Bonus Export Digitale per le microimprese manifatturiere

Contributi a fondo perduto per promuovere l’internazionalizzazione delle microimprese del settore manifatturiero attraverso soluzioni digitali, promossi dal Ministero degli Esteri e da ICE Agenzia.

Soggetti beneficiari

La misura si rivolge a microimprese manifatturiere (1) italiane che abbiamo avviato da almeno un anno la fatturazione di prodotti commerciali. Possono richiedere il bonus anche le microimprese costituite in forma di reti o consorzi(2) di almeno cinque imprese. 

Spese ammissibili

Sono  ammissibili le seguenti spese relative a soluzioni digitali per l’export, acquisite dai fornitori iscritti nell’elenco delle società abilitate presenti sul sito di Invitalia (3):

  • realizzazione di sistemi di e-commerce verso l’estero, siti e/o app mobile;
  • realizzazione di sistemi di e-commerce che prevedono l’automatizzazione delle operazioni di trasferimento, aggiornamento e gestione degli articoli da e verso il web;
  • realizzazione di servizi accessori all’e-commerce (smart payment, traduzioni, video making, web design, shooting fotografici);
  • realizzazione di una strategia di comunicazione, informazione e promozione per il canale dell’export digitale;
  • digital marketing finalizzato a sviluppare attività di internazionalizzazione (ad esempio spese per SEO e SEM);
  • servizi di CMS (Content Management System) come restyling del sito web;
  • iscrizione e/o abbonamento a piattaforme SaaS (Software as a Service) per la gestione della visibilità e spese di content marketing;
  • servizi di consulenza per lo sviluppo di processi organizzativi e di capitale umano;
  • upgrade delle dotazioni di hardware necessarie alla realizzazione dei servizi sopra elencati.

Agevolazione

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto concesso nell’ambito al regolamento de minims ed è così strutturato:

  • per le microimprese è previsto un contributo di 4.000 € a fronte di un investimento minimo di 5.000 €;
  • per le reti e i consorzi è previsto un contributo di 22.500 € a fronte di un investimento minimo di 25.000 €.

Presentazione della domanda ed erogazione del contributo

E’ possibile presentare la domanda tramite sito di Invitalia, che procederà alla valutazione delle richieste in base all’ordine cronologico di ricezione.

L’iter di compilazione e presentazione della domanda è così strutturato:

  • compilazione della domanda: dalle ore 10:00 del 10 maggio 2022 alle ore 17:00 del 15 luglio 2022;
  • presentazione della domanda: dalle ore 10:00 del 16 maggio 2022 alle ore 17:00 del 15 luglio 2022.

Verranno valutate prioritariamente le microimprese che abbiamo partecipato o partecipino ad iniziative governative per l’inserimento delle aziende italiane nelle piattaforme e-commerce internazionali e per la transizione digitale delle aziende esportatrici.

L’erogazione del contributo avverrà in un’unica soluzione entro 90 giorni dalla presentazione della richiesta di erogazione, che potrà avvenire per via telematica dalle ore 10:00 del 30 novembre 2022 alle ore 17:00 del 30 settembre 2023.

Contatti

La invitiamo a richiedere on line un appuntamento oppure a contattare l’Area Credito e Finanza, fin@assolombarda.it, tel. 02.58370704, per maggiori informazioni su questa notizia; un confronto sugli incentivi disponibili; un’assistenza nella stima delle esigenze di liquidità, nella costruzione di business plan e nel dialogo con i finanziatori. 

Per richiedere invece informazioni all'Area Internazionalizzazione e Commercio Estero la invitiamo a richiedere un contatto ai seguenti recapiti: Anna Gigliola, tel, 0258370.452, e-mail anna.gigliola@assolombarda.it; Selena Pizzocoli, tel. 0393638.237, e-mail selena.pizzocoli@assolombarda.it, Pietro Ferrari, tel. 0382375.216, e-mail pietro.ferrari@assolombarda.it

Note

(1) Microimpresa manifatturiere: impresa con un numero di dipendenti inferiore a 10 e con un fatturato o totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di e con codice ATECO Primario compreso tra i codici 10.00.00 e 33. Se l'impresa appartiene a un gruppo aziendale è necessario tenerne conto nel calcolo dei parametri dimensionali.
(2) Reti: soggetti di cui al comma 2 dell’articolo 45 del decreto-legge n. 83 del 22 giugno 2012.  Consorzi: soggetti costituiti nella forma di consorzio, ai sensi degli articoli 2602 e 2612 e seguenti del Codice civile, aventi per oggetto la diffusione internazionale dei prodotti delle MPMI. 
(3) Possono richiedere l’iscrizione all’elenco le società competenti in processi di sviluppo d'impresa e di digital transformation per l’export, che hanno fornito servizi o prestazioni, relativi a una o più delle spese ammissibili, per un ammontare di almeno 200.000 euro negli ultimi tre anni.

Azioni sul documento

Ripensare l’impresa per la sostenibilità: dal modello di business alla governance

Ripensare l’impresa per la sostenibilità: dal modello di business alla governance

Tavola rotonda: come gestire i rischi nelle operazioni di M&A?

Tavola rotonda: come gestire i rischi nelle operazioni di M&A?

Inflazione, cambi ed energia: una strategia oltre l’emergenza

Inflazione, cambi ed energia: una strategia oltre l’emergenza

Dal check-up dell’agevolato alla costruzione del business plan e alla comunicazione ESG: le novità in Bancopass

Dal check-up dell’agevolato alla costruzione del business plan e alla comunicazione ESG: le novità in Bancopass