Filiere lombarde: manifestazione di interesse per lo sviluppo e il consolidamento dell'aggregazione tra imprese

Fino al 31 dicembre 2022 le imprese lombarde possono presentare una proposta di progetto per valorizzare, consolidare e innovare le filiere produttive, di servizi e gli ecosistemi industriali, beneficiando di future agevolazioni.

Sommario

Soggetti ammissibili
Caratteristiche delle proposte e ambiti tematici di intervento
Fasi del percorso
Modalità e tempi di presentazione della manifestazione di interesse
Valutazione delle manifestazioni di interesse
Contatti

Soggetti ammissibili

Possono presentare manifestazione di interesse le:

  • aggregazioni di imprese già costituite ed operanti nell’ambito di una o più filiere produttive e/o ecosistemi industriali, produttivi ed economici che collaborano tra loro al fine di raggiungere obiettivi condivisi. A titolo esemplificativo: associazione temporanea di imprese, associazione temporanea di scopo, associazione, fondazione, consorzio, società consortile, società cooperativa, contratto di rete, Cluster, Distretti;
  • imprese interessate ad associarsi con altre imprese, in forma ancora non formalizzata per costituire un “partenariato di filiera/ecosistema”, al fine di collaborare tra loro per il raggiungimento di obiettivi condivisi e per incrementare la capacità innovativa e la competitività della filiera e dell’ecosistema di riferimento sul mercato.

Le filiere produttive e di servizi e gli ecosistemi industriali sono intesi come raggruppamenti articolati di imprese legate da rapporti di dipendenza funzionale a monte e a valle del processo produttivo, che operano anche in collaborazione con enti di ricerca, di formazione, intermediari finanziari, fondazioni e altri attori strategici dello sviluppo economico e territoriale.

I soggetti beneficiari costituiti sotto forma di aggregazione o partenariato di filiera/ecosistema dovranno essere composti da almeno 10 imprese, che:

  • abbiano una sede operativa attiva sul territorio lombardo;
  • siano regolarmente costituite, attive e iscritte al Registro delle imprese;
  • siano accumunate da uno o più obiettivi rispondenti alle finalità del presente provvedimento anche se ubicate in ambiti geografici separati tra loro e in settori economici diversi.

I partner individuano un soggetto Capofila della filiera, referente per i rapporti con Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia.

Caratteristiche delle proposte e ambiti tematici di intervento

La proposta di progetto deve delineare una strategia di sviluppo e consolidamento della filiera o dell’ecosistema, che deve essere contraddistinta da una effettiva realizzabilità tecnica ed economica, e prevedere azioni concrete e misurabili per la sua attuazione. Dovrà obbligatoriamente comprendere:

  • la descrizione del partenariato e della strategia di sviluppo, consolidamento, riconversione a partire dall’analisi swot della filiera e dell’ecosistema di riferimento;
  • la scelta di uno o più ambiti di intervento tra quelli individuati al successivo punto “Ambiti tematici dei progetti di filiera e/o ecosistemi lombardi”;
  • la presenza degli elementi di innovatività e competitività che consentono di raggiungere un vantaggio competitivo rispetto al mercato di riferimento;
  • la descrizione chiara delle attività, che devono essere realizzabili sul piano tecnico e misurabili sul piano finanziario e corredate da indicatori di realizzazione.

Gli ambiti su cui le proposte progettuali dovranno focalizzarsi sono:

  • la sostenibilità e la circolarità;
  • l’innovazione e il trasferimento tecnologico, la digitalizzazione, la ricerca e la proprietà intellettuale;
  • la formazione, il capitale umano, l’occupazione e la sicurezza sul lavoro;
  • l’internazionalizzazione;
  • il credito e la patrimonializzazione.

Fasi del percorso

Il progetto sperimentale è strutturato in due fasi:

  • Fase 1 – Manifestazione di interesse, che non prevede contributi alle imprese. I soggetti presentano in partenariato una proposta di progetto per valorizzare, consolidare e innovare le filiere produttive, di servizi e gli ecosistemi industriali, produttivi ed economici esistenti in Lombardia e per individuarne di nuove emergenti. Le proposte di progetto ritenute meritevoli verranno inserite in un apposito elenco approvato e aggiornato con provvedimento di Regione Lombardia.
  • Fase 2 – Bandi e contributi, la Direzione Sviluppo Economico attiverà una o più misure ad hoc di sostegno economico per lo sviluppo e il consolidamento delle filiere. Le proposte di progetto meritevoli riceveranno delle premialità in termini di punteggio e/o di entità delle agevolazioni su bandi futuri. Ad oggi non è possibile stimare l’entità e il reale vantaggio per le imprese in termini di agevolazioni dedicate.

Modalità e tempi di presentazione della manifestazione di interesse

La manifestazione deve essere presentata dal soggetto capofila che dovrà presentare i seguenti documenti firmati digitalmente:

  • l’Accordo di progetto (Allegato 1) nel quale si individua il soggetto capofila, il ruolo e gli impegni assunti (anche in termini economici) di tutti i soggetti partner che devono sottoscrivere digitalmente l’accordo; oppure (nelle more della sottoscrizione dell’Accordo da parte di tutti i partner) − l’atto unilaterale di impegno (allegato 1 bis);
  • la domanda di adesione (Allegato 2) per la presentazione del progetto di filiera o ecosistema in Lombardia;
  • la proposta di progetto (Allegato 3) corredata dall’analisi SWOT.

Lo sportello per la presentazione dei progetti resterà aperto fino al 31 dicembre 2022, sulla piattaforma http://webtelemaco.infocamere.it

La presentazione dovrà avvenire utilizzando i moduli allegati alla presente Manifestazione e pubblicati sul portale di Regione Lombardia e di Unioncamere Lombardia

Valutazione delle manifestazioni di interesse

Le manifestazioni di interesse saranno valutate da un apposito comitato e quelle con soglia minima di 65 punti saranno oggetto di un provvedimento di approvazione del Dirigente competente della Direzione Generale Sviluppo Economico di Regione Lombardia.

Entro aprile 2023 il Dirigente competente della Direzione Generale Sviluppo Economico di Regione Lombardia approverà mediante apposito provvedimento l’elenco aggiornato di tutte le proposte ammesse in esito alla Fase 1, contenente il dettaglio delle aggregazioni/partenariati di Filiera e/o Ecosistema sulla base degli Accordi perfezionati con la sottoscrizione.

Contatti

La invitiamo a richiedere on line un appuntamento oppure a contattare l’Area Credito e Finanza, fin@assolombarda.it, tel. 02.58370704, per maggiori informazioni su questa notizia; un confronto sugli incentivi disponibili; un’assistenza nella stima delle esigenze di liquidità, nella costruzione di business plan e nel dialogo con i finanziatori; un approfondimento sul supporto personalizzato di Assolombarda Servizi, che integra i servizi di Assolombarda con una consulenza specializzata.

Azioni sul documento

Telefono Email
Area Credito e Finanza 0258370704 fin@assolombarda.it

Appuntamenti
12 Ott

Inflazione, cambi ed energia: una strategia oltre l’emergenza

hh 11:00 - 12:15

13 Ott

Cyber security, difendere il patrimonio aziendale

hh 15:00 - 17:00