Alternanza scuola-lavoro

Il 40% della disoccupazione giovanile in Italia ha natura strutturale e affonda le sue radici in particolare nel disallineamento tra capitale umano formato nei percorsi di istruzione e necessità attuali e future del sistema economico. La collaborazione tra imprese e sistema educativo è la chiave del successo per accrescere la capacità competitiva del nostro Paese e del suo sistema imprenditoriale.

Il presente KIT mette a disposizione di Imprese e Scuole strumenti e metodologie per stabilire collaborazioni efficaci e di successo per il potenziamento delle competenze dei diplomati.

È inoltre disponibile una ricerca sulle iniziative di alternanza finora realizzate in Lombardia e sui relativi fattori facilitanti.

Come collaborare?

Perché collaborare?

Perché collaborare?

… più vantaggi per tutti

 

potenziare le competenze dei diplomati
ridurre tempi e costi di inserimento
orientare alle professioni richieste dalle imprese
arricchire il proprio business e la propria organizzazione di freschezza e nuovo entusiasmo attraverso il confronto con le giovani generazioni
ottimizzare i processi di recruitment
moltiplicare le opportunità di apprendimento on the job
valorizzare l’impegno dell’impresa nelle politiche di sviluppo del territorio
valorizzare l’impegno della scuola per lo sviluppo della competitività sul mercato del lavoro dei propri studenti
avere visibilità sulla varianza delle richieste del mondo del lavoro e prevenire l’obsolescenza dei programmi di studio
  • potenziare le competenze dei diplomati
  • ridurre tempi e costi di inserimento
  • orientare alle professioni richieste dalle imprese
  • arricchire il proprio business e la propria organizzazione di freschezza e nuovo entusiasmo attraverso il confronto con le giovani generazioni
  • ottimizzare i processi di recruitment
  • moltiplicare le opportunità di apprendimento on the job
  • valorizzare l’impegno dell’impresa nelle politiche di sviluppo del territorio
  • valorizzare l’impegno della scuola per lo sviluppo della competitività sul mercato del lavoro dei propri studenti