Internazionalizzazione degli atenei di Milano e della Lombardia

Edizione 2017.

I risultati in sintesi

 

Lo studio del livello di internazionalizzazione degli atenei passa attraverso la definizione di studente internazionale rispetto a quella di studente straniero. Secondo il MIUR sono 17.769 gli studenti stranieri (ossia studenti con cittadinanza non italiana) presenti negli atenei lombardi, pari al 7% del totale iscritti. L’OCSE, invece, misura gli studenti con cittadinanza straniera che si sono trasferiti in un paese straniero per iscriversi a corsi di formazione terziaria. L’analisi contenuta in questo report è focalizzata sul concetto di internazionale, cioè lo studente straniero iscritto negli atenei (lombardi), che ha conseguito il diploma superiore all’estero. 

Una prima misurazione del grado di internazionalizzazione degli atenei lombardi emerge dal numero di studenti internazionali: nell’anno accademico 2015-2016 risultano 12.577 studenti internazionali, equamente distinti tra femmine (54%) e maschi. Gli studenti internazionali corrispondono al 5% del totale iscritti negli atenei lombardi e, rispetto all’anno accademico 2014-2015, crescono del 4,6%.

Le iscrizioni degli studenti internazionali riguardano soprattutto i corsi di laurea di primo, secondo livello e a ciclo unico (87,8%). Tra i giovani internazionali iscritti alle lauree, il 56% ha scelto corsi STEAM (35% corsi STEM e 21% corsi Arts).

L’analisi per paese di provenienza mette in luce la forte presenza negli atenei lombardi di giovani asiatici, in particolare cinesi.

Completano l’analisi del livello di internazionalizzazione il dato gli studenti coinvolti nei programmi di mobilità, degli accordi internazionali e dei visiting professor.

L’internazionalizzazione degli atenei si riflette anche nella diffusione dei programmi di mobilità internazionale, che nell’anno accademico 2015-2016 coinvolgono quasi 17.000 studenti, il 2,1% in più del 2014-2015, il 50% in più del 2008-2009. Sul fronte uscita, nell’anno accademico 2015-2016 sono 10.669 gli studenti italiani all’estero, nel 46% dei casi con il programma Erasmus. Sul fronte entrata, gli atenei lombardi hanno attratto 6.255 studenti stranieri dall’estero, per i quali l’Erasmus rappresenta il principale programma mobilità internazionale (55%). 

Sono in aumento anche gli accordi internazionali con gli atenei di tutto il mondo, pari a 5.769 nel 2015-2016: +3,6% rispetto all’anno accademico 2014-2015 e più che raddoppiati rispetto al 2008-2009.

Infine, un ulteriore elemento che contraddistingue il processo di internazionalizzazione degli atenei milanesi e lombardi è rappresentato dal numero di visiting professor: 716 ospitati nell’anno accademico 2015-2016, pari all’8,5 del numero complessivo di docenti.