Le imprese di biotecnologie in Italia: pubblicato il Rapporto 2018 Assobiotec-ENEA

Il 16 maggio è stato presentato a Roma il Rapporto sulle imprese di biotecnologie in Italia secondo cui il 74% del giro d'affari del settore sarebbe generato dal comparto Life Sciences.

Secondo i dati dell'ultimo Rapporto Assobiotec-ENEA nel nostro Paese operano 571 imprese nell'ambito delle biotecnologie, con un fatturato complessivo pari a 11,5 miliardi di euro e un totale di 13.000 addetti

Il fatturato complessivo delle aziende di questo settore è aumentato del 12% tra il 2014 e il 2016. Inoltre, il 68% del fatturato complessivo è generato da imprese a capitale estero (il 13% delle imprese censite dal Rapporto).

Il valore delle scienze della vita è rilevante anche nel settore delle biotecnologie, sie in termini di fatturato che di investimenti. Infatti, le 295 aziende operanti nella salute umana (ovvero le "red biotech") rappresenterebbero il 74% del fatturato e il 91% degli investimenti complessivi del settore, impiegando il 76% dei propri addetti in ricerca e sviluppo. Tra le aree principali in cui operano queste aziende, specialmente nell'ambito della ricerca, troviamo le malattie oncologiche, neurologiche e degenerative, le patologie senza adeguata risposta terapeutica, le malattie di rilievo epidemiologico e infettive, così come i vaccini. 

Di seguito l'indice del documento:

Introduzione
1. Metodologia
2. Executive summary
3. I numeri del biotech italiano
4. Attività di ricerca e sviluppo
5. Area salute
6. Area agricoltura e zootecnia
7. Area industria e ambiente
8. La bioeconomia
9. Misure a sostegno dell’innovazione
10. Imprese biotech in Italia

Per scaricare il documento è possibile accedere alla pagina dedicata del sito di Assobiotec.

Contatti

Le aziende interessate ad avere maggiori informazioni possono rivolgersi al Life Sciences Desk, tel. 0258370.409 per approfondimenti.

Azioni sul documento

Per saperne di più