Lavoro a Milano – n. 14 2019 (ediz. 2020)

Rapporto annuale di Assolombarda-CGIL-CISL-UIL che analizza la realtà economico-produttiva milanese, monzese e lodigiana al fine di fornire indicazioni utili a stimolare l'azione delle istituzioni

Cos’è “Lavoro a Milano”

“Lavoro a Milano” è una raccolta di dati sul mercato del lavoro predisposto da Assolombarda, Cgil, Cisl e Uil per descrivere le caratteristiche della forza lavoro e delle imprese di questo territorio e monitorarne l'andamento.

I risultati in sintesi

  • Il territorio di Milano, Monza Brianza e Lodi conferma anche nel 2019 il suo ruolo di traino per il resto del Paese: tiene la base produttiva delle quasi 400mila imprese (saldo positivo pari a +1%, in controtendenza rispetto a Italia e Lombardia) mentre nella forza lavoro - quasi 2,5 milioni di lavoratori - aumentano le assunzioni a tempo indeterminato (+7,2%) e in apprendistato (+6,2%).
  • A livello più generale, nel 2019 il mercato del lavoro ha proseguito il trend positivo del 2018, con occupazione in aumento (in Lombardia la quota di popolazione occupata ha raggiunto il 68,4%, in consistente progresso rispetto al 67,7% di un anno prima) e disoccupazione in calo (5,6%, dal 6% del 2018).
  • Nel 2019 è però aumentato il numero di ore autorizzate di Cassa Integrazione Guadagni, sia a livello italiano (+20%) che in Lombardia (+17%); nel territorio di Milano, Monza Brianza e Lodi il monteore rimane invece sostanzialmente invariato rispetto al 2018 o addirittura scende (-4,2% a Lodi).
  • Secondo le prime anticipazioni in Lombardia nel 2019 il numero degli infortuni rimane sui livelli dell’anno precedente (+0,1%), interrompendo il trend di crescita degli ultimi anni (+0,5% nel 2018 e +2,7% nel 2017).