Dichiarazione d'intento in dogana: le precisazioni dell’Agenzia delle Dogane

Chiamaci subito.

Ti risponderanno i nostri esperti Fisco

02 58370308

L’Agenzia delle Dogane, avendo riscontrato un elevato numero di errori nell’indicazione nelle bollette doganali degli estremi delle dichiarazioni d’intento, sospende momentaneamente l’utilizzo della dichiarazione d’intento valida per più operazioni. Con una prossima Nota verrà comunicata la data dalla quale sarà nuovamente utilizzabile la predetta procedura.

L’Agenzia delle Dogane, con una nota del 20 aprile1, ha reso noto che è stata riscontrata un’altissima percentuale di errori nell’utilizzo in dogana delle dichiarazioni d’intento e nella loro indicazione nella casella 44 del DAU.

Tenuto conto che la corretta indicazione degli estremi delle lettere di intento rappresenta un requisito imprescindibile per accedere alla banca dati delle dichiarazioni d’intento ed attivare i controlli necessari per dispensare dalla consegna in dogana della copia cartacea della dichiarazione di intento e della relativa ricevuta di presentazione, la nota precisa che a partire dal 21 aprile sono attivi dei nuovi controlli di natura bloccante, che inibiranno la registrazione della dichiarazione doganale qualora non siano rispettate le regole di compilazione.2

Quanto poi alla possibilità di presentare in dogana una dichiarazione di intento, ai fini dell’utilizzo del plafond, valida per più operazioni doganali fino alla concorrenza dell’importo indicato3, la nota ha chiarito che sono state sviluppate le procedure per la gestione di tale tipo di dichiarazioni.

In particolare è stata prevista la predisposizione di:

  • “conti scalare”;
  • controlli che inibiranno la registrazione della dichiarazione doganale nel caso di eventuale superamento dell’importo indicato nella dichiarazione d’intento medesima.

Tuttavia tali procedure non sono ancora attive e la data dalla quale lo saranno, sarà resa nota da una futura nota dell’Agenzia delle Dogane che conterrà anche le istruzioni di dettaglio. Tale nota sarà diramata non appena si ridurrà la percentuale degli errori di compilazione della dichiarazione di intento valide per una singola operazione.


Note
1. Nota 20 aprile 2015 n. 46452/RU dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.
2.
Nota 11 febbraio 2015, n. 17631/RU dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.
3. R
isoluzione n. 38/E del 13 aprile 2015 dell’Agenzia delle Entrate.

 

Contatti
Ulteriori informazioni e chiarimenti possono essere richiesti al Settore Fisco e Diritto d'Impresa, tel. 0258370.267/308, fax 0258370334, e-mail fisc@assolombarda.it.

 

 


Azioni sul documento

Per saperne di più
Appuntamenti
Scadenze
Giugno 2018
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Luglio 2018
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Agosto 2018
  • Lu
  • Ma
  • Me
  • Gi
  • Ve
  • Sa
  • Do
  •  
  •  
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •