprendistato professionalizzante (art. 4, d.lgs. 167/2011), un termine di 45 giorni entro il quale la Regione deve comunicare al datore di lavoro le modalità di svolgimento dell’offerta formativa pubblica, anche con riferimento alle sedi e al calendario delle attività previste; tale termine decorre dalla comunicazione dell’instaurazione del rapporto di lavoro.
Per far fronte a tale obbligo la Regione Lombardia, in accordo con le Province alle quali è affidata la programmazione dell’offerta formativa nei diversi territori, ha stabilito la seguente procedura.
Nel momento in cui l’azienda - all’atto dell’assunzione dell’apprendista - procede all’invio della ‘Comunicazione Obbligatoria’, sull’apposito portale “SINTESI” compare una informativa che:
avvisa i datori di lavoro che attraverso il catalogo provinciale è disponibile l'offerta formativa pubblica per la formazione di base e trasversale;
li invita a consultare il catalogo stesso e a contattare il centro di formazione individuato, che comunicherà il calendario di svolgimento dell'attività formativa.
Come previsto dalla delibera regionale del 25 gennaio 2012 (cfr. Contenuti correlati), rimane la possibilità per le aziende con sede operativa e/o legale in Lombardia di erogare internamente la formazione di base e trasversale, attenendosi agli indirizzi regionali e senza beneficiare di risorse pubbliche.
Contatti
Per informazioni è possibile rivolgersi all'Area Sistema Formativo e Capitale Umano, tel. 02.58370.504/648, e-mail form@assolombarda.it

L’approvazione del Job Act (legge n. 78/2014, di conversione del decreto Poletti) ha introdotto, per l’apprendistato professionalizzante (art. 4, d.lgs. 167/2011), un termine di 45 giorni entro il quale la Regione deve comunicare al datore di lavoro le modalità di svolgimento dell’offerta formativa pubblica, anche con riferimento alle sedi e al calendario delle attività previste; tale termine decorre dalla comunicazione dell’instaurazione del rapporto di lavoro.

Per far fronte a tale obbligo la Regione Lombardia, in accordo con le Province alle quali è affidata la programmazione dell’offerta formativa nei diversi territori, ha stabilito la seguente procedura.

Nel momento in cui l’azienda - all’atto dell’assunzione dell’apprendista - procede all’invio della ‘Comunicazione Obbligatoria’, sull’apposito portale “SINTESI” compare una informativa che:

  • avvisa i datori di lavoro che attraverso il catalogo provinciale è disponibile l'offerta formativa pubblica per la formazione di base e trasversale;
  • li invita a consultare il catalogo stesso e a contattare il centro di formazione individuato, che comunicherà il calendario di svolgimento dell'attività formativa.

Come previsto dalla delibera regionale del 25 gennaio 2012 (cfr. Contenuti correlati), rimane la possibilità per le aziende con sede operativa e/o legale in Lombardia di erogare internamente la formazione di base e trasversale, attenendosi agli indirizzi regionali e senza beneficiare di risorse pubbliche.

Contatti

Per informazioni è possibile rivolgersi all'Area Sistema Formativo e Capitale Umano, tel. 02.58370.504/648, e-mail form@assolombarda.it.

Contenuti correlati

Azioni sul documento

Da sempre accanto alle imprese con servizi specifici: scopri il supporto in tema di formazione e competenze - 14 dicembre

Da sempre accanto alle imprese con servizi specifici: scopri il supporto in tema di formazione e competenze - 14 dicembre

Il Dottorato di Ricerca Industriale: forme e strumenti di collaborazione tra atenei e imprese

Il Dottorato di Ricerca Industriale: forme e strumenti di collaborazione tra atenei e imprese