Brexit

Dal 1 febbraio 2020 il Regno Unito ha acquisito lo status di paese terzo rispetto all’Unione europea ed è scattato un periodo transitorio che si concluderà il 31 dicembre 2020. Nel corso di questi 11 mesi non ci sarà nessun cambiamento nella gestione dei rapporti commerciali in quanto il paese continuerà ad applicare le regole doganale e fiscali (IVA e accise) europee.

Questa sezione è dedicata alla raccolta delle iniziative e delle informazioni, messe a disposizione dalle competenti autorità, sia a livello nazionale che europeo, per accompagnare le aziende nella gestione della nuova cornice all’interno della quale si andranno a collocare i rapporti economici, ma non solo, con il Regno Unito.

Informazioni


Brexit: Agenzia ICE realizza la collana "Tascabili Brexit"

Iniziativa di Agenzia ICE che mette a disposizione delle aziende documenti snelli, che affrontano con maggiore specificità, rispetto alle guide già pubblicate, singoli temi. Aggiornamento: sono disponibili i 'tascabili' dedicati alle nuove regole per entrare in UK per lavoro e immigrazione e per la vendita delle merci regolamentate CITES (Convenzione sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora minacciate di estinzione).

Brexit e duplice uso. Cosa cambia dopo l'1 gennaio 2021

Con il termine del periodo di transizione, la fornitura di beni duali nel Regno Unito sarà soggetta a licenza di esportazione.

Preparati al post Brexit: fine del periodo di transizione. Ciclo di webinar

Confindustria, in collaborazione con ICE Agenzia e Agenzia delle Dogane, organizza un ciclo di webinar formativi focalizzati sulle tematiche doganali e le relative procedure che il nuovo assetto delle relazioni tra UE e UK comporterà nel post Brexit. I webinar sono rivolti prioritariamente alle aziende che già intrattengono rapporti commerciali con UK

Regno Unito: Brexit, nota di aggiornamento "Scheda Vino"

Agenzia ICE, Ufficio di Londra, segnala le principali disposizioni in materia d’importazione di vino dall'UE nel Regno Unito. A partire dal 1° luglio 2021 verrà introdotto il certificato VI-1 per il vino proveniente dall'Unione Europea.

Brexit: UKCA è il nuovo marchio che dovrà essere usato per i beni immessi sul mercato britannico

Guida realizzata dal ICE-Agenzia per la marcatura UKCA. Dal 1° gennaio 2021 il Regno Unito per determinate categorie di beni non accetterà più il marchio CE; per provare la conformità di tali beni ai requisiti del paese sarà necessario il marchio UKCA. Per tutti gli altri prodotti è previsto un periodo di transizione e il marchio UKCA sarà obbligatorio dal 1 gennaio 2022.

Regno Unito: Brexit, aggiornamenti sui controlli dei prodotti della pesca.

E’ disponibile una nota di aggiornamento che approfondisce i controlli sanitari e fitosanitari sui prodotti della pesca nel post-Brexit.

Regno Unito: le nuove regole per gli scambi commerciali

A partire dal 1° gennaio 2021 saranno richiesti nuovi requisiti alla frontiera inglese per l'importazione nel Regno Unito. I controlli doganali si svolgeranno in tre fasi a seconda della tipologia della merce.

Are you ready for Brexit?

A prescindere dal raggiungimento di un accordo tra UE e Regno Unito che eviti la cosiddetta "hard Brexit", dal 1 gennaio 2021 le aziende dovranno essere pronte a gestire i rapporti con il Regno Unito come paese extra UE, con quanto ne consegue da un punto di vista di fatturazione, gestione dei rapporti commerciali e aspetti contrattuali.

Brexit: pubblicata la UK Global Tariff

Il Governo britannico ha pubblicato il nuovo regime tariffario, UK Global Tariff, che entrerà in vigore a partire dall’inizio del 2021 e si applicherà a tutte le importazioni nel Regno Unito ad eccezione della presenza di accordi commerciali preferenziali (FTAs).

Post- Brexit e relazioni future UE-Regno Unito

Nota di aggiornamento di Confindustria sugli sviluppi più recenti della Brexit e sul futuro delle relazioni UE-UK. Dal 2021 le operazioni di acquisto/vendita con il Regno Unito saranno assoggettate alle formalità doganali con la conseguente necessità per le aziende di rivedere l'impostazione dei rapporti commerciali e della logistica

Brexit: gli scenari alla luce dell'esito delle elezioni britanniche

Le elezioni per la Camera dei Comuni dello scorso 12 dicembre hanno visto una netta vittoria del Partito Conservatore di Boris Johnson. L’ampia maggioranza a disposizione dei Conservatori rende ora altamente probabile la ratifica dell’accordo entro il 31 gennaio 2020, data prevista per l’uscita del Paese dall’Unione

Brexit: nuova proroga al 31 gennaio 2020

Il Consiglio UE ha deciso di accettare la richiesta del Regno Unito di un'estensione fino 31 gennaio 2020. La decisione sarà formalizzata con una procedura scritta e prevede un'estensione flessibile subordinata all'approvazione da parte di Westminster della legislazione a supporto dell'accordo di recesso del Regno Unito dall'UE

Brexit: tutte le informazioni della Commissione per gli operatori

La Direzione Generale Fiscalità e Dogane della Commissione europea mette a disposizione informazioni e guide operative per preparare le imprese ad una Brexit senza accordo

ETS - Proroga termini per richiesta esclusione dal Sistema EU ETS - Integrazioni

Precisazione trasmessa dal Comitato in merito alla richiesta di esclusione ETS con termine 14 settembre.

Effetti fiscali sulla Brexit: l’Agenzia crea un Punto di assistenza “Info Brexit”

Si chiama “Info Brexit” e fornisce risposte ai quesiti fiscali derivanti dall’uscita del Regno Unito dall’Unione europea.

Brexit: altri sei mesi d'incertezza. Infografica del Centro Studi Confindustria

Un paio di grafici elaborati dal CSC che evidenziano andamento del cambio euro/sterlina, fiducia dei consumatori e il peso degli scambi commerciali del Regno Unito con gli altri 27 Paesi

Brexit: nuovo rinvio al 31 ottobre

Nella riunione del 10 aprile i Leader dell'Unione Europea hanno concesso al Regno Unito un'ulteriore estensione dell'Art. 50 fino al 31 ottobre 2019 in modo da consentire la ratifica dell'accordo di recesso.

Brexit: informazioni operative del governo britannico agli operatori

Indicazioni del governo britannico in caso di 'no deal/hard Brexit'

Brexit: il Consiglio concede una proroga per l'uscita del Regno Unito

Nella riunione del 21 marzo il Consiglio Europeo ha accettato di estendere la data dell'uscita al 22 maggio a condizione che la Camera dei Comuni dia il via libera all'Accordo di recesso. Se l'Accordo non dovesse passare, entro il 12 aprile il Regno Unito potrà comunicare all'Unione europea se ha intenzione o no di partecipare al voto europeo, di fatto mettendo in discussione il processo

Brexit: profili tariffari temporanei.

Il Regno Unito ha reso noti i profili tariffari temporanei che intende applicare agli import di merci dall’UE (e dal resto del mondo), in caso di uscita dall’UE senza accordo di recesso.
Appuntamenti
Scadenze
Novembre 2020
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Dicembre 2020
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Gennaio 2021
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •