TARI: esclusione delle aree produttive, dei magazzini e delle aree scoperte asservite all’attività produttiva

Chiamaci subito.

Ti risponderanno i nostri esperti Fisco

02 58370308

Il Ministero delle Finanze si è espresso sull'intassabilità ai fini Tari dei magazzini e delle aree produttive utilizzati nel ciclo produttivo

 

Il Dipartimento delle Finanze ha chiarito, in risposta ad un interpello ancora non pubblicato, che sono intassabili le aree sulle quali si svolgono lavorazioni industriali o artigianali, che sono generalmente produttive in via prevalente di rifiuti speciali, poiché la presenza umana determina la produzione di una quantità non apprezzabile di rifiuti urbani. Pertanto, secondo il Dipartimento delle finanze,  non può ritenersi corretta l'applicazione della TARI alle superfici specificatamente destinate alle attività produttive, con la sola esclusione di quella parte di esse occupata dai macchinari (cd. superficie ombra).

Il Dipartimento ha altresì precisato che i magazzini intermedi di produzione e quelli adibiti allo stoccaggio di prodotti finiti,nonché le aree scoperte asservite al ciclo produttivo e che risultano produttive, in via continuativa e prevalente, di rifiuti speciali non assimilabili,  devono considerarsi anch’essi intassabili. Tali esclusioni operano ex lege, a prescindere dall’intervento regolamentare dei comuni.

A tale riguardo, viene precisato che il potere riservato ai comuni per individuare, con proprio regolamento, le superfici da sottrarre all’assimilazione e, dunque, alla tassazione, in quanto produttive, con carattere di prevalenza, di rifiuti speciali non assimilabili, può essere esercitato nel ristretto ambito consentito dalla legge. Conseguentemente, i comuni possono individuare ulteriori superfici da escludere a tassazione rispetto a quelle già escluse ex lege.

Tenuto conto dell'importanza delle precisazioni e della loro generale applicabilità alle imprese associate, per il tramite di Confindustria, è stato chiesto al Dipartimento delle Finanze di rendere pubblica la risposta diramando un risoluzione.

Contatti Sportello Fiscalità Locale

Le imprese interessate possono contattare:

oppure è possibile rivolgersi al Settore Fisco e Diritto d'Impresa di Assolombarda, in via Pantano 9 Milano, tel. 0258370.267/308, fax 02 58370334, email fisc@assolombarda.it.

Contenuti correlati

Azioni sul documento

Appuntamenti
Scadenze
Ottobre 2021
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Novembre 2021
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Dicembre 2021
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •