Costi, regole e sanzioni nella nuova disciplina del trasporto merci - Seminario 5 luglio 2011

 

9 giugno 2011

 

Organizzatore Gruppo Trasporti Assolombarda, in collaborazione con il Settore Territorio Ambiente Energia
Tipo di incontro Incontro informativo
Titolo Costi, regole e sanzioni nella nuova disciplina del trasporto merci.
Data e ora 5 luglio 2011, ore 14.30-18.00
Luogo Assolombarda, Sala Falck, via Chiaravalle 8, Milano
Condizioni
di partecipazione

Partecipazione gratuita

Obiettivi e contenuti
Il legislatore ha modificato più volte la disciplina del trasporto merci su strada dalla riforma del 2005 ad oggi, e le modifiche più recenti hanno stimolato un dibattito acceso fra i soggetti della filiera e provocato interventi dell’Antitrust a tutela della concorrenza e del mercato.

Il seminario si rivolge ai protagonisti del trasporto, committenti e vettori, con l’obiettivo di fare il punto della normativa dopo gli ultimi interventi correttivi, con un’attenzione particolare alle novità in vigore fra aprile ed agosto 2011.

Le modifiche che destano maggiore preoccupazione fra i committenti sono quelle che introducono i costi minimi di esercizio nei contratti scritti dal 12 giugno e ne affidano la quantificazione all’Osservatorio ministeriale, con una norma di chiusura che, in mancanza dei costi minimi, estende ai contratti scritti le norme relative ai contratti non scritti, cioè l’obbligo di indicare in fattura la parte del corrispettivo relativa al costo del carburante e di coprire gli altri costi di esercizio sostenuti dal vettore con la parte rimanente del corrispettivo, secondo i parametri diffusi dal Ministero dei Trasporti. Il Tribunale di Trieste ha recentemente “sanzionato” la disapplicazione di queste norme con un decreto ingiuntivo che ha condannato il committente a versare al vettore la differenza fra le tariffe concordate con contratti non scritti ed i corrispettivi diffusi dal Ministero dei Trasporti.

L’altra norma recente, in vigore da aprile, che ha inciso sui rapporti economici fra vettori e committenti è quella che obbliga il committente a pagare un indennizzo di 40,00 euro al vettore per ogni ora o frazione di ora che eccede il limite di 2 ore previsto per i tempi di attesa per il carico e lo scarico delle merci.

Fra gli altri indici normativi rivelatori della complessità del contesto meritano di essere ricordate le sanzioni aggiuntive che gravano sul committente che abbia violato norme specifiche in materia di autotrasporto, cioè l’esclusione dalle gare pubbliche per l’affidamento di beni e servizi e l’esclusione dai benefici fiscali, finanziari e previdenziali di ogni tipo previsti dalla legge (1).

Destinatari
Le funzioni aziendali che gestiscono il trasporto delle merci.

Modalità di iscrizione
Gli interessati potranno iscriversi in uno dei modi seguenti:

  • utilizzando il form nella scheda appuntamento presente sul sito di Assolombarda (2);
  • scrivendo una e-mail a terziario@assolombarda.it.


Riferimenti e collegamenti
1. Programma dell'incontro.
2. Scheda appuntamento.

Contatti
Per maggiori informazioni è possibile contattare gli uffici del Settore Terziario (tel. 0258370.342/348/255/499, e-mail terziario@assolombarda.it).

Azioni sul documento

Per saperne di più