Bando per il rafforzamento patrimoniale e degli investimenti delle PMI lombarde

Chiamaci subito.

Ti risponderanno i nostri esperti Incentivi e finanziamenti agevolati

02 58370.704

Con una dotazione di 140 milioni di euro è operativo il bando di Regione Lombardia che eroga contributi a fondo perduto fino al 30% dell'aumento di capitale sociale per un massimo di 100.000 euro. È possibile richiedere anche un finanziamento con garanzia regionale gratuita.

Sommario

Finalità
Beneficiari
Interventi agevolabili e contributo
Programma di investimento obbligatorio per la Linea 2
Regime di aiuto
Finanziamento facoltativo di Finlombarda
Valutazione
Procedure di presentazione delle domande
Contatti

Finalità

La misura è finalizzata a sostenere le PMI lombarde che vogliono rafforzare la propria struttura patrimoniale e che intendono investire sul proprio sviluppo e rilancio nell’ambito di interventi aventi almeno una delle seguenti finalità:

  • attrazione investimenti, reshoring e back shoring;
  • riconversione e sviluppo aziendale, anche finalizzati alla valorizzazione del capitale umano;
  • transizione digitale;
  • transizione green.

Beneficiari

PMI in possesso dei requisiti seguenti:

  • sede legale e/o operativa in Lombardia alla data di presentazione della domanda ed essere iscritte al Registro delle imprese;
  • alla data di presentazione della domanda, essere società di capitali o impegnarsi, entro 60 giorni dalla comunicazione di concessione dell’agevolazione a trasformarsi in società di capitali;
  • essere attive da:

- oltre 12 mesi per le PMI costituite nella forma di ditta individuale o società di persone che decidono di trasformarsi in società di capitali;
- oltre 36 mesi e in possesso di almeno due bilanci per le PMI già costituite nella forma di società di capitali.

Interventi agevolabili e contributo

Sono agevolabili le operazioni di aumento di capitale sociale seguenti:

LINEA 1

Alle PMI costituite nella forma di ditta individuale o società di persone che decidono di trasformarsi in società di capitali e che deliberano un aumento di capitale di almeno 25.000 euro verrà riconosciuto: un contributo a fondo perduto pari al 30% dell’aumento di capitale sottoscritto e versato e con un valore massimo di contributo pari a 25.000 euro per impresa. Il contributo regionale dovrà essere iscritto in una riserva di patrimonio netto non distribuibile da utilizzare per futuri aumenti di capitale sociale.

LINEA 2

Alle PMI costituite nella forma di società di capitali che deliberano un aumento di capitale di almeno 75.000 euro verrà riconosciuto un contributo a fondo perduto pari al 30% dell’aumento di capitale deliberato e sottoscritto e comunque fino ad un massimo di 100.000 euro per impresa. Il contributo regionale dovrà essere iscritto in una riserva di patrimonio netto non distribuibile da utilizzare per futuri aumenti di capitale sociale a fronte di un investimento almeno pari al doppio del contributo.

Non sono ammissibili:

  • operazioni di aumento di capitale che derivino da trasformazioni di finanziamento da parte di soci, riclassificazione di riserve ed operazioni equiparabili;
  • operazioni contabili di conferimento di riserve, apporto di beni o similari;
  • operazioni di aumento di capitale nel caso in cui siano già state deliberate o effettuate nel corso dell’ultimo esercizio riduzione di capitale per decisione volontaria dei soci o distribuzione di riserve (o di altre voci del patrimonio netto). Se l’impresa ha già deliberato un aumento di capitale precedentemente alla data di approvazione del presente provvedimento, per accedere alla presente misura dovrà prima versare il capitale già deliberato e non versato e poi procedere con la nuova capitalizzazione.

L’aumento di capitale può coinvolgere soggetti nuovi o preesistenti nella compagine societaria e aventi qualsiasi natura giuridica e può essere destinato parzialmente a coprire le perdite di bilancio. Tale quota non sarà considerata per il calcolo del contributo a fondo perduto concedibile, ma contribuirà alla determinazione dell’aumento di capitale minimo richiesto. In tal caso, comunque, l’aumento minimo di capitale aggiuntivo rispetto alle perdite deve essere almeno pari a 25.000 euro.

Il contributo a fondo perduto verrà riconosciuto a fronte di aumenti di capitale deliberati tra il 14 maggio e la presentazione della domanda interamente versato entro 60 giorni dalla data di ricezione della comunicazione di concessione dell’agevolazione, pena la decadenza.

Programma di investimento obbligatorio per la Linea 2

Il programma di investimento deve essere realizzato in Lombardia entro 12 mesi dalla data di erogazione del contributo. In caso di mancata realizzazione del programma di investimento nei termini previsti dal bando attuativo, verrà dichiarata la decadenza dal contributo a fondo perduto e risolto il contratto di finanziamento, se sottoscritto dall’impresa richiedente, come descritto nel paragrafo successivo. Per il programma di investimento sono ammissibili le spese sostenute per l’acquisto di:

a) macchinari, impianti di produzione, attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive (sono inclusi gli automezzi purché non destinati al trasporto merci su strada);
b) software & hardware;
c) marchi, di brevetti e di licenze di produzione;
d) opere murarie, opere di bonifica, impiantistica e costi assimilati, anche finalizzati all’introduzione di criteri di ingegneria antisismica nel limite del 20% delle precedenti lettere a), b) e c) e costituiscono spesa ammissibile solo se direttamente correlate e funzionali all’installazione dei beni oggetto di investimento;
e) consulenze strategiche e tecniche nel limite del 10% delle voci precedenti.

Finanziamento facoltativo di Finlombarda

Le PMI, che presentano domanda sulla Linea 2, possono richiedere anche un finanziamento a medio-lungo termine a Finlombarda S.p.A., finalizzato a sostenere il programma di investimenti e assistito da una garanzia regionale gratuita con le seguenti caratteristiche:

  • fino all'80% per ogni singolo finanziamento, modulata in base al merito di credito della singola impresa;
  • diretta, esplicita, incondizionata, irrevocabile ed escutibile a prima richiesta.

Il finanziamento richiedibile avrà le caratteristiche seguenti:

  • durata massima di 72 mesi (di cui fino a 24 mesi di preammortamento, incluso il preammortamento tecnico);
  • importo massimo 4 volte il valore dell’aumento di capitale versato e comunque nel limite dell'80% del valore dell’investimento ammissibile. In ogni caso il finanziamento sarà compreso tra un minimo di 36.000 euro e un massimo di 1 milione di euro;
  • con riferimento alle garanzie richiedibili in sostituzione o in affiancamento alla garanzia rilasciata da Regione Lombardia, potranno essere richieste garanzie dirette del Fondo centrale di Garanzia e/o altra garanzia pubblica e /o garanzie rilasciate da Consorzi di Garanzia Collettiva dei Fidi (Confidi) 112 TUB e/o altre garanzie rilasciate da parte persone fisiche o giuridiche.

Regime di aiuto

L’eventuale finanziamento a valere sulla Linea 2 è concesso a condizioni di mercato e pertanto non costituisce aiuto di Stato. Il contributo a fondo perduto (Linea 1 e Linea 2) e l’eventuale garanzia regionale (Linea 2) sono concesse ed erogate, fino al termine di validità del Quadro Temporaneo:

  • per la quota di contributo a fondo perduto, nel Regime del Quadro Temporaneo nella sezione 3.1;
  • per la quota di garanzia, nel quadro del funzionamento dell’Unione Europea sugli aiuti de minimis.

Le agevolazioni possono essere cumulate con altri aiuti di Stato a condizione che siano rispettate le disposizioni e le norme sul cumulo degli aiuti inquadrati in predetti regimi.

Valutazione

L’assegnazione dell’agevolazione sarà a sportello valutativo, secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande, sino ad esaurimento delle risorse disponibili per la concessione del contributo a fondo perduto maggiorato di un overbooking pari al 50% della quota di fondo perduto. I finanziamenti potranno essere richiesti nei limiti del plafond disponibile e delle risorse per la concessione della garanzia e del contributo a fondo perduto. Ciascuna impresa potrà essere beneficiaria di un solo intervento finanziario.

Procedure di presentazione delle domande

Le domande dovranno essere presentate solo sulla piattaforma Bandi On Line a partire dalle ore 12.00 dell'8 luglio 2021. Bando e modulistica sono presenti al seguente link. E' prevista una prima finestra di chiusura lunedì 8 novembre alle ore 17.00.

Contatti

La invitiamo a richiedere on line un appuntamento oppure a contattare l’Area Credito e Finanza, , tel. 02.58370704, per: maggiori informazioni su questa notizia; un confronto sugli incentivi disponibili; un’assistenza nella stima delle esigenze di liquidità, nella costruzione di business plan e nel dialogo con i finanziatori; un approfondimento sul supporto personalizzato di Assolombarda Servizi, che integra i servizi di Assolombarda con una consulenza specializzata.

Azioni sul documento

Telefono Email
Area Credito e Finanza 0258370704 fin@assolombarda.it

Appuntamenti
Scadenze
Luglio 2021
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Agosto 2021
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Settembre 2021
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •