Design Economy

Rapporto annuale di Fondazione Symbola.

In sintesi

Fondazione Symbola ha presentato il secondo rapporto sulla Design Economy che offre tre focus: il confronto dell’Italia con i benchmark europei, la diffusione della ‘design economy’ nel territorio italiano e il settore formativo dei designer italiani.

 

I numeri della Design Economy dimostrano il ruolo di leadership del Made in Italy, che può vantare oltre 29mila imprese nel design, un fatturato pari a 4,3 miliardi di euro (lo 0,3% del pil nazionale) e oltre 48mila addetti (1 addetto del design su 6 in Europa è italiano).
Con queste cifre l’Italia è:

1° in Europa per numero di imprese di design attive;

2° in Europa per fatturato del settore design (mld euro);

3° in Europa per numero di addetti nel settore design.

immagine 1 - imprese addetti fatturato

Anche dal punto di vista del legame tra design e innovazione, l’Italia emerge come secondo Paese europeo, dopo la Germania, per numero di brevetti nel design (Registered Community Design) e si colloca tra i primi tre Paesi per numero di registrazione in ben 22 delle 32 categorie aggregate previste dalla classificazione ufficiale.

immagine 2 - 4 categorie eccellenza

A livello italiano le oltre 29mila imprese di design sono maggiormente presenti nelle regioni dove è più alta la produzione del Made in Italy: Lombardia, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna e Marche. Tra le prime 20 province italiane per peso delle imprese del design nell’economia italiana spicca Milano (11,6%), seguita da Torino (6,6%) e Roma (5,6%).

Indice di localizzazione delle regioni italiane nel design e nei comparti manifatturieri delle 4A (Alimentare e Bevande; abbigliamento e moda; arredamento; automazione)

immagine 3 - design e made in italy

Il sistema del design italiano vanta un capitale umano altamente qualificato: nel 2016 i professionisti del design diplomati negli 89 istituti di formazione riconosciuti dal MIUR sono 7.094 (in crescita del +9% rispetto al 2014), concentrati soprattutto in Lombardia, grazie alla presenza di Milano che si conferma capitale del design italiano.

immagine 4 - diplomati designer dove

Per quanto riguarda le aree del design, prevalgono i diplomati del Product, seguiti da Communication e Fashion.

immagine 5 - diplomati designer cosa

 

Il rapporto di ricerca completo è disponibile al seguente link: report completo.

Azioni sul documento

Per saperne di più