Contributi a fondo perduto per le PMI di Milano, Monza Brianza e Lodi per abbattere i costi di emissione di mini-bond

Chiamaci subito.

Ti risponderanno i nostri esperti Credito e Mercati finanziari

02 58370704

Fino a 6.000 euro a fondo perduto per coprire il 60% dei costi non finanziari (es. consulenze, rating, spese di collocamento) legati all'emissione di minibond grazie al programma "MiLoMb" della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza e Lodi (CCIAA), in collaborazione con Innexta.

Imprese target

Possono accedere al programma "MiLoMb MiniBond" le PMI(1), escluse quelle del settore bancario, non soggette a procedure concorsuali(2), iscritte in regola alla Camera di Commercio di Milano Monza Brianza e Lodi (CCIAA) e senza forniture in essere con la stessa, in regola con i versamenti contributivi(3) e con i requisiti economico finanziari seguenti:

  • ricavi delle vendite medi pari o superiori a 3 milioni di euro negli ultimi due bilanci approvati;
  • EBIDTA pari o superiore al 5% dei ricavi, nell’ultimo bilancio approvato;
  • rapporto tra Posizione Finanziaria Netta (“PFN”) e Patrimonio Netto (leverage) pari o inferiore a 5, nell’ultimo bilancio approvato;
  • patrimonio Netto positivo, nell’ultimo bilancio approvato;
  • rapporto tra PFN e EBIDTA pari o inferiore a 5, nell’ultimo bilancio approvato; 
  • rapporto tra EBIDTA e oneri pari o superiore a 4, nell’ultimo bilancio approvato; 

Se l'impresa redige un bilancio consolidato, gli indicatori descritti dovranno essere calcolati su tale bilancio. 

Spese ammissibili 

Sono ammissibili le spese sostenute nel processo di emissione del minibond per:

  • advisor;
  • consulenza specialistica;
  • arranger;
  • agenzia di rating;
  • notaio per l’adeguamento dello statuto;
  • due diligence;
  • collocamento del titolo su mercati di borsa o su portali di equity crowdfunding autorizzati dalle Autorità di Vigilanza;
  • dematerializzazione del titolo;
  • altre spese riconducibili all’emissione.

Le spese, al netto dell’IVA, devono essere dettagliate in preventivi o in fatture, sostenute o che si intendono sostenere nel periodo che decorre dalla data di ricevimento della comunicazione di ammissione al programma fino al termine per la rendicontazione, pari a 120 giorni dall’assegnazione del contributo con determina dirigenziale.

Agevolazione

Contributo a fondo perduto, pari al 60% delle spese ammissibili e fino ad un massimo di 6.000 €, al netto della ritenuta d'acconto del 4%. Il diritto alla liquidazione del contributo sarà acquisito solo con il collocamento di almeno il 75% del valore nominale dell’emissione dichiarato sul Regolamento di emissione del minibond.

La spesa minima ammissibile è pari a 7.000 € (iva esclusa). 

Regime agevolativo 

Le agevolazioni sono concesse in regime de minimis.

Il programma MiLoMb MiniBond

Il programma MiLoMb Minibond, propedeutico e necessario per accedere al contributo, prevede un percorso di accompagnamento, da parte di Innexta, all’emissione del minibond che include incontri collettivi e individuali per le imprese interessate, nonché una valutazione preliminare in merito all’adeguatezza dei loro parametri economico finanziari. L’esito positivo di tale valutazione è indispensabile sia proseguire il percorso sia per presentare la domanda di contributo alla Camera di commercio.

Modalità di accesso 

Dal 7 febbraio 2021 sarà possibile inviare la propria candidatura a partecipare al progetto MiLoMb MiniBond, inviando via PEC la domanda di partecipazione, disponibile sul sito di Innexta, firmata digitalmente o con firma autografa su documento .PDF non modificabile,  a .

Una volta ammessi al programma, sarà possibile presentare la domanda di contributo con le modalità che saranno pubblicate sul sito www.milomb.camcom.it e trasmetterla esclusivamente in modalità telematica.

Contatti

Per maggiori informazioni, per un supporto nel dialogo con gli stakeholder finanziari, per un confronto sulla stima delle esigenze di liquidità, sulla costruzione di business plan, sugli incentivi disponibili vi invitiamo a contattare l’Area Credito e Finanza (; tel. 02.58370704).

Note

(1) Così come identificata dalla Raccomandazione 2003/361/CE.
(2) Le imprese non devono essere in stato di fallimento, di liquidazione (anche volontaria), di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente di liquidazione o sottoposte a procedura concorsuale.
(3) Che saranno verificati d’ufficio a mezzo DURC.

Azioni sul documento

Telefono Email
Area Credito e Finanza 0258370704 fin@assolombarda.it

Argomenti

Naviga per tag e trova più velocemente quello che stai cercando

Appuntamenti
Scadenze
Febbraio 2021
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Marzo 2021
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Aprile 2021
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •