Per fornire i nostri servizi, su questo sito utilizziamo cookie tecnici, nostri e di terze parti. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie.

Login
Non sei registrato?
Registrati Subito

La tecnologia E015, il primo lascito di Expo 2015

Informazioni e servizi digitali in rete. Regione Lombardia, insieme al sistema delle imprese, coglie il testimone da Expo Milano 2015 e investe per lo sviluppo della tecnologia al servizio di cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni senza limiti territoriali

 

IL PRIMO LASCITO DI EXPO 2015: LA TECNOLOGIA E015 CHE INTEGRA SENZA LIMITI INFORMAZIONI E SERVIZI DIGITALI IN RETE
REGIONE LOMBARDIA, INSIEME AL SISTEMA DELLE IMPRESE, COGLIE IL TESTIMONE DA EXPO MILANO 2015 E INVESTE PER LO SVILUPPO DELLA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DI CITTADINI, IMPRESE E PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI, SENZA LIMITI TERRITORIALI
Milano, 27 ottobre 2015 – Regione Lombardia ed Expo 2015 S.p.A., insieme al sistema italiano delle imprese, rappresentate da Confindustria, Confcommercio, Assolombarda, Unione del Commercio e Camera di Commercio di Milano hanno firmato ieri un accordo per la prosecuzione del progetto “E015 Digital Ecosystem” avviato nel 2010 e sperimentato ed utilizzato per i servizi ai visitatori di Expo Milano 2015. Alla vigilia della conclusione di successo dell’Esposizione Universale, Regione Lombardia ha deciso di raccogliere il testimone e di proseguire l’evoluzione di una soluzione ideata e sviluppata da CEFRIEL-Politecnico di Milano, di grandi potenzialità nella realizzazione di servizi digitali per i cittadini, le imprese e le pubbliche amministrazioni, senza limiti territoriali.
E015 è una tecnologia standard che abilita l’interoperabilità digitale macchina-macchina, ovvero la cosiddetta “cooperazione applicativa” tra molteplici attori (sia pubblici che privati). A partire dal suo avvio operativo avvenuto a fine 2013, hanno già aderito oltre 500 aziende, enti ed associazioni operanti sul territorio nazionale.
Grazie ad E015, i soggetti partecipanti hanno realizzato soluzioni integrate di diversa tipologia, quali siti web innovativi, applicazioni per smartphone, totem multimediali e sistemi Internet of Things. Queste realizzazioni sono rivolte a soddisfare le esigenze degli utenti finali in molteplici ambiti, quali promozione del territorio, trasporti, retail, servizi pubblici on-line al cittadino, promozione della cultura e dello spettacolo, sicurezza e gestione delle emergenze.
Con E015, Regione Lombardia ha, ad esempio, realizzato L15, un sito internet per tutti coloro che vogliono usufruire dei servizi in Lombardia in occasione di Expo Milano 2015 e anche dopo l'Esposizione Universale; su questo sito è presente il calendario di tutti gli eventi degli Enti aderenti a E015 in Lombardia, oltre a garantire le informazioni in real time sui sistemi di mobilità, la disponibilita’ dei punti di Pronto Soccorso presso gli ospedali ed una serie di altre informazioni utili.
L15 è raggiungibile dall’indirizzo www.L15.regione.lombardia.it tramite personal computer, smartphone e tablet. I servizi comprendono gli eventi culturali, sportivi e fieristici, itinerari turistici, agriturismi e negozi storici, prodotti tipici agroalimentari, servizi sanitari e orari delle farmacie ed il Piano Expo Salute per i visitatori dell'Esposizione Universale di Milano. Le sezioni di L15 dedicate all'infomobilità integrano orari e stato dei servizi di treni, metropolitane e aerei, disponibilità dei principali parcheggi per autovetture e gli stalli in cui è possibile trovare biciclette per il bike sharing.
Regione Lombardia ha anche utilizzato l’opportunità di E015 per semplificare il processo della spedizione delle merci via aereo e per condividere le informazioni nella gestione delle emergenze tra gli enti coinvolti nella sicurezza del territorio.
Per Regione Lombardia l’ecosistema digitale E015 ha un potenziale enorme che si inserisce pienamente nelle strategie per lo sviluppo infrastrutturale del territorio. Ad E015 si potranno collegare non solo la viabilità, ma anche il Sistema Sanitario e la sicurezza, in un’ottica di gestione integrata dei servizi offerti.
Le realizzazioni di servizi digitali già funzionanti e, soprattutto, le potenzialità che deriverebbero all’intero sistema delle imprese e delle pubbliche amministrazioni dall’uso diffuso di E015 hanno convinto Regione Lombardia a raccogliere l’esperienza accumulata dalla società Expo 2015 e di rilanciarla, al fianco del sistema delle imprese promotrici di E015 fin dal 2010, e di trasformarla in una priorità strategica di sviluppo, coerente con le linee guide dell’Agenda Digitale italiana ed europea.
Il valore del progetto E015 non si limita alla validità di quanto finora concretizzato, ma va oltre. Il suo lascito supera i confini temporali di Expo Milano 2015 e costituisce una preziosa eredità e un esempio virtuoso di sviluppo e innovazione per l’intero Paese, in uno schema di collaborazione tra istituzioni pubbliche, imprese ed università.
Per questi motivi i Promotori originali del progetto E015, ovvero Confindustria, Confcommercio, Assolombarda, Unione del Commercio e Camera di Commercio di Milano hanno sottoscritto un accordo per proseguire nello sviluppo dell’Ecosistema Digitale insieme a Regione Lombardia a cui la societa’ Expo 2015 passa il testimone dopo 5 anni di sperimentazioni di successo, che hanno portato E015 a diventare uno standard tecnologico affermato tra piu’ di 500 imprese e pubbliche amministrazioni.
L’Accordo contrattuale e’ stato realizzato con l’assistenza legale dello Studio Santa Maria e dello Studio Notarile Calafiori Ricci di Milano.
Il coordinamento del Progetto E015 per conto di tutti i Promotori, dal 2010 ad oggi, e’ stato a cura di Pietro Guindani e di Giorgio Rapari.
Dichiarazione di Regione Lombardia: “L’Ecosistema Digitale E015 – commenta il Vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala - è uno dei lasciti immateriali più importanti dell’esposizione universale di Milano. Grazie a questo ecosistema e alle sue applicazioni, la Lombardia porta il concetto di smart city sul piano fattivo. È un sistema in grado di fornire al visitatore, sia ‘leisure’ che ‘business’, dati aggiornati in tempo reale su musei, traffico, mezzi pubblici. E’ un sistema che può indirizzare il cittadino sull’ospedale più vicino. Potremmo dire che con E015 la Lombardia non solo ha saputo far proprio il tema della sostenibilità contenuto nell’esposizione universale, ma anzi anticipare quelli dell’Expo del 2020 di Dubai. E’ un sistema progettato da italiani, da lombardi e per questo siamo oggi orgogliosi di annunciare che sarà Regione Lombardia a proseguire nella gestione di questo progetto che pone le basi per costruire vere e proprie ‘autostrade digitali’”.
Dichiarazione di Expo 2015: “Il progetto E015 - commenta il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 e Amministratore Delegato di Expo 2015 S.p.A. Giuseppe Sala – è uno dei lasciti dell’Esposizione Universale a Milano e al territorio lombardo. L’idea di creare un ecosistema digitale condiviso tra le diverse realtà operanti nel settore dei servizi, per consentire ai visitatori in arrivo da ogni parte del mondo di pianificare la permanenza in città in base alle proprie esigenze di mobilità e ai propri interessi, dialogando in maniera costante attraverso una piattaforma digitale unica, non solo è stata di supporto durante i sei mesi dell’evento, ma è un modello che siamo certi potrà essere riproposto in numerosi altri contesti”.
Dichiarazione di Confindustria: “E015 è stato un progetto visionario e coraggioso che, grazie all’impegno di una squadra eccezionale, è diventato uno dei più importanti lasciti di Expo 2015”,  afferma Diana Bracco, Presidente di Expo 2015 spa e Commissario generale per il Padiglione Italia.“ Un progetto tecnologico che è anche un esempio virtuoso di coinvolgimento e sinergia tra organizzazioni, istituzioni e aziende di tutto il territorio nazionale. Un’altra prova che soltanto unendo gli sforzi di pubblico e privato e facendo sistema si raggiungono importanti traguardi. A questo riguardo, saluto con grande soddisfazione il forte impegno della Regione Lombardia in E015 e l’adozione del progetto nelle linee guida della Conferenza delle Regioni. Due passaggi decisivi per il futuro di questa iniziativa che ha ancora moltissime potenzialità di crescita”.
Dichiarazione di Confcommercio: “Confcommercio – afferma il vicepresidente Lino Stoppani – crede fortemente nella diffusione dell’ecosistema digitale di E015 per migliorare la propria capacità di fare rete sull’intero territorio. Uno standard applicativo riconosciuto da tutta la nostra articolata struttura può infatti apportare rilevanti vantaggi nella condivisione di informazioni, servizi e iniziative al servizio delle imprese. E015 è un patrimonio assolutamente da non disperdere”.
Dichiarazione di Camera di Commercio di Milano: "Il successo di Expo – afferma Carlo Sangalli, Presidente Camera di Commercio di Milano - si misura anche dall’eredità immateriale che si lascia alle spalle ed E015 è una delle più rilevanti. Questo ecosistema digitale, che facilita lo scambio di dati e applicazioni tra imprese e tra imprese e Pubblica Amministrazione, è oggi pienamente operativo e destinato a essere implementato nell’immediato futuro. E015 è una best practice anche nella sua evoluzione. Nato ai tavoli tematici di Expo è stato poi realizzato grazie a una alleanza tra soggetti pubblici e privati ed è un primo passo concreto verso la smart city. E015 è tuttavia come un’auto di grandi prestazioni che per correre ha bisogno di strade adeguate. Proprio per questo diventa più che mai urgente avviare nel nostro Paese l’introduzione della banda ultra larga."
Dichiarazione di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza: “Abbiamo creduto fin dall’inizio in E015, l’ecosistema digitale piu’ avanzato d’Italia per l’interazione in rete in tempo reale di soggetti pubblici e privati – afferma Gianfelice Rocca, Presidente di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza - . Da oggi E015 sara’ un’eredita’ permanente di Expo, un modello da sviluppare ed estendere nella Milano Digital Town. E’ lo stesso spirito con il quale, attraverso il progetto Nexpo, stiamo lavorando al futuro del sito espositivo per garantire alla nostra citta’ un’altra importante eredita’. Insieme ad alcune primarie aziende associate e altri importanti partner finanziari e istituzionali, auspichiamo che l’area di Expo diventi una Sillicon Valley italiana, polo dell’innovazione e della scienza, che metta insieme universita’ e imprese, startup e centri di ricerca. Un hub scientifico tecnologico, un laboratorio di creativita’ e saperi, un centro di attrazione internazionale di investimenti, talenti e imprese, realizzato attraverso una partnership pubblico-privata”.
Dichiarazione di Unione del Commercio di Milano: “L’accordo che abbiamo firmato ieri presso Expo è molto importante – sottolinea il vicepresidente di Confcommercio Milano Simonpaolo Buongiardino - perché il progetto ‘E015 Digital Ecosystem’, frutto di un grande lavoro comune di anni, costituisce l’eredità - che dobbiamo saper trasmettere a tutto il sistema imprenditoriale - di quest’eccellenza progettuale sviluppata per Expo, ma che deve proseguire con la più ampia diffusione dello standard E015: sia nelle soluzioni realizzate dalle imprese sia nel dialogo da parte degli imprenditori con la pubblica amministrazione”.
Informazioni ulteriori a riguardo delle caratteristiche tecniche
e della diffusione di “E015 Digital Ecosystem”
E015 è basato sull’utilizzo di standard tecnologici condivisi e di regole di collaborazione comuni e rappresenta un caso reale e operativo di “API Economy”. Pertanto E015 è un ecosistema aperto a tutti e in continua evoluzione. Per essere aggiornati sui vari contributi che gli aderenti continuamente predispongono è possibile consultare il sito E015 al link http://www.e015.expo2015.org/

Milano, 27 ottobre 2015 – Regione Lombardia ed Expo 2015 S.p.A., insieme al sistema italiano delle imprese, rappresentate da Confindustria, Confcommercio, Assolombarda, Unione del Commercio e Camera di Commercio di Milano hanno firmato ieri un accordo per la prosecuzione del progetto “E015 Digital Ecosystem” avviato nel 2010 e sperimentato ed utilizzato per i servizi ai visitatori di Expo Milano 2015. Alla vigilia della conclusione di successo dell’Esposizione Universale, Regione Lombardia ha deciso di raccogliere il testimone e di proseguire l’evoluzione di una soluzione ideata e sviluppata da CEFRIEL-Politecnico di Milano, di grandi potenzialità nella realizzazione di servizi digitali per i cittadini, le imprese e le pubbliche amministrazioni, senza limiti territoriali.

E015 è una tecnologia standard che abilita l’interoperabilità digitale macchina-macchina, ovvero la cosiddetta “cooperazione applicativa” tra molteplici attori (sia pubblici che privati). A partire dal suo avvio operativo avvenuto a fine 2013, hanno già aderito oltre 500 aziende, enti ed associazioni operanti sul territorio nazionale.

Grazie ad E015, i soggetti partecipanti hanno realizzato soluzioni integrate di diversa tipologia, quali siti web innovativi, applicazioni per smartphone, totem multimediali e sistemi Internet of Things. Queste realizzazioni sono rivolte a soddisfare le esigenze degli utenti finali in molteplici ambiti, quali promozione del territorio, trasporti, retail, servizi pubblici on-line al cittadino, promozione della cultura e dello spettacolo, sicurezza e gestione delle emergenze.

Con E015, Regione Lombardia ha, ad esempio, realizzato L15, un sito internet per tutti coloro che vogliono usufruire dei servizi in Lombardia in occasione di Expo Milano 2015 e anche dopo l'Esposizione Universale; su questo sito è presente il calendario di tutti gli eventi degli Enti aderenti a E015 in Lombardia, oltre a garantire le informazioni in real time sui sistemi di mobilità, la disponibilità dei punti di Pronto Soccorso presso gli ospedali ed una serie di altre informazioni utili.

L15 è raggiungibile dall’indirizzo www.L15.regione.lombardia.it tramite personal computer, smartphone e tablet. I servizi comprendono gli eventi culturali, sportivi e fieristici, itinerari turistici, agriturismi e negozi storici, prodotti tipici agroalimentari, servizi sanitari e orari delle farmacie ed il Piano Expo Salute per i visitatori dell'Esposizione Universale di Milano. Le sezioni di L15 dedicate all'infomobilità integrano orari e stato dei servizi di treni, metropolitane e aerei, disponibilità dei principali parcheggi per autovetture e gli stalli in cui è possibile trovare biciclette per il bike sharing.

Regione Lombardia ha anche utilizzato l’opportunità di E015 per semplificare il processo della spedizione delle merci via aereo e per condividere le informazioni nella gestione delle emergenze tra gli enti coinvolti nella sicurezza del territorio.

Per Regione Lombardia l’ecosistema digitale E015 ha un potenziale enorme che si inserisce pienamente nelle strategie per lo sviluppo infrastrutturale del territorioAd E015 si potranno collegare non solo la viabilità, ma anche il Sistema Sanitario e la sicurezza, in un’ottica di gestione integrata dei servizi offerti.

Le realizzazioni di servizi digitali già funzionanti e, soprattutto, le potenzialità che deriverebbero all’intero sistema delle imprese e delle pubbliche amministrazioni dall’uso diffuso di E015 hanno convinto Regione Lombardia a raccogliere l’esperienza accumulata dalla società Expo 2015 e di rilanciarla, al fianco del sistema delle imprese promotrici di E015 fin dal 2010, e di trasformarla in una priorità strategica di sviluppo, coerente con le linee guide dell’Agenda Digitale italiana ed europea.

Il valore del progetto E015 non si limita alla validità di quanto finora concretizzato, ma va oltre. Il suo lascito supera i confini temporali di Expo Milano 2015 e costituisce una preziosa eredità e un esempio virtuoso di sviluppo e innovazione per l’intero Paese, in uno schema di collaborazione tra istituzioni pubbliche, imprese ed università.

Per questi motivi i Promotori originali del progetto E015, ovvero Confindustria, Confcommercio, Assolombarda, Unione del Commercio e Camera di Commercio di Milano hanno sottoscritto un accordo per proseguire nello sviluppo dell’Ecosistema Digitale insieme a Regione Lombardia a cui la societa’ Expo 2015 passa il testimone dopo 5 anni di sperimentazioni di successo, che hanno portato E015 a diventare uno standard tecnologico affermato tra piu’ di 500 imprese e pubbliche amministrazioni.

L’Accordo contrattuale e’ stato realizzato con l’assistenza legale dello Studio Santa Maria e dello Studio Notarile Calafiori Ricci di Milano.

Il coordinamento del Progetto E015 per conto di tutti i Promotori, dal 2010 ad oggi, e’ stato a cura di Pietro Guindani e di Giorgio Rapari.

Dichiarazione di Regione Lombardia: “L’Ecosistema Digitale E015 – commenta il Vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala - è uno dei lasciti immateriali più importanti dell’esposizione universale di Milano. Grazie a questo ecosistema e alle sue applicazioni, la Lombardia porta il concetto di smart city sul piano fattivo. È un sistema in grado di fornire al visitatore, sia ‘leisure’ che ‘business’, dati aggiornati in tempo reale su musei, traffico, mezzi pubblici. E’ un sistema che può indirizzare il cittadino sull’ospedale più vicino. Potremmo dire che con E015 la Lombardia non solo ha saputo far proprio il tema della sostenibilità contenuto nell’esposizione universale, ma anzi anticipare quelli dell’Expo del 2020 di Dubai. E’ un sistema progettato da italiani, da lombardi e per questo siamo oggi orgogliosi di annunciare che sarà Regione Lombardia a proseguire nella gestione di questo progetto che pone le basi per costruire vere e proprie ‘autostrade digitali’”.

Dichiarazione di Expo 2015: “Il progetto E015 - commenta il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 e Amministratore Delegato di Expo 2015 S.p.A. Giuseppe Sala – è uno dei lasciti dell’Esposizione Universale a Milano e al territorio lombardo. L’idea di creare un ecosistema digitale condiviso tra le diverse realtà operanti nel settore dei servizi, per consentire ai visitatori in arrivo da ogni parte del mondo di pianificare la permanenza in città in base alle proprie esigenze di mobilità e ai propri interessi, dialogando in maniera costante attraverso una piattaforma digitale unica, non solo è stata di supporto durante i sei mesi dell’evento, ma è un modello che siamo certi potrà essere riproposto in numerosi altri contesti”.

Dichiarazione di Confindustria: “E015 è stato un progetto visionario e coraggioso che, grazie all’impegno di una squadra eccezionale, è diventato uno dei più importanti lasciti di Expo 2015”,  afferma Diana Bracco, Presidente di Expo 2015 spa e Commissario generale per il Padiglione Italia.“ Un progetto tecnologico che è anche un esempio virtuoso di coinvolgimento e sinergia tra organizzazioni, istituzioni e aziende di tutto il territorio nazionale. Un’altra prova che soltanto unendo gli sforzi di pubblico e privato e facendo sistema si raggiungono importanti traguardi. A questo riguardo, saluto con grande soddisfazione il forte impegno della Regione Lombardia in E015 e l’adozione del progetto nelle linee guida della Conferenza delle Regioni. Due passaggi decisivi per il futuro di questa iniziativa che ha ancora moltissime potenzialità di crescita”.

Dichiarazione di Confcommercio: “Confcommercio – afferma il vicepresidente Lino Stoppani – crede fortemente nella diffusione dell’ecosistema digitale di E015 per migliorare la propria capacità di fare rete sull’intero territorio. Uno standard applicativo riconosciuto da tutta la nostra articolata struttura può infatti apportare rilevanti vantaggi nella condivisione di informazioni, servizi e iniziative al servizio delle imprese. E015 è un patrimonio assolutamente da non disperdere”.

Dichiarazione di Camera di Commercio di Milano: "Il successo di Expo – afferma Carlo Sangalli, Presidente Camera di Commercio di Milano - si misura anche dall’eredità immateriale che si lascia alle spalle ed E015 è una delle più rilevanti. Questo ecosistema digitale, che facilita lo scambio di dati e applicazioni tra imprese e tra imprese e Pubblica Amministrazione, è oggi pienamente operativo e destinato a essere implementato nell’immediato futuro. E015 è una best practice anche nella sua evoluzione. Nato ai tavoli tematici di Expo è stato poi realizzato grazie a una alleanza tra soggetti pubblici e privati ed è un primo passo concreto verso la smart city. E015 è tuttavia come un’auto di grandi prestazioni che per correre ha bisogno di strade adeguate. Proprio per questo diventa più che mai urgente avviare nel nostro Paese l’introduzione della banda ultra larga."

Dichiarazione di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza: “Abbiamo creduto fin dall’inizio in E015, l’ecosistema digitale piu’ avanzato d’Italia per l’interazione in rete in tempo reale di soggetti pubblici e privati – afferma Gianfelice Rocca, Presidente di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza - . Da oggi E015 sara’ un’eredita’ permanente di Expo, un modello da sviluppare ed estendere nella Milano Digital Town. E’ lo stesso spirito con il quale, attraverso il progetto Nexpo, stiamo lavorando al futuro del sito espositivo per garantire alla nostra citta’ un’altra importante eredita’. Insieme ad alcune primarie aziende associate e altri importanti partner finanziari e istituzionali, auspichiamo che l’area di Expo diventi una Sillicon Valley italiana, polo dell’innovazione e della scienza, che metta insieme universita’ e imprese, startup e centri di ricerca. Un hub scientifico tecnologico, un laboratorio di creativita’ e saperi, un centro di attrazione internazionale di investimenti, talenti e imprese, realizzato attraverso una partnership pubblico-privata”.

Dichiarazione di Unione del Commercio di Milano: “L’accordo che abbiamo firmato ieri presso Expo è molto importante – sottolinea il vicepresidente di Confcommercio Milano Simonpaolo Buongiardino - perché il progetto ‘E015 Digital Ecosystem’, frutto di un grande lavoro comune di anni, costituisce l’eredità - che dobbiamo saper trasmettere a tutto il sistema imprenditoriale - di quest’eccellenza progettuale sviluppata per Expo, ma che deve proseguire con la più ampia diffusione dello standard E015: sia nelle soluzioni realizzate dalle imprese sia nel dialogo da parte degli imprenditori con la pubblica amministrazione”.


Relazioni con i Media

Tel. 02 58370.264/296 - stampa@assolombarda.it

Vedi tutti
31 Mag
PROSSIMO EVENTO

Imprese e st...

maggio 2016
maggio
lu ma me gi ve sa do
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31

assoservizi.jpg