Fondo per il trasferimento tecnologico: definite le modalità e i criteri d'accesso

Chiamaci subito.

Ti risponderanno i nostri esperti Credito e Mercati finanziari

02 58370704

Con un plafond di 500 milioni di euro, l'obiettivo del Fondo per il trasferimento tecnologico sarà quello di supportare lo sviluppo di tecnologie strategiche per la competitività del Paese attraverso investimenti in capitale di rischio in startup e PMI innovative.

Imprese target

Le imprese oggetto di investimento da parte del Fondo sono:

  • startup e PMI innovative, spin off e spin out universitari con elevato potenziale di crescita e non quotati;
  • in fase di costituzione o costituite da non più di sessanta mesi e si trovano nella fase di avvio società; 
  • operanti negli ambiti di interesse strategico nazionale, in particolare healthcare, information technology, green economy e deep tech (additive manufacturing, nanotecnologie, nuovi materiali, robotica, intelligenza artificiale);
  • non "imprese in difficoltà".

Criteri, modalità e condizioni d'intervento

Gli investimenti del Fondo, gestito dall'Agenzia Enea e dalla Fondazione Enea Tech  potranno assumere la forma di interventi in equity e quasi equity, prestiti convertibili e strumenti finanziari di partecipazione, contratti e grant contenenti opzioni convertibili, in funzione delle caratteristiche e delle specifiche esigenze di finanziamento delle imprese target e dei progetti da sostenere. 
Il Fondo interverrà, per ciascuna impresa, in misura non inferiore a euro 100.000,00 e non superiore a euro 15.000.000,00, nel rispetto dei limiti previsti dalla disciplina agevolativa di volta in volta applicabile.

Regime agevolativo 

Gli interventi del Fondo saranno effettuati nel rispetto delle condizioni previste dal regolamento di esenzione, nel rispetto dei massimali e delle condizioni previste dal regolamento de minimis oppure sulla base del Temporary Framework della Commissione Europea. 

Ulteriori interventi a supporto dei progetti di innovazione

Enea attuerà interventi volti a favorire la collaborazione tra soggetti pubblici e privati nella realizzazione di progetti di innovazione e spin-off , sulla base di progetti di trasferimento tecnologico definiti in coerenza con gli indirizzi del MISE. Tali interventi potranno prevedere lo svolgimento di attività di progettazione, coordinamento, promozione, stimolo alla ricerca e allo sviluppo attraverso l’offerta di soluzioni tecnologicamente avanzate, processi o prodotti innovativi, attività di rafforzamento delle strutture e diffusione dei risultati della ricerca, di consulenza tecnico-scientifica e formazione, nonché attività di supporto alla crescita delle start-up e PMI ad alto potenziale innovativo. Tali attività, saranno attivate anche attraverso: 

  • la promozione e diffusione delle opportunità offerte dal Fondo per il trasferimento tecnologico;
  • la predisposizione di database volti a facilitar l’individuazione di imprenditori, ricercatori e altre figure professionali per l’integrazione di competenze in progetti di trasferimento tecnologico;
  • l’allestimento di piattaforme o altri strumenti utili a facilitare la conoscenza dello stato dell’arte dei diritti di proprietà intellettuale negli ambiti tecnologici sostenuti dal Fondo per il trasferimento tecnologico o nelle iniziative di trasferimento tecnologico promosse dalla Fondazione Enea Tech;
  • lo svolgimento di seminari e altre attività di formazione per la creazione di figure professionali nel settore del trasferimento tecnologico e dell’innovazione;
  • la predisposizione di studi e ricerche negli ambiti di interesse dell’innovazione, della ricerca e del trasferimento tecnologico;
  • altre progettualità volte a favorire il trasferimento tecnologico promosse dal soggetto attuatore in collaborazione con università, enti di ricerca e altre istituzioni o enti competenti nel settore della ricerca e dell’innovazione.

Contatti

Per maggiori informazioni: 

  • Elena Ghezzi, Area Industria, Energia e Innovazione, e-mail elena.ghezzi@assolombarda.it;
  • Stefania Rossi, Area Credito e Finanza, e-mail stefania.rossi@assolombarda.it.

Per maggiori informazioni, per un supporto nel dialogo con gli stakeholder finanziari, per un confronto sulla stima delle esigenze di liquidità, sulla costruzione di business plan, sugli incentivi disponibili puoi contattare l’Area Credito e Finanza (fin@assolombarda.it; tel. 02.58370704).

Note 

1-  articolo 2 punto 18 del regolamento di esenzione 

Azioni sul documento

Telefono Email
Area Credito e Finanza 0258370704 fin@assolombarda.it

Argomenti

Naviga per tag e trova più velocemente quello che stai cercando

Appuntamenti
Scadenze
Aprile 2021
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Maggio 2021
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Giugno 2021
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •